Wind: tutti gli strumenti per inibire i servizi a sovrapprezzo


Il brand Wind dell’operatore congiunto Wind Tre, permette ai propri clienti di proteggere il proprio smartphone da contenuti spiacevoli come ad esempio i servizi a sovrapprezzo o quelli per adulti, attivabili anche erroneamente durante la navigazione su internet.

Di seguito si riportano gli strumenti messi a disposizione dall’operatore telefonico e i dettagli in merito.

Si tratta di un argomento, già trattato ampiamente da MondoMobileWeb, sempre molto richiesto e sul quale arrivano molte domande e segnalazioni, pertanto la redazione ha deciso di riproporre la tematica riportando tutti gli eventuali aggiornamenti in merito.

Per evitare di cadere nelle spiacevoli sorprese delle quali si parlava in precedenza, i clienti Wind possono richiedere il blocco dei servizi a sovrapprezzo in qualsiasi momento, chiamando il Servizio Clienti 155 o recandosi direttamente presso uno dei rivenditori autorizzati Wind sul territorio nazionale.

   

Nello specifico, all’utente viene offerta la possibilità di scegliere un’apposita categoria di servizi da inibire. Ecco le differenti opzioni attualmente disponibili:

Blocco contenuti per adulti: necessario per la ricezione sul proprio cellulare di materiale non adatto ai minori. Si tratta di un servizio attivabile gratuitamente compilando e stampando il modulo “blocco/sblocco accesso a contenuti per adulti” disponibile sul sito ufficiale dell’operatore, e inviandolo via posta, insieme ad un documento di identità, a Wind Tre S.p.A a Milano. Optando per questa scelta, saranno automaticamente disattivati gli abbonamenti per adulti eventualmente attivi al momento della richiesta.

Sottoscrivendolo i clienti Wind bloccano sul nascere alcuni servizi Wind inviati via SMS (Eros uomo, Eros donna, Kamasutra, Sesso e dubbi, Eroscopo) e MMS (Una donna al giorno, Kamasutra posizioni, Strano ma sexy uomo, Strano ma sexy donna) giudicati da Wind non adatti ai minori. Il blocco dei contenuti non si applica sui servizi per adulti non erogati da Wind ma da Providers esterni.

Wind ricorda che Blocco contenuti per adulti rappresenta una misura di autoregolamentazione  adottata a seguito dell’introduzione del Codice di Autodisciplina, firmato il 16 Febbraio 2005 da tutti gli operatori di telefonia mobile e dal Ministro delle Comunicazioni.

Blocco dei servizi con sovrapprezzo: utile per bloccare gratuitamente tutti i servizi a pagamento, ad eccezione di alcune numerazioni in decade 4 non a sovrapprezzo, i servizi di beneficenza, i servizi di pubblica utilità (Mobile Ticketing e Parking, servizi informativi bancari) e i servizi relativi agli Store Google Play, Microsoft e Apple.

In questo caso (chiamando il 155 o accedendo alla propria Area Clienti) si può scegliere di modificare la tipologia di blocco scegliendo tra: Blocco della direttrice 899, Blocco delle chiamate alla Decade 4, Blocco delle chiamate e degli SMS alla Decade 4 e Blocco totale dei servizi a sovrapprezzo. L’inibizione è da considerarsi valida soltanto sulla rete Wind nazionale (non funziona all’estero in modalità roaming), e qualora in un secondo momento il cliente volesse disattivare il blocco, lo potrà fare chiamando il 155.

Servizi in abbonamento: permette di bloccare la ricezione di tutti o alcuni servizi che si ricevono via SMS o MMS con un messaggio. Basta infatti inviare un SMS con scritto “STOP” al 48048 per disattiverai tutti i servizi Info SMS e al numero 48005 per disattivare invece, tutti i servizi Info MMS. Se si possiedono più abbonamenti attivi e se ne vuole disattivare un soltanto, bisogna inviare il comando di disattivazione specifico, consultabile sul sito ufficiale dell’operatore.

Si specifica che non sono soggetti al blocco alcune tipologie di servizi come ad esempio i servizi di pubblica utilità (Mobile Ticketing e Parking, servizi informativi bancari) e i servizi relativi agli Store Google Play, Microsoft e Apple.

Per i servizi con sovrapprezzo ed i contenuti per adulti si specifica che dopo aver richiesto il blocco, si riceverà un messaggio di presa in carico della richiesta ed il blocco sarà effettivo entro 24 e 48 ore dalla richiesta. Nel caso di minorenni, la richiesta di blocco o sblocco deve essere effettuata dai genitori o da chi ha la potestà genitoriale.

Parte del “Modulo blocco/sblocco dei contenuti per adulti” disponibile sul sito di Wind.

MondoMobileWeb ricorda che da qualche tempo è disponibile la nuova gamma di offerte denominata All Digital, pensata per tutti i clienti privati che vogliono comprare una nuova SIM ricaricabile Wind online. All Digital si contraddistingue per il fatto che integra già il blocco dei servizi a sovrapprezzo, tranne che per i servizi sms bancari, gli acquisti da Google Play e Windows Phone e il Mobile Ticketing.

Per servizi a sovrapprezzo, detti anche servizi a valore aggiunto o noti anche come VAS o SMS premium o ancora “a contenuto“, si intende l’insieme dei servizi forniti da parte  di provider esterni al proprio operatore di telefonia mobile, attraverso SMS, MMS o connessione dati che possono essere attivati, ricevuti e/o fruibili su tutti i dispositivi digitali.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale Telegram di MondoMobileWeb. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Facebook e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.