Offerte RoamingOperatori di Rete MobileOperatori Virtuali

Roaming UE primo semestre 2022: come si sono adeguati gli operatori di telefonia mobile

Con l’ingresso del 2022 sono iniziati gli ultimi 6 mesi di validità dell’attuale regolamento europeo sul Roaming Like At Home (RLAH), che dal 1° Gennaio 2022 ha portato l’ultimo miglioramento delle condizioni di roaming all’interno dei Paesi dell’Unione Europea per i clienti di telefonia mobile italiani ed europei che vogliono utilizzare la propria offerta nazionale all’estero, in attesa che arrivi il nuovo regolamento.

La validità dell’attuale regolamento UE n. 531/2012, entrato in vigore il 15 Giugno 2017scadrà infatti il 30 Giugno 2022.

La normativa permette innanzitutto di utilizzare i minuti e gli SMS previsti dalla propria offerta nazionale in tutti i paesi dell’Unione Europea, quindi esattamente come in Italia senza limitazioni (salvo deroghe).

Invece, fino ad ora ogni anno i principali operatori di telefonia mobile sono tenuti ad adeguare le condizioni delle offerte aumentando il limite massimo di traffico dati utilizzabile in Europa (se previsto) e diminuendo il costo dell’extrasoglia in caso di superamento di tale limite.

L’aggiornamento per i primi 6 mesi del 2022

Dal 1° Gennaio 2022 è quindi entrato in vigore l’ultimo cambiamento previsto dal primo regolamento sul Roaming UE che scade proprio quest’anno.

Quest’ultimo aggiornamento sarà valido solo fino al 30 Giugno 2022, in attesa che entri in vigore dal 1° Luglio 2022 il nuovo regolamento sul Roaming in UE valido fino al 2032, con una nuova modifica dei valori per il traffico dati nella seconda metà del 2022.

In questo modo, per questo primo semestre del 2022 i clienti dei principali operatori di telefonia mobile italiani ottengono un nuovo aumento della quantità di Giga utilizzabili quando ci si trova negli altri paesi europei e allo stesso tempo anche migliori condizioni in caso di extrasoglia.

Infatti, per quanto riguarda i Giga la regolamentazione europea permette l’utilizzo del proprio traffico dati, alle stesse condizioni nazionali, fino ad un quantitativo massimo nel mese di riferimento, consultabile sul sito ufficiale dell’operatore.

Oltre tale tetto massimo, gli operatori possono applicare un sovrapprezzo, con un costo che varia, al ribasso, ogni anno, attualmente fino al 30 Giugno 2022.

Ogni operatore è anche libero di far utilizzare una quantità maggiore rispetto al limite previsto o anche fino a tutti i Giga dell’offerta alle stesse condizioni nazionali anche in UE, così come è possibile richiedere, come già fatto da alcuni operatori meno strutturati, una deroga ad AGCOM per poter applicare condizioni differenti da quelle previste dalla normativa UE.

Roaming UE primo semestre 2022

Come calcolare i Giga in Roaming UE fino a Giugno 2022 e le novità in arrivo col nuovo regolamento

Di base, per calcolare il quantitativo massimo di internet utilizzabile in Europa, la regola prevede l’applicazione di una formula che cambia ogni anno e permette ad ogni variazione di ottenere sempre più Giga a disposizione.

La formula entrata in vigore dal 1° Gennaio 2022 e che in questo caso sarà valida fino al 30 Giugno 2022 è la seguente: Volume di GB = [importo della propria spesa mensile (IVA esclusa) / 2,5] x 2.

Quest’ultima ha sostituito quella in vigore per tutto il 2021, ossia: Volume di GB = [importo della propria spesa mensile (IVA esclusa) / 3] x 2.

In questo modo, dal 1° Gennaio 2022 il massimale del costo all’ingrosso del traffico dati, che è uno dei fattori della formula per determinare i Giga in UE, è sceso da 3 a 2,5 euro (IVA esclusa) per GB, determinando un nuovo aumento del traffico dati utilizzabile in Unione Europea.

