Wind Absolute e 3Absolute: offerte senza modem adesso disponibili anche in Fibra FTTH con modulo SFP


A partire da ieri, 18 Marzo 2019, Wind Tre ha deciso finalmente di adeguarsi del tutto (anche se con qualche limitazione tecnica) alla delibera AGCOM sul modem libero, rendendo disponibile anche la Fibra FTTH. Da Dicembre 2018, infatti, erano disponibili le offerte senza modem incluso denominate rispettivamente Wind Absolute e 3Absolute, che però erano attivabili finora solo in ADSL e in Misto Fibra Rame FTTC (fino a 100 Mega).

Adesso, oltre ad aver tolto la limitazione dei 100 Mbps in download per le attivazioni in FTTC, che saranno quindi disponibili anche con il profilo fino a 200 Mbps, viene introdotta la possibilità di attivare l’offerta senza modem incluso anche in Fibra FTTH fino 1000 Mbps.

Ad oggi, 19 Marzo 2019, provando ad attivare online l’offerta Absolute in Fibra FTTH o in FTTC con profilo a 200 Mega, al momento non risulta possibile dato che probabilmente i siti di Wind e Tre non sono stati del tutto aggiornati con la novità.

Si ricorda che con Wind la Fibra FTTH è attivabile, al momento, nelle seguenti città cablate in gran parte del territorio nazionale da Open Fiber: Milano, Bologna, Torino, Perugia, Bari, Napoli, Catania, Venezia, Cagliari, Padova, Palermo, Genova, Bresso, Opera, Buccinasco, RozzanoSettimo Torinese, Sesto San Giovanni, Grugliasco, Orbassano, Collegno, Venaria Reale, UdineSegrate, Prato, Forlì, PescaraPioltello, VimodroneTrevisoMateraSan Donato Milanese, San Giuliano MilaneseSassariBeinasco, Moncalieri, NichelinoAnconaCornaredo, Corsico, Settimo Milanese, Trezzano sul NaviglioPisaSalernoGrossetoBrindisi, Parma, PiacenzaVercelli, VeronaForlìPaviaFirenzeBollate, RhoAlessandria, RivoliLivorno, Sondrio e Lecce.

   

Inoltre, i comuni di Busto Arsizio, Castenaso, Castel Maggiore, Cinisello Balsamo, Ferrara, Latina, Monza, Novara, Quartu Sant’Elena, Siracusa, VareseBrescia e Reggio Emilia, anche se ancora non ufficializzati da comunicati stampa, risultano già disponibili sui siti di Open Fiber e/o Wind Tre.

Dunque, così come successo per ADSL e Misto Fibra Rame FTTC, per rispettare la delibera AGCOM n. 348/18/CONS sul modem libero, Wind Tre ha pubblicato sui rispettivi siti dei due brand i dettagli dei parametri di configurazione della linea in Fibra FTTH, da inserire nel modem alternativo:

  • VLan: 835(data);
  • VLan: 836(voice);
  • Protocol: PPPoE;
  • PPPoE usr: benvenuto;
  • PPPoE pwd: ospite;
  • Encapsulation: LLC;
  • NAT: enabled;
  • COS data: 0 (IEEE 802.1 P);
  • COS voice: 5 (IEEE 802.1 P).

A differenza di altri operatori (come TIM e Vodafone) che si sono adeguati già da tempo al modem libero anche per la Fibra FTTH, Wind Tre specifica sul suo sito una caratteristica che potrebbe rappresentare una limitazione tecnica, anche per quanto riguarda la scelta del modem da utilizzare.

Esempio di modulo SFP.

Infatti, nelle note dell’offerta Absolute si precisa che, per le attivazioni in Fibra FTTH, l’architettura di rete prevede la fornitura gratuita di un modulo SFP (Huawei MA5671A, firmware V800R017C00SPH201), ossia una sorta di “adattatore” da inserire nell’apposito alloggiamento del modem sprovvisto di una porta ottica, così da permettere l’inserimento del cavo in fibra ottica.

