Iliad: impossibile chiamare e ricevere da alcuni numeri di rete fissa e altri disservizi


Iliad, il nuovo quarto operatore italiano, ha iniziato ad operare in Italia da due settimane, raccogliendo grandi consensi. L’offerta di lancio da 5,99 euro ha spinto molti italiani ad affollarsi di fronte ai negozi Iliad al termine della conferenza del 29 Maggio 2018 e a ordinare online le proprie Sim. Tuttavia, anche il nuovo operatore sembra aver deluso le aspettative di alcuni clienti.

La Community di MondoMobileWeb, alla quale è stato dedicato uno spazio apposito chiamato Iliad Club, ha lamentato diversi disservizi o problemi che in certi casi potrebbero seriamente compromettere l’utilizzo dell’offerta dell’operatore.

Il primo problema, al quale Iliad ha immediatamente cercato di porre rimedio, risale ai primissimi giorni di lancio e si riferisce all’attribuzione di un indirizzo IP francese invece che italiano ad alcuni clienti. In certi casi, questo errore avrebbe potuto minare l’esperienza di navigazione in certi siti dotati di geoblocking, come nel caso di alcuni servizi di riproduzione multimediale.

Va tuttavia sottolineato che molti clienti Iliad non stanno riscontrando più questo problema, quindi la situazione si sta normalizzando, come aveva previsto l’operatore.

   

iliad disservizi

Il secondo problema riguarda l’impossibilità di ricevere e inviare chiamate da alcuni numeri di rete fissa, come nei casi di Infostrada e Tiscali con Fibra FTTH. Inoltre, è stato segnalato che i numeri Iliad sembrano non riuscire a contattare il numero verde 800145851 corrispondente al servizio clienti di Amazon, o a ricevere chiamate dallo stesso.

Un’ulteriore criticità è costituita dall’impossibilità di mantenere attivo il servizio gratuito “Mi Richiami” qualora la segreteria telefonica venisse disattivata. Occorre quindi, almeno per il momento, mantenere attivi entrambi i servizi gratuiti.

Ma il problema segnalato più spesso è quello della lentezza nelle spedizioni con posta ordinaria, qualora si scelga di attivare una sim attraverso videoidentificazione. La lentezza è spesso accompagnata dall’impossibilità di tracciare il proprio pacco. Si tratta del disservizio più criticato dall’utenza, che lamenta l’impossibilità di provare la nuova SIM acquistata nei primissimi giorni di lancio, nonostante siano trascorse ormai oltre due settimane. Al contrario, in caso di spedizione tramite corriere i tempi sono generalmente molto più brevi.

A questo problema si aggiunge l’impossibilità, per il momento, di richiedere una Sim sostitutiva tramite Simbox. Infatti, in tutti i casi in cui la Sim dovesse danneggiarsi, oppure venire smarrita, occorrerà richiedere la spedizione di una nuova Sim, con tempi di attesa chiaramente più lunghi. Tuttavia, va segnalato che nelle Simbox figura già una sezione chiamata “Cambi Sim”, che è ancora inibita. Molto presto, quindi, Iliad potrebbe introdurre questo nuovo servizio.

La Community di MondoMobileWeb, per finire, ha lamentato un eccessivo consumo di traffico internet, apparentemente sproporzionato rispetto agli altri operatori utilizzati in precedenza. In tal senso, è giusto ricordare che gli Speedtest utilizzati per testare la nuova connessione consumano parecchi dati: la causa di tale criticità potrebbe quindi essere dovuta semplicemente a questa ragione.

Inoltre, i problemi di configurazione APN più volte segnalati possono essere facilmente risolti in pochi semplici passi.

In caso di ulteriori sviluppi cercheremo di informarvi come abbiamo sempre fatto. Speriamo che questi servizi verranno normalizzati presto.

 

Se questo post di MondoMobileWeb ti è piaciuto, condividilo sui social network! Diventa Fan di MondoMobileWeb su Facebook, seguici su Twitter e iscriviti gratis nel nostro canale Telegram per ricevere tante informazioni e consigli utili in tempo reale. Aspettiamo sempre i vostri commenti condividendo le vostre esperienze.


 



Leggi il Regolamento prima di pubblicare un commento nella piattaforma Disqus