TelecomunicazioniRumorsVery Mobile

WTRE: spunta la data del 16 Marzo 2020 per il brand unico W3 di Wind e 3

Non si fermano le voci sul brand unico dell’operatore congiunto Wind Tre, con un nuovo e importante passo avanti: secondo alcune indiscrezioni, W3 (o WTRE) potrebbe essere lanciato il 16 Marzo 2020.

Quella della data di lancio rappresenta l’ultima importante indiscrezione sui progetti dell’operatore, che potrebbe dunque presentare sul mercato il suo brand unico tra meno di un mese.

Quest’ultima ipotesi segue la scia delle più recenti voci circolate nelle ultime ore, che riguardano un evento che dovrebbe svolgersi il 6 Marzo 2020, in cui potrebbe essere presentata la Super Rete 5G. Se così fosse, si avvicina finalmente il completamento dell’integrazione commerciale dei brand, a oltre tre anni di distanza dalla fusione.

Wind Tre brand unico

I due operatori Wind e Tre completarono il loro processo di fusione il 31 Dicembre del 2016, dando vita al più grande player del settore in Italia. La Joint Venture però aveva anche aperto le porte allo sbarco di Iliad in Italia, con accordi di cessione di alcuni assets (era in corsa anche Fastweb) approvati dalla Commissione Europea per garantire un’equilibrio concorrenziale nel mercato.

Sin dalla fusione, guidata da Maximo Ibarra (adesso alla guida di Sky Italia) i due brand Wind e Tre hanno continuato a operare separatamente nel mercato consumer. Nel mercato business, invece, l’operatore congiunto ha operato sin dall’inizio con un solo marchio, chiamato Wind Tre Business

Nella primavera del 2017, infatti, il CEO di Wind Tre aveva sottolineato che Wind sarebbe stato orientato alle famiglie e alla convergenza fisso-mobile, mentre Tre si sarebbe concentrato sui millennials e sulla digital innovation.

È però indubbio che i due brand abbiano proposto negli scorsi anni offerte molto simili tra loro, seguendo una strategia commerciale per certi versi condivisa. Ciò è anche dovuto al netto mutamento degli assetti societari, avvenuto a Settembre 2018.

In quel periodo, infatti, CK Hutchison decise di rilevare la quota dei russi di Veon, diventando proprietaria al 100% di Wind Tre e promettendo una maggiore spinta proprio nel processo di consolidamento dei due brand. Ad oggi, dunque, Wind Tre è totalmente di proprietà dei cinesi di CK che utilizzano il loro marchio 3 anche in altri Paesi. Da qui, i possibili nomi w3 e wtre, che mantengono il numero o la parola che rappresenta quello che è, a tutti gli effetti, il brand principale per la società.

Wind Tre brand unico w3 WTre
Foto di MondoMobileWeb.it. Tutti i diritti sono riservati.

L’importante mutamento societario seguiva di pochi mesi il lancio di Iliad, l’operatore francese che ha fortemente impattato sulle performances finanziarie dei big italiani. Mentre TIM e Vodafone avevano reagito prontamente con i semivirtuali Kena Mobile e ho. mobile, riuscendo ad assorbire in parte le numerose portabilità di quel periodo, Wind Tre decise di restare operativo con i suoi due storici brand non integrati, adattandosi alle mutate condizioni competitive con nuove offerte commerciali al ribasso, come da tendenza.

L’arrivo di Iliad ha fortemente impattato sull’andamento generale dell’operatore, il più colpito in assoluto in termini di perdita di customer base: nel 2018, l’AGCOM mostrava infatti un saldo negativo per 1.718.000 unità di clienti, con un crollo delle linee in ingresso. Anche nell’ultimo Osservatorio aggiornato al mese di Settembre 2019, Wind Tre mostra la più elevata percentuale di linee in uscita nell’intero mercato, pari a circa il 30% del totale.

Nonostante il terremoto causato da Iliad e le difficoltà dell’operatore, il processo di integrazione doveva però proseguire, e questa passava necessariamente dall’unione della rete.

Lo sviluppo della Super Rete di Wind Tre è stato molto travagliato, subendo vistosi rallentamenti nel 2018 a causa del ban subito da ZTE, partner strategico dell’azienda per la realizzazione della rete unica.

Dopo il congelamento dei lavori, il rientro in campo di ZTE, affiancato dal secondo partner Ericsson, ha permesso all’operatore di accelerare i lavori per coprire le province italiane con la sua rete 5G Ready. Di pari passo alla ripresa dei lavori per la rete, Wind Tre ha anche deciso di puntare su una rinnovata strategia commerciale, volta ad “adottare l’ottica del cliente” per migliorare costantemente i servizi offerti.

Da qui, la necessità di ridurre i costi e favorire l’integrazione tramite la riduzione della duplicazione di figure di responsabilità e con il Progetto PISA. Quest’ultimo, annunciato ai sindacati circa un anno fa e mai ufficializzato, prevedeva la vendita o societarizzazione di un ramo d’azienda, con maggioranza e controllo operativo.

