Un anno di iliad: dalla prima offerta lancio alle prospettive future di operatore convergente


E’ passato esattamente un anno da quel 29 Maggio 2018, giorno in cui iliad è stato ufficialmente lanciato nel mercato della telefonia italiana al fine di colmare il vuoto lasciato dalla fusione di Wind Tre.

MondoMobileWeb ha deciso di ripercorrere i momenti salenti che hanno caratterizzato questo primo anno di iliad, dalla prima offerta lancio fino ad oggi, 29 Maggio 2019.

Tutto è iniziato ufficialmente il 29 Maggio 2018, dopo mesi di indiscrezioni e false partenze, iliad si è presentata al grande pubblico con una conferenza stampa che ha confermato quanto dichiarato in precedenza dal CEO iliad Italia, Benedetto Levi: “L’idea è distanziarci da loro [TIM, Vodafone e Wind Tre]. Faremo tutto in modo diverso e migliore con tariffe davvero più economiche e trasparenti, senza trascurare la qualità”.

L’obiettivo del quarto operatore di rete mobile è stato sin da subito messo in chiaro: garantire dei prezzi particolarmente bassi ed una massima trasparenza nelle tariffe al fine di innescare una vera e propria rivoluzione nel mercato della telefonia italiana, pubblicizzata sui canali social dell’operatore con hashtag #RivoluzioneIliad.

   

Durante la conferenza stampa, Benedetto Levi, oltre che soffermarsi sulle pratiche scorrette degli altri gestori telefonici, ha presentato l’offerta lancio iliad, valida per il primo milione di utenti, caratterizzata da minuti illimitati, SMS illimitati, 30 Giga di traffico dati al costo di 5,99 euro al mese, un prezzo che, fino a quel momento, non si era mai visto rispetto al bundle offerto. Prezzo garantito per sempre, affermava Levi.

In più, l’opzione tariffaria, in opposizione rispetto agli altri operatori di rete mobile, è stata lanciata con tutti i servizi accessori inclusi (Mi Richiami, Hotspot, Segreteria Telefonica, controllo credito residuo e piano tariffario), senza vincoli o costi di recesso. Incluse anche chiamate internazionali verso numeri fissi di più di 60 Paesi (in Usa e Canada anche verso numeri mobili), 2 Giga insieme a minuti ed SMS illimitati in Europa.

Con la dichiarazione di Benedetto Levi, circa la possibilità immediata di attivare l’offerta lancio il giorno stesso, è scattata la corsa al sito ufficiale dell’operatore ed alle Simboxveri e propri distributori di SIM del tutto digitalizzati.

Il costo da sostenere per acquistare la SIM (nel formato trio), sia online che nelle Simbox, era ed è attualmente pari a 9,99 euro, a cui si somma l’importo del primo mese dell’offerta, da pagare esclusivamente con Carta di Credito o prepagata.

Nei giorni successivi al lancio, iliad ha dovuto, sin da subito, risolvere dei problemi ai servizi dotati di Geoblocking riscontrati da alcuni clienti che si sono visti assegnare un indirizzo IP francese e non italiano, oltre all’impossibilità di poter effettuare la portabilità dalle Simbox, di chiamare o ricevere da alcuni numeri di rete fissa e diversi altri disservizi, risolti rapidamente dal quarto operatore di rete mobile.

Il 3 Giugno 2018, iliad ha iniziato a pubblicizzare la sua offerta lancio tramite un’apposita campagna TV, basata sul concetto di Vero o Falso. Infatti, iliad, ha deciso di adottare la verità come suo cavallo di battaglia, vestendo i panni del cliente alle prese con il mercato aggressivo della telefonia.

La scossa del terremoto marchiato iliad ha sicuramente cambiato lo scenario del mercato della telefonia italiana con conseguente contrattacco di Vodafone, Tim e di entrambi i brand dell’operatore congiunto Wind Tre che, giorni dopo il lancio, hanno introdotto delle speciali offerte Operator Attack appositamente rivolte ai clienti iliad.

La battaglia tra alcuni operatori di telefonia italiana non ha riguardato solo i prezzi. Infatti, già nelle prime settimane dopo il suo lancio, Iliad ha dovuto fare i conti con le istanze sollevate dai suoi concorrenti per presunta violazione delle norme di sicurezza previste dalla legge Pisanu in merito alle Simbox e successivamente per presunta pubblicità ingannevole, in contrasto con l’articolo 2 del Codice di Autodisciplina, in merito alla presentazione della propria offerta in cui veniva promessa una copertura di 4G+ su tutto il territorio nazionale.