Se verrà confermato, una volta approvato il nuovo regolamento (con alcune novità e miglioramenti per i consumatori), che sarà valido fino al 2032, ci sarà un nuovo abbassamento a 2 euro (IVA esclusa) per GB del massimale del prezzo all’ingrosso già a partire dal 1° Luglio 2022 e fino al 31 Dicembre 2022, con conseguente ulteriore aumento dei Giga.

L’obiettivo del nuovo regolamento è quello di avere poi dal 1° Gennaio 2023 un massimale di 1,80 euro (IVA esclusa) per GB, con nuovi ulteriori abbassamenti dei prezzi e aumento dei Giga ogni anno fino al 2027, quando a partire dal 1° Gennaio 2027 in poi il massimale si stabilizzerà a 1 euro (IVA esclusa) per GB fino alla nuova scadenza del 2032.

Nuovo costo extrasoglia e altre info

In generale, se il volume di traffico dati risultante dalla formula è superiore al traffico dati previsto dalla propria offerta, si potrà utilizzare in Unione Europa l’intero pacchetto di Giga previsti.

Terminati i Giga utilizzabili in UE, si naviga in extrasoglia secondo il coefficiente previsto per ogni anno (salvo deroghe): durante il primo semestre del 2022 si applica dunque un nuovo costo di circa 0,30 centesimi di euro IVA inclusa per ogni MB consumato.

Si ricorda che le norme sul Roaming Like at Home sono intese per coloro che viaggiano occasionalmente al di fuori del proprio paese. È considerato un uso corretto dei servizi di roaming quando si trascorre più tempo o si utilizza più spesso il telefono cellulare nel proprio paese piuttosto che all’estero.

Nell’ambito della politica sull’uso corretto, l’operatore ha la possibilità di monitorare e verificare l’attività in roaming del proprio cliente negli ultimi 4 mesi. Se, nel corso di tale periodo, il consumatore ha trascorso più tempo all’estero che nel proprio paese o l’uso in roaming supera l’uso nazionale, l’operatore può contattare il cliente, chiedendogli di chiarire la situazione entro 14 giorni.

L’adeguamento (anche in anticipo) degli operatori italiani

L’adeguamento alle nuove soglie è quindi previsto di norma a partire dal 1° Gennaio, ma diversi operatori italiani anche quest’anno hanno deciso di adeguarsi in anticipo.

In particolare, come già raccontato in dettaglio, nelle ultime settimane del 2021 si sono adeguati in ordine TIM, WINDTRE, Kena, PosteMobile, CoopVoce, Very Mobile, ho. Mobile e Iliad.

Di seguito invece viene proposto un riepilogo di come si sono adeguati ad oggi, 6 Gennaio 2022, tutti i principali operatori di rete mobile italiani alle novità in vigore dal 1° Gennaio 2022, e valide fino al 30 Giugno 2022, dell’attuale normativa sul roaming nei paesi dell’Unione Europea.

Per conoscere le anteprime, le notizie, le novità e gli approfondimenti sul mondo della telefonia, è possibile seguire MondoMobileWeb su Google News, cliccando sulla stellina o su “Segui”.

Europa 2022

TIM

Come detto TIM è uno degli operatori che ha deciso di anticipare le novità del Roaming in UE previste per il primo semestre del 2022. In particolare, l’operatore si è adeguato dal 28 Novembre 2021, data a a partire dalla quale i clienti hanno beneficiato di un aumento del tetto massimo dei Giga utilizzabili in Roaming UE.

Allo stesso modo, TIM ha anticipato anche la diminuzione della tariffa a consumo che viene applicata in caso di superamento della quantità di Giga utilizzabili in Unione Europea: dal 28 Novembre 2021 la tariffa è infatti scesa a 0,297 centesimi di euro per ogni Megabyte (IVA inclusa).

L’operatore di rete TIM consente di utilizzare tutti i minuti e gli SMS anche in Europa, come da delibera, mentre per i Giga preferisce usare dei limiti personalizzati in base all’offerta.

