Odissea 2024: la nuova strategia di Iliad tra 5G, fibra, segmento B2B e rete proprietaria in Italia


Oggi, 7 Maggio 2019, Iliad ha presentato la sua nuova strategia per i prossimi cinque anni, che prende il nome di Odissea 2024 (Odyssée 2024). Tra i punti principali, la rete FTTH, la rete mobile, il segmento B2B e il mercato italiano.

Nel documento ufficiale presentato stamattina, Iliad ricorda quanto costruito nel corso degli anni: 20 milioni di utenti in Francia, 3,3 milioni in Italia e oltre 10.000 dipendenti occupati. Ma il 2018 è stato innegabilmente un anno difficile per il Gruppo, che ha dovuto affrontare un’inattesa concorrenza in patria, non riuscendo, come il management stesso ammette, ad adattarsi rapidamente alle evoluzioni del mercato.

Tuttavia, come dopo la Guerra di Troia l’eroe Ulisse torna a Itaca per regnare incontrastato, così Iliad punta a diventare leader di mercato nel 2024 al termine della sua Odissea. L’azienda francese segnala sette punti chiave della nuova strategia:

   
  • Profondo riposizionamento della strategia commerciale per guadagnare maggiore agilità ed efficienza;
  • Nuovo approccio alla strategia delle risorse umane con circa 20 workshops;
  • Aggiornamento dei processi FTTH;
  • Acquisizione di Jaguar Network come trampolino per entrare nel segmento Business;
  • Nuova ondata di innovazione con il lancio di Freebox Delta e fibra 10G;
  • Rafforzamento del portafoglio di frequenze in Francia e Italia (tenendo conto anche dello spettro 5G acquisito);
  • Partnership strategica con Cellnex per ottimizzare il rollout sia in Francia che in Italia.

La giornata di oggi è dedicata al Capital Markets Day, come già annunciato negli scorsi giorni. La strategia presentata è stata convenzionalmente suddivisa in quattro macroaree che costituiranno il focus costante di Iliad. La prima di queste è la Fibra FTTH in Francia. Iliad dispone attualmente di oltre un milione di clienti fibra in Francia, ma l’obiettivo è adesso quello di estendere il posizionamento per coprire l’intero Paese. Per fare ciò, l’azienda punta su validi piani di loyalty e su una diversificazione dei canali distributivi, così da intercettare nuovi clienti.

Per il 2024, dunque, l’obiettivo della nuova Odissea dell’operatore è quello di raggiungere 4,5 milioni di utenti in fibra coprendo l’intera Francia con i suoi servizi.

Il secondo punto della strategia riguarda la rete 4G e 5G in Francia. Iliad punta, in tal senso, a diventare operatore leader per le due connessioni ad alta velocità, anche in questo caso coprendo l’intero Paese.

La strategia che permetterà ad Iliad di crescere in questo segmento (che, si ricorda, è stato il più colpito dal nuovo impatto concorrenziale) si baserà su una politica di upscaling, volta dunque a incoraggiare il passaggio a offerte caratterizzate da una rete più veloce e da un ARPU più elevato.

Inoltre, quando le nuove frequenze 5G saranno disponibili, Iliad ritiene che sarà in grado di sfruttarle a dovere grazie a un importante rollout 4G+ che verrà eseguito quest’anno. L’obiettivo per questo punto della strategia consiste dunque nell’incrementare le sottoscrizioni del piano Free Mobile Unlimited 4G, portandole a oltre l’80%, offrendo al contempo dei nuovi servizi aggiuntivi e nuove offerte con smartphone incluso. Il Gruppo punta poi a raggiungere i 25.000 siti di ultima generazione (4G e 5G) entro il 2024.

Il terzo punto della strategia è il segmento B2B in Francia, nel quale Iliad entrerà per mezzo della sua acquisizione strategica di Jaguar Network, che dispone anche di 7000 chilometri di rete proprietaria.

Il mercato B2B francese, secondo i dati riportati da Iliad, rappresenta un valore di circa 10 miliardi di euro ed è caratterizzato da un duopolio che Il Gruppo tenterà di scalzare con le sue nuove offerte. Per questo terzo obiettivo dell’Odissea, Iliad ritiene di poter raggiungere il 4% o 5% della quota di mercato entro il 2024, che si rifletterebbe in circa 400 o 500 milioni di euro in termini di ricavi.

Per  finire, come noto, il quarto e ultimo punto riguarda l’Italia. La trasformazione in serbo per il mercato italiano è non meno ambiziosa delle precedenti: il Gruppo punta a diventare un leading player sia nel segmento mobile che in quello fisso, velocizzando il suo roll-out della rete e continuando a proporre le sue offerte.

Il network proprietario di Iliad permetterà all’azienda di migliorare i suoi margini, riducendo la dipendenza da Wind Tre. L’operatore punta dunque a raggiungere una cifra compresa tra i 10.000 e i 12.000 siti entro il 2024, generando almeno 1,5 miliardi di euro in ricavi e raggiungendo il breakeven dell’EBITDA con una quota di mercato inferiore al 10%.

Xavier Niel, il padre di Iliad.

A sostenere l’Odissea 2024 di Iliad sarà l’accordo strategico con Cellnex, che riguarderà anche l’Italia.

In Francia, Iliad è entrata in una fase di negoziazione con Cellnex per la vendita del 70% dell’azienda che gestisce la sua infrastruttura mobile passiva, chiamata IliadTowerCo. Iliad continuerà a detenere la quota minoritaria del 30%. Il valore dell’operazione in Francia è di due miliardi di euro e permetterà a Iliad TowerCo di continuare a costruire nuovi siti in tutto il territorio.

In Italia, l’accordo prevede la vendita dell’intero capitale di Iliad Italia TowerCo che comprenderà circa 2200 siti entro il 2019, per un valore di 600 milioni di euro. L’accordo permetterà di proseguire la partnership con Cellnex per velocizzare il rollout della rete mobile dell’operatore in Italia.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale Telegram di MondoMobileWeb. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Facebook e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.