Il 18 Luglio 2018, l’Amministratore Delegato di Iliad, Benedetto Levi, si è sottoposto ad una particolare intervista, in diretta Facebook, rispondendo ad alcune domande selezionate tra gli utenti mediante l’utilizzo di un test di comunicazione non verbale tramite poligrafo, noto anche come macchina della verità.

Durante l’intervista, il CEO ha annunciato il mantenimento dell’offerta lancio per ulteriori 200.000 nuovi clienti, dichiarando di aver raggiunto il numero di un milione di utenti in meno di due mesi. 

Il 26 Luglio 2018, l’offerta lancio viene prorogata per ulteriori 100.000 utenti insieme all’introduzione di una nuova opzione tariffaria iliad, valida per le prime 500.000 attivazioni, a 6,99 euro al mese: minuti illimitati, SMS illimitati e 40 Giga di traffico dati al mese.

In più, come la prima offerta, inclusi i servizi accessorichiamate internazionali verso numeri fissi di più di 60 Paesi (in Usa e Canada anche verso numeri mobili), 3 Giga insieme a minuti ed SMS illimitati in Europa.

Iliad aveva inoltre dichiarato che la nuova offerta era stata lanciata non solo per i nuovi clienti iliad, ma anche per i già clienti dell’operatore, affermando che nei giorni seguenti si sarebbe potuto effettuare il cambio offerta verso quella da 6,99 euro. La parola non è stata ancora mantenuta, dato che, anche per le attuali offerte in commercio, a distanza di un anno i già clienti iliad non possono attualmente richiedere alcun cambio offerta.

Il 31 Luglio 2018 è partita una seconda campagna pubblicitaria per promuovere l’offerta con 40 Giga a 6,99 euro, che è stata ravvisabile non solo negli schermi degli italiani, ma anche attraverso le stazioni radio, sia quelle principali che quelle minori, coinvolgendo anche ambienti nuovi, attraverso pubblicità con manifesti e cartelloni.

Dopo l’annuncio del superamento del primo milione di clienti il nome del nuovo gestore è stato menzionato anche in Parlamento con le interrogazioni, rivolte al Ministro dello Sviluppo Economico e del Lavoro Luigi di Maio e al Ministro dell’Interno Matteo Salvini, in merito all’applicazione delle normative antiterrorismo.

A ciò, si sono aggregati anche i sindacati di categoria Slc Cgil, Fistel Cisl e Uilcom Uil, che hanno presentato una nota comune, anch’essa indirizzata ai Ministri Di Maio e Salvini, accusando iliad dell’inarrestabile e dannosa ipercompetizione creatasi nel mercato della telefonia, che andrebbe a tutto svantaggio dei lavoratori. A tal riguardo la società aveva dichiarato, in un suo comunicato stampa, di aver già creato creato in Italia circa 1500 posti di lavoro, tra diretti e indiretti, con 12 uffici “per continuare il lavoro di sviluppo della propria infrastruttura di rete”.

Il 7 Agosto 2018, iliad ha deciso di dare la possibilità ad altri 50.000 nuovi clienti di attivare ancora la prima opzione tariffaria a 5,99 euro, continuando a proporre anche la seconda offerta a 6,99 euro. Il 30 Agosto 2018, invece, è stata ufficialmente chiusa l’offerta lancio a 5,99 euro con proroga per ulteriori 200.000 sottoscrizioni per quella da 6,99 euro.

Il 4 Settembre 2018, iliad ha presentato, sul sito ufficiale francese del Gruppo, i risultati del primo semestre 2018, in cui figura anche una sezione dedicata al mercato italiano. Secondo quanto riportato all’interno, il quarto operatore di rete mobile aveva raggiunto la soglia di 1,5 milioni di sottoscrizioni: Il Gruppo afferma per la prima volta che si è trattato del secondo lancio di maggior successo in Europa, negli ultimi 20 anni, dopo l’arrivo di Free Mobile in Francia.

A garantire questo successo è stata la strategia di marketing adottata, basata su valori quali la semplicità, l’innovazione e la fiducia, portati avanti dall’hashtag #RivoluzioneIliad, a cui si è aggiunta una strategia mirata di comunicazione, diffusa sia sui social che tramite apposite campagne pubblicitarie.

Nella parte finale della relazione, riguardante i meri risultati finanziari, viene comunicato che la #RivoluzioneIliad aveva raggiunto, in Italia, ricavi di 9 milioni di euro.