Ad esempio, in una tariffa con 20 Giga di traffico dati, si potrebbero visualizzare dei contatori separati, di cui uno con un bundle da 5 Giga valido sia in Italia che nei paesi UE. Lo stesso discorso vale anche per le opzioni dati aggiuntive, che potrebbero avere un contatore dedicato al bundle valido sia in Italia che in Europa.

Vodafone

Vodafone applica sempre in maniera esatta la normativa europea, sia per quanto riguarda i minuti ed SMS, sia per i Giga, che vengono calcolati secondo la formula vigente ogni anno.

L’operatore permette di conoscere la quantità di Giga in UE tramite la pagina dedicata con il tool apposito, ma ad oggi, 6 Gennaio 2022, la pagina in questione non è ancora aggiornata alle nuove soglie.

Sulla stessa pagina viene riportata anche una lista di alcune offerte standard consumer di Vodafone, in questo caso con i Giga disponibili in UE, in alcuni casi anche con più traffico dati rispetto alla formula.

Se il cliente Vodafone termina i Giga che può utilizzare in Roaming UE, riceverà un SMS di notifica e continuerà a navigare con un costo aggiuntivo: al momento non è stato reso noto il valore esatto del primo semestre 2022, ma come gli altri operatori dovrebbe essere di circa 0,30 centesimi di euro per ogni MB.

WINDTRE

WINDTRE ha deciso di adeguare le soglie del Roaming in UE in anticipo, precisamente a partire dal 6 Dicembre 2021.

L’operatore segue comunque la normativa RLAH per minuti ed SMS, mentre per il traffico dati applica la limitazione con l’apposita formula.

Dunque, durante il primo semestre del 2022, come riporta lo strumento dedicato presente sul sito dell’operatore, se ad esempio si ha attiva una tariffa da 7,99 euro mensili, il quantitativo di Giga utilizzabile in Europa sarà all’incirca di 5,3GB.

Il cliente riceve una notifica all’esaurimento della soglia, in cui verrà indicato l’eventuale sovrapprezzo applicato, che dal 1° Gennaio al 30 Giugno 2022 è di 0,305 centesimi di euro per ogni Megabyte consumato.

Iliad

Iliad ha cominciato a proporre in anticipo le nuove soglie in Roaming UE del primo semestre 2022 ai nuovi clienti che dal 2 Dicembre 2021 attivano l’offerta Flash 150 a 9,99 euro al mese, poiché con il lancio di questa nuova offerta ha reso disponibili i nuovi valori.

Invece, per tutti gli altri clienti con le altre offerte Iliad l’adeguamento è arrivato a partire dal 29 Dicembre 2021, quando l’operatore ha aggiornato i documenti ufficiali e le pagine del sito dedicate al Roaming UE di ogni singola offerta tariffaria.

Si ricorda che Iliad rispetta la normativa per quanto riguarda minuti ed SMS, ma per il traffico dati utilizza delle soglie personalizzate in base all’offerta tariffaria. Si tratta di quantitativi maggiori rispetto al minimo previsto dalla formula.

Prendendo in considerazione le attuali offerte Iliad in commercio, sia per nuovi che già clienti, sono previste le seguenti soglie di Giga in UE: Iliad Voce a 4,99 euro al mese con tutti i 40MB, Iliad Giga 40 a 6,99 euro al mese con 5 Giga in roaming, Iliad Giga 80 a 7,99 euro al mese con 6 Giga mensili in roaming UE, e Iliad Giga 120 e Iliad Flash 150 a 9,99 euro al mese che prevedono adesso 7 Giga ogni mese in roaming.

Per quanto riguarda l’extrasoglia una volta terminati i Giga inclusi in UE, la tariffa per il primo semestre del 2022 è pari a 0,305 centesimi di euro IVA inclusa per singolo Megabyte.

Fastweb

Negli ultimi anni Fastweb è stato uno degli operatori italiani che ha usufruito della deroga da parte dell’AGCOM, con l’autorizzazione all’applicazione di un sovrapprezzo ai servizi in Roaming in UE.

