Wind segnala anomalie nei documenti e invita i clienti ad attivarsi per evitare disattivazioni


Prosegue la cosiddetta campagna di bonifica documentale, operata dal brand Wind, nei confronti di alcuni propri clienti in possesso di SIM attivate durante il mese di Gennaio 2019 e ancora caratterizzate da anomalie relative alla documentazione personale.

Secondo alcune informazioni raccolte da MondoMobileWeb da oggi Martedì 4 Giugno 2019, la tipologia di clienti appena citati ha iniziato a ricevere sul proprio smartphone la relativa comunicazione SMS.

Nel dettaglio, l’iniziativa informativa promossa anche in passato dall’operatore telefonico arancione, consiste nell’invio di un SMS contenente l’invito a recarsi, in tempi brevi, presso un qualunque punto vendita Wind per risolvere la situazione.

Il mancato adempimento da parte del clienti comporta la sospensione del servizio e successivamente anche la definitiva disattivazione.

   

Segue il contenuto del messaggio notificato da Wind ai propri clienti interessati dalla problematica:

Gentile Cliente, è necessario aggiornare i dati relativi a questa SIM. Ti invitiamo pertanto a recarti presso un qualsiasi Negozio Wind entro 15 giorni con un documento d’identità in corso di validità. In caso di mancato riscontro entro i tempi indicati, Wind Tre dovrà provvedere suo malgrado alla sospensione del servizio fino all’avvenuta regolarizzazione. Per trovare il negozio Wind più vicino puoi consultare la sezione dedicata di wind.it. Grazie per la collaborazione.

Come riportato all’interno dell’SMS, è dunque necessario assolvere il compito entro 15 giorni dal momento in cui si riceve il messaggio. La procedura è molto semplice, basta infatti visitare un punto vendita Wind muniti del proprio documento di identità in corso di validità.

Passati i 15 giorni di termine previsti senza che il cliente abbia regolarizzato la propria posizione, Wind procederà all’invio del seguente 2° SMS:

Gentile Cliente i dati di questa SIM non risultano ancora aggiornati, per cui stiamo provvedendo alla sospensione della tua SIM. Ti invitiamo nuovamente a recarti presso un qualsiasi negozio Wind con un documento d’identità in corso di validità per regolarizzare la tua posizione. In caso di mancata regolarizzazione, trascorsi ulteriori 10 giorni dalla sospensione, Wind Tre dovra’ provvedere suo malgrado alla disattivazione della tua SIM Wind. Per trovare il Negozio Wind piu’ vicino puoi consultare la sezione dedicata di wind.it. Grazie per la collaborazione.

Questa seconda comunicazione è un modo per rammentare la questione al cliente, che nel frattempo potrebbe già non essere più in grado di utilizzare la propria SIM perchè sospesa.

A questo punto dovrà attivarsi per normalizzare i propri dati al più presto, per evitare la disattivazione definitiva del servizio, prevista dopo 10 giorni dalla sospensione per mancata regolarizzazione dei dati personali.

La richiesta è piuttosto chiara, in entrambi i casi è necessario rettificare la propria posizione indicando sulla copia del documento (sul quale apporre la propria firma) tutte le numerazioni relative alle SIM Wind in possesso del cliente.

La posizione del negozio Wind più vicino è facilmente reperibile visitando il sito ufficiale dell’operatore e cliccando sulla voce “Trova Negozio“.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Facebook, Instagram e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.