Wind: ecco i servizi preattivati quando si attiva una nuova SIM e come disattivarli


Il nuovo cliente del brand Wind, appartenente all’operatore congiunto Wind Tre, potrebbe ritrovarsi a pagare dei costi aggiuntivi per servizi non richiesti, ma già preattivati nella propria SIM durante l’attivazione.

Infatti, in fase di sottoscrizione di una nuova offerta, i clienti Wind potrebbero non essere adeguatamente informati sulla presenza, le modalità di utilizzo e disattivazione dei servizi preattivati sulla propria scheda telefonica.

Al contrario del brand 3, però, i suddetti servizi aggiuntivi sono spesso gratuiti con specifiche offerte.

Uno dei servizi preattivati sulla SIM è la Segreteria telefonica che avvisa il cliente, con l’invio di un SMS di notifica gratuito, per ogni messaggio vocale ricevuto quando è occupato, irraggiungibile o impossibilitato a rispondere. I messaggi non ascoltati saranno conservati per 7 giorni, mentre quelli già ascoltati e memorizzati per 3 giorni, fino ad un massimo di 10 messaggi.

L’ascolto della Segreteria Telefonica, chiamando il numero 4200 dal proprio telefonino in Italia, prevede un costo di 12,40 centesimi di euro a chiamata per alcune offerte (come ad esempio Wind Smart) e per i piani a consumo. Per le attuali offerte standard della gamma All Inclusive, invece, l’ascolto della Segreteria è gratuito in Italia e in Unione Europea.

   

Per disattivare il servizio di Segreteria (trasferimenti) occorre digitare ##004# INVIO (o ##002# Invio) sul tastierino di composizione del numero (dealer telefonico). Con l’indicazione INVIO si intende la pressione del tasto che si usa per effettuare una chiamata dal proprio telefono.

Un altro servizio preattivo è l’SMS ricevuta di ritorno che consente di ricevere informazioni sull’esito dei messaggi inviati al costo di 29 centesimi di euro cadauno con il piano base Wind Basic, solo se impostata sul proprio telefono. Per abilitare o disabilitare la ricevuta di ritorno SMS è necessaria un’azione direttamente dal menù impostazioni messaggi del proprio dispositivo.

Al momento della sua attivazione, la SIM Wind prevede già attivo anche il servizio di reperibilità SMS MyWind che informa il cliente delle chiamate ricevute mentre ha il telefonino spento, non raggiungibile o occupato in un’altra conversazione. Nel momento in cui torna disponibile, riceverà un messaggio contenente il numero di chi lo ha cercato nelle ultime 48 ore, la data e l’ora in cui ha chiamato. In più, se il numero è salvato nella propria rubrica, il mittente dell’SMS sarà il nome associato a quel numero.

Se non si ha attiva una delle offerte che lo includono, il servizio SMS MyWind ha un costo di 82 centesimi di euro al mese, mentre, in generale, il suddetto servizio è incluso gratuitamente nelle offerte Wind.

Dal 3 Aprile 2018 è disponibile per i nuovi clienti la nuova versione della tariffa Wind Basic senza costi ricorrenti. Il piano tariffario è preattivato di default sulle nuove SIM ricaricabili Wind. La tariffa voce a consumo permette di chiamare tutti i numeri fissi e i telefoni cellulari nazionali a 29 centesimi di euro al minuto, con tariffazione al secondo e senza scatto alla risposta. Inoltre è possibile inviare SMS verso tutti i numeri italiani a 29 centesimi di euro per messaggio. Il piano tariffario include il servizio di reperibilità SMS MyWind senza costi aggiuntivi.

Wind

Il servizio SMS MyWind può essere disattivato o riattivato in qualsiasi momento nell’Area Clienti My Wind per SIM Ricaricabile o chiamando il 403020. Il servizio di reperibilità funziona anche con Segreteria Telefonica attiva, mentre non è possibile attivarlo se sul telefonino è impostato il trasferimento di chiamata verso un altro numero di rete fissa o mobile.

Il brand Wind, inoltre, permette di proteggere il proprio smartphone da contenuti poco appropriati, come quelli destinati a un pubblico esclusivamente adulto oppure tutti quei servizi a sovrapprezzo che possono essere attivati anche durante un momento di distrazione mentre si naviga sul web.

Al cliente viene offerta la possibilità di scegliere un’apposita categoria di servizi da inibire:

  • blocco contenuti per adulti per impedire di ricevere sul telefono materiale non adatto ai minori;
  • blocco dei servizi con sovrapprezzo per inibire gratuitamente tutti i servizi a pagamento, ad eccezione di servizi di beneficenza, i servizi di pubblica utilità (Mobile Ticketing e Parking, servizi informativi bancari) ed i servizi relativi agli Store Google Play, Microsoft e Apple;
  • servizi in abbonamento per bloccare la ricezione di tutti o alcuni servizi che si ricevono via SMS o MMS.

I clienti Wind possono, quindi, richiedere il blocco dei servizi a sovrapprezzo in qualsiasi momento, chiamando il Servizio Clienti 155 o recandosi direttamente presso uno dei rivenditori autorizzati Wind sul territorio nazionale.

E’ possibile bloccare la ricezione di tutti o alcuni servizi in abbonamento inviando un SMS con scritto STOP al 48048 per disattivare tutti i servizi Info SMS e al numero 48005 per disattivare invece, tutti i servizi Info MMS.

Per i servizi con sovrapprezzo ed i contenuti per adulti si specifica che dopo aver richiesto il blocco, si riceverà un messaggio di presa in carico della richiesta ed il blocco sarà effettivo entro 24 e 48 ore dalla richiesta.

Si ricorda, infine, che le offerte della gamma All Digital integrano già il blocco dei servizi a sovrapprezzo, tranne che per i servizi SMS bancari, gli acquisti da Google Play e Windows Phone e il Mobile Ticketing. Anche l’offerta All Inclusive Junior prevede, di default, il blocco dei servizi a sovrapprezzo e delle numerazioni speciali attivo.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Facebook, Instagram e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.