L’ultima deroga era stata autorizzata con la delibera 232/21/CONS pubblicata il 30 Luglio 2021, questa volta con una scadenza fissata al 20 Dicembre 2021, mentre solitamente l’operatore aveva ricevuto autorizzazioni di durata annuale.

Scaduta la deroga Fastweb ha aggiornato negli ultimi giorni del 2021 il suo sito, inserendo delle nuove soglie di minuti, SMS e Giga utilizzabili in Roaming UE, maggiori rispetto al passato.

In precedenza, avendo ottenuto la deroga di AGCOM, con Fastweb era possibile utilizzare in roaming UE i minuti, SMS e Giga disponibili in Italia con soglie differenti e più basse rispetto a quanto previsto dalla normativa, ad esempio fino ad un massimo di 500 minuti e 100 SMS, mentre per quanto riguarda il traffico dati era previsto un limite fisso di 4 Giga mensili per tutte le offerte.

Adesso, invece, Fastweb permette di usare, come previsto dalla normativa, tutti i minuti e gli SMS inclusi nella propria offerta mobile nazionale, mentre per i Giga c’è un limite calcolato in base al costo mensile.

A questo proposito, alle attuali offerte in commercio Fastweb sta applicando delle soglie personalizzate, con un quantitativo di traffico dati arrotondato per eccesso rispetto al minimo stabilito dal calcolo tramite la formula.

Ad esempio, con l’offerta Fastweb Mobile a 7,95 euro al mese sono utilizzabili in roaming 6 Giga ogni mese (mentre con la formula per il primo semestre 2022 dovrebbero essere circa 5,3 Giga).

Con Fastweb Mobile Maxi a 10,95 euro al mese sono previsti 8 Giga al mese, mentre Fastweb Mobile Dati a 19,95 euro al mese include in roaming 14 Giga mensili.

L’operatore sul suo sito definisce “Roaming esteso” le sue attuali condizioni, in quanto le stesse tariffe di roaming in UE sono valide anche per il Regno Unito (già dal 2021 nonostante la Brexit) e come succede già da tempo anche per la Svizzera.

telefonia mobile

Kena

Kena Mobile, operatore virtuale e secondo brand di TIM, ha adeguato in anticipo le soglie del Roaming in UE per i primi 6 mesi del 2022 delle sue offerte già a partire dal 1° Dicembre 2021, dal primo rinnovo successivo a questa data.

In questo modo già da un mese i clienti Kena Mobile che viaggiano in UE hanno avuto l’aumento dei Giga e l’adeguamento della tariffa extrasoglia.

Kena rispetta la delibera europea per cui consente di utilizzare tutti i minuti e gli SMS, mentre per i Giga utilizza spesso delle soglie arrotondate per eccesso che si avvicinano a quelle previste dalla formula dell’anno in corso. Kena specifica inoltre che attualmente i Giga in roaming UE sono utilizzabili al massimo sotto rete 3G.

Ad esempio, l’attuale offerta Kena 7,99 Special a 7,99 euro al mese include ora 5,5 Giga in roaming UE, mentre la formula ne prevede un minimo di 5,3 Giga.

La tariffa extrasoglia in roaming UE è quindi pari, fino al 30 Giugno 2022, a 0,30 centesimi di euro per ogni Megabyte consumato.

ho. Mobile

Anche ho. Mobile, operatore virtuale e secondo brand consumer di Vodafone, è uno di quelli che ha deciso di adeguarsi in anticipo per l’applicazione delle nuove soglie in Roaming UE previste fino a Giugno 2022.

Già con il lancio il 20 Dicembre 2021 dell’offerta ho. 8.99 150 Giga l’operatore aveva inserito il nuovo limite di Giga per questa nuova promo, mentre come già raccontato l’adeguamento per tutto il resto delle offerte ho. Mobile è arrivato dal 22 Dicembre 2021.

ho. Mobile utilizza lo stesso meccanismo del brand principale Vodafone, e dunque rispetta la normativa per minuti ed SMS, mentre il limite di Giga si calcola con la consueta formula.