Due giorni dopo, il 6 Settembre 2018, iliad celebra il raggiungimento dei 2 milioni di utenti, in poco più di 3 mesi, lanciando la nuova offerta a 7,99 euro al mese con 50 Giga, minuti ed SMS illimitati oltre tutti i servizi aggiuntivi gratuiti offerti dall’operatore.

La nuova offerta iliad, con 50 Giga in Italia e 4 Giga in Europa, è stata valida per i primi 500.000 utenti, includendo anche i soliti minuti illimitati verso oltre 60 destinazioni all’Estero. A seguito dell’introduzione della nuova opzione tariffaria, nei giorni successivi, è stata lanciata una nuova campagna pubblicitaria, basata, come le precedenti, sui valori di trasparenzaverità.

Qualche giorno dopo il lancio del quarto operatore di rete mobile, era già possibile effettuare una ricarica negli oltre 40.000 punti vendita abilitati SisalPay, ma dal 20 Settembre 2018è stata introdotta la possibilità di ricaricare la propria SIM iliad anche presso le edicole appartenenti al circuito Lottomatica. Il 24 Settembre 2018, iliad ha prorogato, per altre 50.000 attivazioni, l’offerta da 40 Giga.

Il 2 Ottobre 2018, iliad lancia ufficialmente la sua terza offerta, iliad Voce, dedicata a coloro che utilizzano lo smartphone solo per chiamate ed SMS, con minuti illimitati verso tutti i numeri di rete mobile e rete fissa nazionale; SMS illimitati verso tutti i numeri nazionali e 40 Mega di traffico dati nazionale, senza chiamate internazionali incluse, ma caratterizzata comunque dai servizi aggiuntivi gratuiti.

L’opzione tariffaria è stata inizialmente lanciata per le prime 200.000 attivazioni, ma è attualmente disponibile, fino a nuova comunicazione, per tutti i nuovi clienti iliad insieme alle altre due offerte a 6,99 e 7,99 euro denominate rispettivamente iliad Giga 40 e iliad Giga 50. Quindi è dal mese di Ottobre 2018 che iliad mantiene inalterate le sue offerte standard di telefonia mobile.

Lo stesso giorno, il 2 Ottobre 2018, si è conclusa, dopo 14 giornate di miglioramenti competitivi e ben 171 tornate, l’asta per l’assegnazione dei diritti d’uso delle frequenze per il 5G. In particolare, ad iliad sono andati 10 MHz appartenenti al blocco riservato nella banda 700MHz, 20 MHz nella banda 3700 MHz e 200 MHz nella banda 26 GHz per un totale di oltre 1 milione di euro.

Nonostante iliad sia riuscita ad accaparrarsi le frequenze per il 5G, attualmente, opera in tecnologia Ran Sharing su rete Wind e rete unica Wind Tre, in attesa del completamento della sua rete proprietaria (ad oggi accesa in versione sperimentale in qualche città).

A tal proposito, l’operatore è alla continua ricerca di accordi con comuni italiani, tra cui, per esempio, quelli di Lucca in Toscana, di Selargius in Sardegna e di Bologna in Emilia Romagna per la realizzazione di nuove stazioni radio di telefonia mobile.

lliad, inoltre, ha successivamente dichiarato che saranno utilizzate alcune delle 11 mila torri di Inwit al fine di realizzare una rete infrastrutturale per la telefonia mobile, con le attuali tecnologie fino al 4G, e per implementare anche la nuova rete 5G.

Il 13 Novembre 2018, Iliad ha pubblicato i risultati finanziari del terzo trimestre del 2018, da cui è stato possibile evincere il successo dell’operatore in Italia con oltre 2,23 milioni di clienti a fine Settembre, a distanza di 4 mesi dal lancio, che hanno permesso di fatturare circa 55 milioni di euro, di cui 46 milioni nel terzo trimestre.

Il successo del quarto operatore di rete mobile è nato non solo per le sue offerte low cost, ma soprattutto grazie ad una grande campagna di marketing che ha permesso di ingrandire sempre più la brand awareness del marchio. Anche i canali social sono gestiti in maniera innovativa con commenti e post ironici fuori dal comune.

Il 30 Novembre 2018, iliad ha iniziato a commercializzare online l’acquisto cash degli smartphone Apple iPhone Xs, Xs Max, Xr e 8 a tutti i suoi clienti. Durante la conferenza stampa di lancio dell’operatore, il CEO Iliad Italia, Benedetto Levi, aveva accennato proprio ad una partnership con Apple. Successivamente iliad ha aggiunto la possibilità di acquistarli, insieme all’Apple iPhone 7, anche con pagamento a rate. 