Questa soluzione limita però la scelta dell’apparato da utilizzare, dato che pochissimi modem in commercio possiedono uno slot SFP (un esempio è Home&Life Hub Zyxel VMG8825-B, fornito però da Wind Tre in vendita abbinata con altre offerte).

Esempio di utilizzo di un modulo SFP in un modem che prevede l’apposito slot.

La maggior parte dei modem in commercio compatibili con la Fibra FTTH fino a 1000 Mega possiedono solitamente una porta Ethernet di tipo WAN: normalmente, infatti, viene fornita un ONT (Optical Network Termination), ossia un’apparecchio alimentato che converte il segnale ottico in entrata (proveniente in questo caso dalla borchia ottica di Open Fiber) in segnale elettrico, che consente poi di collegare tramite cavo Ethernet il proprio modem alla porta WAN.

La soluzione scelta da Wind Tre privilegia quindi l’utilizzo di modem che prevedono l’ingresso del cavo ottico tramite modulo SFP. Al momento, come detto, questo tipo di modem è una prerogativa degli apparati forniti dagli operatori.

Come anticipato, l’offerta di rete fissa Absolute è disponibile dal 1° Dicembre 2018 online, mentre come raccontato da MondoMobileWeb dal 14 Gennaio 2019 era stata resa attivabile direttamente nei negozi fisici Wind e 3 aderenti.

Le offerte Wind Absolute per il brand Wind, e 3Absolute per il brand 3, sono dedicate esclusivamente ai nuovi clienti Wind Tre che cercano un’offerta senza l’acquisto o l’inclusione del modem in maniera obbligatoria. Il prezzo mensile è di 24,99 euro al mese con attivazione gratuita.

L’offerta prevede di base le chiamate a consumo e, a differenza delle offerte tradizionali con modem incluso, non prevede alcuni vantaggi, come ad esempio la SIM da 100 Giga per Wind e i Giga illimitati per i clienti Tre.

Così come indicato in precedenza per FTTC, anche nel caso si scelga l’offerta Absolute in Fibra FTTH, per conoscere i parametri di configurazione del VoIP, in modo da effettuare e ricevere le chiamate, sarà necessario contattare l’assistenza clienti al numero 155.

Con l’offerta Absolute le chiamate hanno un costo di 0 centesimi di euro al minuto con uno scatto alla risposta di 18 centesimi di euro verso tutti i numeri fissi e mobili nazionali e verso i numeri fissi di Europa Occidentale, USA e CANADA. Per sapere chi chiama è necessario aggiungere il servizio InVista al costo di 2 euro in più al mese IVA inclusa.

Wind Tre, per entrambi i marchi, ricorda che in caso di sottoscrizione dell’offerta Absolute si avranno le seguenti limitazioni:

Sottoscrivendo quest’offerta, il cliente accetta che utilizzando un modem diverso da quelli forniti da Wind/Tre potrebbe non ricevere la qualità di servizio attesa. La velocità internet potrebbe essere diversa da quella comunicata. Wind/Tre non è tenuta a fornire assistenza tecnica sull’installazione e la configurazione del Modem e del Wi-Fi, anche per i dispositivi connessi. Inoltre non verranno inviati aggiornamenti da remoto sul firmware del modem. Wind/Tre si impegna a fornire assistenza gratuita solo in caso di eventuali problemi sulla linea del cliente e mette a disposizione la seguente assistenza tecnica a titolo oneroso: 30 euro per assistenza tecnica nell’installazione del Modem 60 euro per intervento del tecnico in loco.

Per maggiori informazioni e per richiedere l’offerta, si invita a visitare la pagina dedicata sul sito ufficiale dei due brand.

Si ringraziano Andrea e Davide per le segnalazioni.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale Telegram di MondoMobileWeb. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Facebook e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.