L’operatore virtuale ha aggiornato anche la tariffa extrasoglia che si applica in caso di superamento del bundle di Giga disponibili in roaming UE, che per il primo semestre 2022 è pari a 0,30 centesimi di euro (IVA inclusa) per ogni MB consumato.

Very Mobile

Very Mobile, operatore virtuale e secondo brand consumer di WINDTRE, ha adeguato in anticipo le sue offerte alle nuove soglie del Roaming UE per il primo semestre 2022.

Nello specifico, già con l’offerta Very Xmas 9,99 lanciata il 10 Dicembre 2021 era presente il limite di Giga conforme alla nuova formula della prima parte del 2022. Invece, come già raccontato, solo negli ultimi giorni del 2021 l’operatore ha aggiornato anche tutte le soglie delle altre offerte.

Very Mobile, così come avviene con il brand principale, applica esattamente la regolamentazione europea, con la possibilità di utilizzare alle stesse condizioni nazionali minuti e SMS, mentre per internet Very applica la limitazione con l’apposita formula.

In caso di extrasoglia per la navigazione dati, il costo per il primo semestre 2022 sarà di 0,305 centesimi di euro per ogni Megabyte consumato.

Europa

PosteMobile

L’operatore virtuale PosteMobile aveva già anticipato a metà Dicembre 2021 l’adeguamento alle nuove tariffe per il roaming europeo previste dal 1° Gennaio al 30 Giugno 2022.

Con PosteMobile tutti i minuti e gli SMS previsti dall’offerta possono essere utilizzati in Unione Europea senza limitazioni, mentre per il traffico dati il quantitativo di Giga disponibili in roaming europeo dipende dall’importo del canone dell’offerta nazionale ed è calcolato con la formula dedicata.

Come indicato già da metà Dicembre 2021, la nuova tariffa extrasoglia dati in UE è pari a 0,30 centesimi di euro per ogni MB consumato, in base ai KB effettivamente consumati e fino all’esaurimento del pacchetto di Giga previsto dall’offerta nazionale.

CoopVoce

CoopVoce, operatore virtuale Full MVNO, ha aggiornato in anticipo, negli ultimi giorni del 2021, le soglie del traffico dati utilizzabile in Roaming UE delle sue attuali offerte in commercio e valide per il primo semestre 2022.

Bisogna innanzitutto premettere che nel corso del 2021 è cambiato il meccanismo applicato da CoopVoce per l’utilizzo del roaming in Unione Europea.

In precedenza, fino al 25 Agosto 2021, con tutte le offerte CoopVoce era permesso l’utilizzo di minuti, SMS e anche del traffico dati nazionale senza alcuna limitazione, senza quindi applicare la formula della normativa. Ciò significa che era l’unico operatore a permettere di utilizzare in UE interamente i bundle di minuti, SMS e Giga previsti dalla propria offerta nazionale.

Invece, con le offerte Evo 100 e Evo 30 lanciate dal 26 Agosto 2021, questa caratteristica è stata mantenuta solo per un determinato periodo di tempo, in particolare esclusivamente per i primi 30 giorni di permanenza in Unione Europea (e nel Regno Unito per adesso).

Dopo i primi 30 giorni, CoopVoce applica invece la regolamentazione europea, con minuti e SMS alle stesse condizioni nazionali ma un tetto mensile per il traffico dati, calcolato in base al costo della propria offerta tariffaria.

Inizialmente il nuovo meccanismo era stato applicato solo alle offerte Evo 100 e Evo 30, ma di recente nelle note presenti nel sito ufficiale dell’operatore è stato specificato che anche nelle altre offerte CoopVoce ultimamente disponibili, ovvero Evo 50, Evo 10 (chiuse dal 1° Gennaio 2022) e Web 30, è presente lo stesso meccanismo previsto da Evo 100 e Evo 30, ma soltanto per le nuove attivazioni dal 15 Settembre 2021.

Bisogna specificare che con questo nuovo meccanismo la soglia di Giga che viene applicata dopo i primi 30 giorni di permanenza in Roaming è personalizzata, in quanto CoopVoce ha inserito dei valori arrotondati per eccesso rispetto al minimo calcolato con la formula, dunque con più Giga del previsto.