Nel mese di Dicembre 2018, iliad stipula un accordo commerciale con Coin al fine di installare alcune Simbox all’interno dei punti vendita Coin di diverse città italiane. Stessa cosa farà successivamente con Unieuro e con gli ipermercati Carrefour.

Il 2019 inizia con la pubblicazione dell’osservatorio AGCOM N°4 del 2018, aggiornato al mese di Settembre 2018, molto atteso dagli utenti dato che, per la prima volta, i dati mostrati hanno contemplato la presenza di iliad. Quest’ultimo mostrava una percentuale di 2,2% del totale di SIM complessive, mentre, per quanto riguarda le SIM Human, Wind Tre, Tim e Vodafone avevano sofferto delle perdite abbastanza pensati al fronte di un incremento del 2,7% per iliad, il quale aveva anche raggiunto il 10,8% delle portabilità in entrata secondo l’osservatorio AGCOM.

L’arrivo del quarto operatore ha indubbiamente elevato il livello di concorrenza nel mercato italiano, in cui la customer base era ripartita in quote pressoché uguali tra Vodafone, Tim e Wind Tre. I primi due operatori, grazie ai “semivirtuali” Kena Mobile e ho., hanno contrastato il nuovo entrante con offerte low cost capaci di attutire l’impatto iliad.

Nel mese di Marzo 2019, il Gruppo Iliad ha presentato i risultati finanziari del 2018, dove viene affermato che iliad, in Italia, ha raggiunto i  2,8 milioni di utenti con ricavi complessivi di 125 milioni di euro.

Dall’11 al 15 Aprile 2019 tutti i nuovi clienti iliad hanno potuto attivare un’offerta temporanea denominata iliad Flash con minuti ed SMS illimitati, 70 Giga di traffico dati (5 Giga in UE) al costo mensile di 9,99 euro. In più, servizi accessori inclusi e minuti illimitati per chiamate internazionali in più di 60 Paesi.

E’ stata la prima offerta iliad con scadenza a tempo, dato che, fino a quel momento, le scadenze hanno riguardato esclusivamente il numero di clienti. Dal 16 Aprile 2019, con la chiusura dell’offerta a tempo limitato iliad Flash, le offerte del quarto operatore di rete mobile sono ritornate ad essere tre: Giga 50, Giga 40 e Voce, che sono le stesse offerte attualmente proposte da iliad.

Il 7 Maggio 2019, iliad ha presentato, durante la conferenza Capital Markets Day, la sua nuova strategia per i prossimi cinque anni, denominata Odissea 2024che, per quanto concerne l’Italia, ha come obiettivo quello di lanciare al più presto la rete proprietaria al fine di migliorare i suoi margini e ridurre, allo stesso tempo, la dipendenza da Wind Tre grazie anche all’accordo strategico con Cellnex.

In più, un altro obiettivo prefissato dal quarto operatore di rete mobile, è quello di diventare un operatore convergente entro il 2024, proponendo offerte anche per la rete fissa.

Lo stesso giorno, sono stati pubblicati i risultati finanziari del primo trimestre del 2019, dove è stato dichiarato che, in Italia, sono stati raggiunti i 3,3 milioni di utenti con ricavi da 81 milioni di euro. Adesso, il 90% della popolazione italiana riconosce il brand iliad e i suoi valori, rispetto al 12% registrato in occasione del lancio, anche grazie ai 12 store, 170 corners e 700 Simbox dislocati in tutta la penisola.

In questo periodo, avvicinandosi all’estate 2019, si è assistito a continue rimodulazioni tariffarie da parte degli operatori di rete mobile che stanno cercando di aumentare l’ARPU, cioè i ricavi medi per singolo utente, risultato indebolito rispetto agli anni precedenti proprio a causa dell’arrivo di iliad. Quest’ultimo si è voluto, sin dal lancio, distaccare da suoi concorrenti dichiarando che i prezzi delle proprie offerte sono per sempre. Solo il tempo potrà dire se effettivamente quanto detto sarà rispettato.

Tirando le somme di questo primo anno, è possibile affermare che iliad ha stravolto il mercato della telefonia mobile in Italia; chissà se riuscirà a fare lo stesso anche nel mercato di rete fissa, continuando a basarsi sui valori, dichiarati dall’operatore, di semplicità, innovazione, trasparenza e agilità. 

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Facebook, Instagram e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.