Telecomunicazioniiliad

I traguardi raggiunti dalla #RivoluzioneIliad in Italia: 1,5 milioni di sottoscrizioni e nuove offerte in arrivo

Iliad ha presentato, sul sito ufficiale francese del Gruppo, i risultati del primo semestre 2018, in cui figura ovviamente anche una sezione dedicata al mercato italiano.

La #RivoluzioneIliad – come definita anche nel documento ufficiale – è stata lanciata il 29 Maggio 2018 con la tariffa da 5,99 euro, che ha raggiunto 1,3 milioni di sottoscrizioni.

Al mese di Agosto 2018, considerando anche la seconda tariffa da 6,99 euro, Iliad ha già raggiunto la soglia di 1,5 milioni di sottoscrizioni. La relazione sui risultati evidenzia che per il mercato delle telecomunicazioni si tratta del secondo lancio di maggior successo in Europa, negli ultimi 20 anni, dopo l’arrivo di Free Mobile in Francia.

Un’interessante riflessione da parte della società riguarda la “brand awareness” del marchio Iliad in Italia, vale a dire la notorietà del brand. Prima del lancio, un italiano su dieci conosceva o aveva sentito parlare di Iliad. A Luglio del 2018, invece, stando alla statistica riportata, due italiani su tre conoscono il brand. Nello specifico, tra le due interviste effettuate, si rileva che il 64% degli intervistati a Luglio conoscevano Iliad e i suoi servizi, mentre a Maggio solo il 12%.

A garantire questo successo è stata in primo luogo la strategia di marketing adottata, basata su valori quali la semplicità, l’innovazione e la fiducia, che il giovane CEO Benedetto Levi ha più volte presentato al pubblico. Da qui, l’ormai celebre hashtag #RivoluzioneIliad.

A ciò, si è aggiunta una strategia mirata di comunicazione, diffusa tanto sui social quanto in televisione. Il passaparola degli utenti sembrerebbe aver svolto il resto del lavoro.

Trattando invece il metodo distributivo, che tanto ha fatto discutere in questi mesi, Iliad annuncia di avere 9 negozi, 133 corners e oltre 500 Sim-box diffusi in tutta Italia. I punti di ricarica, come Sisal e Lottomatica, ammontano a circa 60.000 unità. Anche questi dati sono aggiornati al mese di Luglio 2018.

nuove offerte
La mappa presente nel documento ufficiale, che indica la copertura in termini di distribuzione fisica.

A ciò si aggiunge un sistema di acquisto online che ha ereditato il know-how francese e permette di ordinare agevolmente la propria SIM da diversi dispositivi.

Sul fronte frequenze, Iliad annuncia di essere l’unico operatore qualificato per il lotto riservato delle frequenze a 700MHz per la gara delle frequenze del 5G che si terrà nel mese di Settembre.

La copertura ha raggiunto ad oggi 1100 siti e un interessante accordo siglato con Cellnex permettererà di ampliarla ulteriormente. L’operatore si concentrerà comunque sulle aree più densamente popolate, così da massimizzare la percentuale di copertura.

#RivoluzioneIliad Italia sottoscrizioni
La slide conclusiva della relazione per il primo semestre 2018, relativa al mercato italiano, con cui Iliad conferma che il lancio delle nuove offerte è ormai imminente.

Per concludere la sezione relativa al mercato italiano, Iliad propone un’immagine in cui si possono notare i quattro obiettivi fissati dall’operatore. I primi tre, tra cui il lancio della prima tariffa, sono già stati raggiunti. Il quarto, sarà il lancio delle nuove offerte.

Nella parte finale della relazione, riguardante i meri risultati finanziari, si nota come la #RivoluzioneIliad abbia raggiunto in Italia ricavi pari a 9 milioni di euro, mentre l’EBITDA è a -28 milioni. Ciò è dovuto essenzialmente alle commissioni pagate a Wind Tre e alla costosa strategia di Marketing volta ad accrescere la già citata brand awareness.

Per quanto riguarda il CAPEX, ovvero le spese in conto capitale, si registra un’uscita di 73 milioni di euro a favore di Wind Tre per le frequenze e una di 91 milioni per il network nel complesso.

Ancora una volta, l’obiettivo comunicato dall’operatore per il mercato italiano è quello di raggiungere il break-even dell’EBITDA con meno del 10% della quota di mercato.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram.

Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Continua a leggere

Back to top button