Ad esempio, Evo 100 a 8,90 euro al mese prevede dopo 30 giorni un limite di 7 Giga mensili (mentre con la formula valida per il primo semestre 2022 dovrebbero essere circa 5,9 Giga).

Spusu

L’operatore virtuale Spusu rispetta in maniera esatta il regolamento sul roaming europeo, per cui è possibile usare senza limitazioni i minuti e gli SMS della propria offerta nazionale, mentre per i Giga viene applicata la consueta formula.

Ad esempio, con l’offerta Spusu 50 a 5,98 euro al mese l’operatore specifica adesso sulla pagine dedicata che sono inclusi 3,92 Giga al mese per questo primo semestre del 2022. Nel documento di trasparenza tariffaria pubblicato nel 2020 era stato invece anticipato un valore (probabilmente arrotondato) di 4 Giga.

Tiscali

L’operatore virtuale Tiscali aveva usufruito in passato, fino a Luglio 2020, dell’autorizzazione AGCOM per l’applicazione del sovrapprezzo in roaming UE.

Tuttavia, già dallo scorso anno Tiscali non ha più richiesto alcuna deroga, per cui anche nel primo semestre del 2022 l’operatore virtuale segue la normativa europea per minuti e SMS e la formula per calcolare il quantitativo di Giga, così come le tariffe extrasoglia.

Rabona Mobile

Rabona Mobile applica la normativa sul roaming europeo, e dunque permette di utilizzare minuti ed SMS senza limitazioni anche in UE, mentre per i Giga vale sempre la formula che calcola il quantitativo in base al costo mensile.

Feder Mobile

Feder Mobile, operatore virtuale che ha debuttato a Luglio 2021, ha specificato sin da subito che tutte le sue offerte sono utilizzabili anche in Roaming UE secondo la normativa, quindi alle stesse condizioni nazionali per minuti e SMS ma con un limite al traffico dati disponibile ogni mese, calcolabile tramite la solita formula.

Inoltre, l’operatore sottolinea attualmente sul suo sito che in Unione Europea i Giga saranno utilizzabili al massimo in 3G.

Noitel

Noitel ha aggiornato le sue soglie dal 1° Gennaio 2022: l’operatore rispetta sempre la delibera sul roaming europeo, e dunque permette di utilizzare minuti ed SMS senza limitazioni anche in UE, mentre per i Giga vale la formula che calcola il quantitativo in base al costo ricorrente.

1Mobile

L’operatore virtuale 1Mobile permette sempre di utilizzare i minuti e gli SMS inclusi nella propria offerta nazionale anche in UE, secondo le regole vigenti, e per i Giga applica la formula in base al costo della propria offerta.

Digi Mobil

Digi Mobil, operatore virtuale Full MVNO, ha ricevuto lo scorso Ottobre 2021 con la delibera 292/21/CONS una nuova autorizzazione dall’AGCOM per applicare un sovrapprezzo ai servizi di comunicazione in roaming nei Paesi dell’Unione Europea.

Rispetto alle precedenti autorizzazioni di durata annuale, questa nuova deroga durerà meno del solito, ossia solo per 6 mesi a far data dal 5 Ottobre 2021 (quindi più o meno intorno al 5 Aprile 2022), e inoltre anche con soglie di sovrapprezzo più basse rispetto al massimo applicabile.

Dal 5 Ottobre 2021, le soglie massime di sovrapprezzo che Digi Mobil può applicare per questi 6 mesi sono di 1,5 centesimi di euro al minuto IVA esclusa per le chiamate uscenti, 0,2 centesimi di euro IVA esclusa per SMS uscenti, e 0,15 centesimi di euro IVA esclusa per singolo Megabyte al traffico dati.

Digi Mobil consente quindi di utilizzare nelle sue offerte tariffarie tutti i minuti e gli SMS dell’offerta nazionale anche in Unione Europea, mentre, per via dell’autorizzazione dell’AGCOM, il traffico dati della propria offerta non è disponibile in roaming in Europa se non utilizzando la tariffa a consumo di 0,18 centesimi di euro per ogni MB.

