Reti e FrequenzeVodafone

Vodafone: roadmap con i primi comuni coinvolti dalla dismissione del 3G

In vista della graduale dismissione del 3G che partirà nelle prossime settimane, Vodafone ha reso nota una roadmap che specifica una lista di alcuni comuni che saranno coinvolti in dei periodi ben precisi, prima della conclusione dell’operazione in tutta Italia prevista entro fine Gennaio 2021.

Come già raccontato in dettaglio, lo scorso 30 Settembre 2020 Vodafone aveva annunciato ufficialmente che dal mese di Novembre 2020 sarebbe cominciata una progressiva riduzione delle risorse di rete 3G, mentre la dismissione della tecnologia 3G dalla rete Vodafone sarà completata definitivamente entro il 31 Gennaio 2021.

Le frequenze utilizzate fino ad ora da Vodafone per la sua tecnologia 3G, introdotta in Italia dall’operatore rosso nel 2004, verranno inoltre riutilizzate in combinazione con quelle già in uso per il 4G per potenziare questa tecnologia di rete e, in futuro, per il 5G.

Per informare i propri clienti delle conseguenze e degli adeguamenti da effettuare in vista dello switch off del 3G, l’operatore aveva reso disponibile delle pagine informative dedicate, sia per la clientela consumer che Business.

Proprio in quest’ultimo caso, la pagina informativa per i clienti Vodafone Business presente sul sito dell’operatore si è aggiornata con l’inserimento di un documento che contiene il piano di dismissione dettagliato per singolo comune con indicazione della programmazione dell’operazione di spegnimento.

L’informativa è stata resa ai clienti Business probabilmente per fornire una maggiore trasparenza e per garantire una corretta programmazione nel caso sia necessario un adeguamento.

dismissione 3G 4G

Se fino ad ora Vodafone aveva indicato genericamente il mese di Novembre 2020 come periodo di avvio dell’operazione, grazie a questo documento viene chiarito che il piano di dismissione del 3G partirà effettivamente dal 30 Novembre 2020, per poi completarsi gradualmente entro la fine del mese di Gennaio 2021.

In particolare, dal 1° Dicembre 2020 al 15 Gennaio 2021 le attività interesseranno circa 1614 comuni, quindi solo una ristretta parte del territorio nazionale. Nel documento pubblicato sul sito di Vodafone è presente la lista dettagliata dei comuni che saranno coinvolti in questa prima fase (ecco il documento ufficiale).

Ancora più nello specifico, nel periodo che andrà dal 1° al 15 Dicembre 2020 saranno coinvolti dall’avvio delle operazioni di dismissione del 3G di Vodafone un totale di 574 comuni. Nessuna operazione di dismissione della tecnologia 3G è invece programmata nel periodo fra il 16 e il 31 Dicembre 2020.

Nel periodo tra il 1° e il 15 Gennaio 2021 le operazioni di dismissione del 3G coinvolgeranno poi altri 1040 comuni italiani.

Infine, dal 15 al 31 Gennaio 2021 saranno coinvolti tutti i restanti comuni (quindi quelli non presenti nella lista) per completare le operazioni di dismissione della tecnologia 3G su tutto il territorio nazionale, raggiungendo così il 100% dei comuni italiani (in totale 7903). Tutte le attività relative alla dismissione si concluderanno comunque entro il 31 gennaio 2021.

Vodafone

Si ricorda che fra tutti quelli che effettueranno la dismissione del 3G entro Gennaio 2021, circa 1100 nuovi comuni saranno raggiunti dalla tecnologia 4G di Vodafone, aumentando così la copertura di quest’ultima.

Oltre a Vodafone e il suo semivirtuale ho. Mobile, che hanno già avvisato i propri clienti dell’imminente dismissione del 3G, anche gli operatori virtuali sotto rete Vodafone hanno cominciato ad avvisare sui rispettivi siti la propria clientela di questo processo.

Al momento lo hanno già fatto 1Mobile ed NTmobile, ma probabilmente presto toccherà a tutti gli altri MVNO che utilizzano la rete Vodafone.

Si ringraziano Davide, Ernesto, Gioser, Mario e Simone per le prime segnalazioni

 

Per ricevere notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram.

Seguite MondoMobileWeb su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Continua a leggere

Back to top button