PosteMobileReti e Frequenze

PosteMobile avvisa clienti con SIM ESP su rete Vodafone della prossima dismissione del 3G

L’operatore virtuale PosteMobile sta informando alcuni suoi già clienti, precisamente coloro che hanno ancora attiva una SIM di tipo ESP sotto rete Vodafone, che a breve quest’ultimo operatore avvierà il processo graduale di spegnimento della tecnologia 3G dalla propria rete, in favore di un potenziamento del 4G. Nessuna data invece per il passaggio delle SIM PosteMobile Full su rete Vodafone.

L’operatore virtuale di PostePay (gruppo Poste Italiane) ha quindi pubblicato nelle ultime ore un avviso sul suo sito ufficiale, dedicato però solamente ai possessori di SIM di tipo ESP.

Si ricorda infatti che le SIM PosteMobile ESP attivate prima del 14 Luglio 2014 si appoggiavano alla rete Vodafone, mentre successivamente con il passaggio alla piattaforma Full MVNO sono state rese disponibili delle nuove SIM PosteMobile che si agganciavano alla rete dell’ex brand Wind, adesso di WINDTRE.

La commercializzazione delle nuove SIM Full MVNO, attualmente su rete WINDTRE, non aveva però impattato le precedenti SIM, per cui fino ad ora i clienti PosteMobile ESP sono rimasti sempre sotto rete Vodafone.

Di seguito l’avviso integrale apparso nella pagina “Per il Consumatore” del sito ufficiale PosteMobile:

PROGRESSIVA RIDUZIONE DELLE RISORSE DI RETE SU TECNOLOGIA 3G. INFORMAZIONE PER I CLIENTI CHE HANNO ATTIVATO UNA SIM POSTEMOBILE PRIMA DEL 14 LUGLIO 2014

Per proseguire il potenziamento delle infrastrutture di rete e per favorire una migliore esperienza con servizi di nuova generazione, il nostro fornitore di rete ci ha comunicato che verrà effettuata una progressiva riduzione delle risorse di rete su tecnologia 3G a partire dal 25 gennaio 2021, fino a completarne la dismissione entro il 28 febbraio 2021. Si informano i clienti che hanno attivato una SIM PosteMobile prima del 14 luglio 2014 che per tutti i dispositivi e servizi in 2G e 4G la continuità di servizio sarà garantita senza nessun impatto rispetto alla situazione attuale. I dispositivi connessi attraverso tecnologia 3G e quindi non abilitati al 4G potranno continuare ad effettuare chiamate e inviare SMS, ma potrebbero non riuscire ad effettuare la navigazione Internet. Per usufruire delle potenzialità della rete 4G per la navigazione in Internet, è possibile utilizzare la SIM con un dispositivo abilitato al 4G.

Dunque, appoggiandosi ancora alla rete Vodafone, anche le SIM PosteMobile ESP saranno impattate dalla progressiva dismissione della tecnologia 3G.

Come già raccontato, Vodafone aveva cominciato ad informare già dal 30 Settembre 2020 della progressiva riduzione delle risorse di rete 3G, che porterà poi alla definitiva dismissione della tecnologia 3G dalla rete Vodafone.

Se inizialmente il tutto era previsto fra Novembre 2020 e la fine di Gennaio 2021, dopo un primo slittamento da alcuni giorni Vodafone ha invece comunicato le nuove date, riportate anche nell’avviso di PosteMobile, cioè con avvio delle operazioni dal 25 Gennaio 2021 e con conclusione prevista entro il 28 Febbraio 2021.

Si ricorda che le frequenze utilizzate finora da Vodafone per la tecnologia 3G, introdotta in Italia dall’operatore rosso nel 2004, verranno riutilizzate in combinazione con quelle già in uso per il 4G per potenziare questa tecnologia di rete e, in futuro, per il 5G.

Per conoscere tutte le novità degli operatori di telefonia, è possibile unirsi gratuitamente al canale Telegram di MondoMobileWeb e rimanere sempre aggiornati sul mondo della telefonia mobile.

3G Vodafone

L’avviso di PosteMobile per le sue SIM ESP su rete Vodafone si aggiunge dunque a quelli già fatti nelle settimane scorse anche anche da alcuni altri virtuali sotto rete Vodafone, fra cui lo stesso semivirtuale ho. Mobile di Vodafone, 1MobileNTmobileRabona Mobile e WithU Mobile, ma presto toccherà probabilmente a tutti gli altri.

A questo proposito, si segnala che nelle ultime ore anche Noitel (operatore virtuale brand di Irideos) ha inserito sul suo sito ufficiale un avviso relativo alla dismissione del 3G della rete Vodafone, a cui si appoggia tramite l’aggregatore Plintron, e che in questo caso coinvolgerà anche tutti i suoi vari ATR come ad esempio Netoip, Sija, UniPoste Mobile (i quali non hanno ancora comunicato nulla). L’avviso di Noitel riporta però ancora le vecchie date e non quelle recentemente aggiornate.

Tornando a PosteMobile, l’operatore ricorda che i clienti con SIM ESP attivate prima del 14 Luglio 2014, per via del progressivo spegnimento della tecnologia 3G, avranno garantiti i servizi su reti 2G e 4G, ma potrebbero incontrare alcune problematiche se si utilizzano dispositivi non abilitati al 4G, i quali potranno continuare a chiamare e mandare SMS, ma potrebbero non riuscire a navigare su internet, soprattutto durante le chiamate.

In questo senso, PosteMobile sottolinea anche che per evitare di incorrere in queste problematiche, bisognerà utilizzare uno smartphone compatibile con la tecnologia 4G e abilitare la navigazione su rete LTE.

PosteMobile ESP dismissione 3G

Come detto, l’avviso pubblicato in queste ore sul sito PosteMobile riguarda soltanto le SIM ESP dell’operatore virtuale di PostePay.

Tuttavia, come già comunicato ufficialmente da Vodafone e PosteMobilepresto anche le SIM PosteMobile Fullattualmente su rete WINDTRE, passeranno sotto rete mobile Vodafone per le nuove attivazioni e per i già clienti Full.

Questo passaggio, di cui non si conosce ancora la data, non comporterà il cambio delle SIM per i già clienti PosteMobile in quanto quest’ultimo è operatore virtuale di tipo Full MVNO.

Quando avverrà ufficialmente il passaggio alla rete Vodafone anche per i clienti con questo tipo di SIM PosteMobile, anche questi dovrebbero essere impattati dallo switch off della tecnologia 3G e quindi non potranno più usare questa rete.

 

Per ricevere notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram.

Seguite MondoMobileWeb su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

MondoMobile.News

Back to top button