In alternativadal 2019 Digi Mobil ha messo a disposizione l’opzione denominata Naviga Europa, che dal 2021 prevede un bundle di 2 Giga utilizzabile nei paesi dell’Unione Europea al costo di 3 euro per un mese. Sono previste al massimo 20 riattivazioni per ogni mese.

NTmobile

NTmobile, operatore virtuale di Nextus Telecom, consente di utilizzare la propria offerta per minuti e SMS alle stesse condizioni nazionali anche in roaming in UE, mentre per i Giga utilizza soglie arrotondate per eccesso che si avvicinano a quelle previste dalla formula dell’anno in corso (in questo caso fino al 30 Giugno 2022), con scatti anticipati di 1MB.

Lycamobile

Lycamobile permette di utilizzare minuti ed SMS come in Italia, invece per la navigazione dati in alcuni casi è presente un limite in base al costo e alla quantità di Giga inclusi nell’offerta. Si avrà così un quantitativo minore di Giga in UE rispetto a quanto prevedrebbe la formula della normativa.

Optima Mobile

L’operatore virtuale Optima Mobile si dichiara rispettoso delle regole sul roaming europeo, per cui è possibile utilizzare minuti ed SMS della propria offerta senza problemi in Europa, invece per i Giga si usa l’apposita formula.

Roaming UE Regno Unito

Paesi inclusi in Roaming UE e situazione Regno Unito dopo la Brexit

I Paesi in cui è valida la regolamentazione con le novità introdotte dal 1° Gennaio 2022 e valide fino al 30 Giugno 2022 sono tutti quelli dell’Unione Europea, a cui si aggiungono i Paesi della Area Economica Europea (EEA): Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Croazia, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, (inclusi Guadalupa, Guyana francese, La Reunion, Mayotte, Martinica) Germania, Gibilterra, Grecia, Irlanda, Islanda, Lettonia, Liechtenstein, Lituania, Lussemburgo, Malta, Norvegia, Olanda, Polonia, Portogallo, Repubblica Ceca, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia, Ungheria.

Il Regno Unito, per via del completamento della Brexit, dal 1° Gennaio 2021 non fa più ufficialmente parte dell’Unione Europea, e pertanto teoricamente non sarebbe più incluso nei paesi in cui è possibile sfruttare il regolamento Roaming Like At Home.

Tuttavia, attualmente nessun operatore italiano ha cambiato le condizioni di Roaming per il Regno Unito, per cui fino a nuova comunicazione rimane inalterata la possibilità di utilizzare la propria offerta a condizioni nazionali anche in UK, con le stesse normative dei paesi UE.

Già dallo scorso anno TIM, Vodafone, WINDTRE e Fastweb hanno dichiarato che fino a diversa comunicazione manterranno inalterate le condizioni.

Iliad ha invece deciso di introdurre una scadenza all’interno delle brochure prezzi delle sue offerte: nella sezione dedicata al Roaming, il Regno Unito è infatti inserito nella lista dei Paesi validi per il roaming UE, ma con la dicitura “fino al 31 Dicembre 2022”.

Anche lo scorso anno era presente una data di scadenza, ma questa era stata fissata inizialmente al 31 Dicembre 2021. Se non ci dovesse essere una ulteriore proroga come accaduto quest’anno, non è ancora chiaro cosa succederà dopo con Iliad.

In generale, il comportamento sul Roaming Like At Home in Regno Unito è a discrezione dei singoli operatori italiani, in base ai propri accordi con gli operatori britannici, quindi in futuro potranno decidere se continuare ad includere l’uso dei propri bundle nazionali anche quando ci si trova nel Regno Unito o meno.

 

Per rimanere sempre aggiornati sui nuovi articoli di MondoMobileWeb è possibile unirsi gratis al canale ufficiale di Telegram.

Seguici anche su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Condividi le tue opinioni o esperienze nei commenti.

Altre Notizie

Back to top button