In un ultimo incontro con i sindacati, l’azienda ha annunciato 1500 esuberi nel triennio. In tal senso, però, si evidenzia che metà dei dipendenti verranno gestiti con esodi incentivati e il resto tramite riprofessionalizzazioni. Wind Tre avvierà dunque un percorso condiviso di gestione degli esuberi, con una contrattazione di anticipo che è stata accolta positivamente dai sindacati.

Tornando alla rete unica, all’inizio di quest’anno, il CTO di Wind Tre, Benoit Hanssen, ha confermato quanto già anticipato da MondoMobileWeb dopo aver contattato l’azienda mesi prima: il completamento definitivo dei lavori per la Super Rete in tecnologia 5G-Ready è previsto nel primo trimestre del 2020.

Il CTO dichiarava:

“Lo sviluppo della cosiddetta Super Rete di Wind Tre, dopo una serie di notevoli investimenti messi in campo negli ultimi mesi, è ora una importante realtà costituita da un network capillare e resiliente con circa 20.000 siti di trasmissione in tecnologia 5G-Ready. L’obiettivo è quello di fornire servizi innovativi, di elevata qualità, e una connessione sempre più veloce.”

Super Rete Wind Tre

Come già evidenziato da MondoMobileWeb in un suo editoriale di fine Maggio 2019, dopo la rete unica il futuro di Wind Tre avrebbe potuto richiedere la nascita di un brand unico per completare l’integrazione anche sul fronte commerciale. E secondo tutte le indiscrezioni degli ultimi mesi, la riflessione sembrerebbe confermata.

Le voci sono iniziate con l’unificazione di molti punti vendita (a metà 2018 era stato accertato un numero maggiore di 3 Store rispetto ai negozi Wind) e con alcune comunicazioni giunte ai rivenditori, come quella sulle caselle di posta elettronica certificata di H3G. Ma gli indizi più rilevanti riguardavano la registrazione di nomi e domini presumibilmente legati al nuovo operatore.

Dopo la registrazione, da parte di VIP-CKH Luxembourg, di diversi domini come Yolo Mobile, Vualà Mobile, Very Mobile e wtre.it., sono stati recentemente depositati all’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi (UIBM), del Ministero dello Sviluppo Economico, dei nuovi loghi che riguarderebbero infatti la transizione al brand unico. Si tratta dei loghi W3 (con la scritta WINDTRE in basso), Wave, People, Trend e Wind&Me. 

In pole position c’è il nome W3 o WTRE per il brand unico e Very Mobile (di cui è già presente un logo di tonalità verde) per il secondo brand virtuale.

Wind Tre w3
I nuovi marchi depositati, che includono anche il logo W3 e di Very Mobile.

A mancare era solamente una data, sebbene anche su questo fronte le voci sul lancio nel primo trimestre del 2020 (appunto con la conclusione dei lavori sulla Super Rete) fossero sempre più insistenti. MondoMobileWeb aveva avuto modo di leggere in anteprima una lettera inviata ad alcuni rivenditori Wind Tre in cui si ipotizzava la partenza intorno a Febbraio o Marzo 2020 del nuovo brand unico consumer di Wind Tre ed anche del suo brand secondario.

Una nuova, interessante coincidenza si ravvisava nella interruzione delle funzionalità di autoricarica con le opzioni Pieno Wind e con le tariffe di autoricarica di 3 Italia proprio dal 16 Marzo 2020. E adesso, spunta l’ipotesi secondo cui quest’ultima data potrebbe coincidere con il lancio ufficiale del brand unico W3 o WTRE.

Se così fosse, il lancio del brand unico avverrebbe a dieci giorni di distanza da un probabile evento (sempre secondo indiscrezioni) per la presentazione del brand, chiamato “The Wow Now”, che presenta nel titolo proprio tre volte la lettera w, ovvero W3 e che si terrà il 6 Marzo 2020. Inoltre, in questa occasione potrebbe essere presentata la Super Rete 5G.

Inoltre, l’azienda parteciperà alla Milano Digital Week dall’11 al 15 Marzo 2020, insieme a TIM e Fastweb.

Si segnala, infine, che alcuni clienti Fastweb di rete mobile stanno segnalando nelle ultime ore il passaggio alla rete di Wind Tre, come previsto dagli accordi di condivisione delle infrastrutture sottoscritti per lo sviluppo congiunto del 5G. Così, sulla rete del nuovo brand unico sarebbero attivi (tra gli altri) Fastweb, PosteMobile e Iliad.

Rumors MondoMobileWeb.  Si ringraziano D, E., G. e S. per le segnalazioni. Senza ufficializzazioni da parte dell’operatore, la notizia è da ritenersi esclusivamente indiscrezione ed ipotesi, senza alcun valore informativo e commerciale, che può essere modificata se ci saranno variazioni da comunicare.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram.

Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Continua a leggere

Back to top button