PosteMobileProblemi e Disservizi

PosteMobile down: qual è stata la causa del disservizio? Poste Italiane si scusa per il disagio

Da ieri 28 settembre 2020 intorno le 11:00 del mattino i clienti del servizio mobile PosteMobile Full MVNO hanno riscontrato in tutta Italia diversi disservizi, con problemi sia per i clienti consumer che per i clienti business nell’effettuare e ricevere chiamate, navigare in internet o con la totale assenza di segnale.

PosteMobile, secondo l’ultimo osservatorio AGCOM, detiene il 4,1% delle quote di mercato nella telefonia mobile in Italia.

Alla data del 30 Giugno 2020, secondo gli ultimi risultati del gruppo Poste Italiane, i clienti su fisso e mobile di PosteMobile risultano essere in totale 4,566 milioni.

Nel pomeriggio di ieri 28 settembre 2020 Poste Italiane tramite il suo sito poste.it ha ufficializzato i malfunzionamenti su PosteMobile.

Ecco il testo: “si segnalano possibili malfunzionamenti sulla rete. Stiamo lavorando per ripristinare il servizio nel più breve tempo possibile. Ci scusiamo per il disagio“.

L’avviso è presente anche nel sito ufficiale dell’operatore virtuale (postemobile.it) che sempre nella giornata di ieri per diverse ore è risultato impossibile da raggiungere.

Sulle pagine ufficiali dei social Facebook e Twitter i consulenti hanno continuato a rispondere per tutta la giornata: “Ciao ci scusiamo, stiamo lavorando per ripristinare il servizio nel più breve tempo possibile“.

Il disservizio ha colpito tutte le tecnologie di rete utilizzate dall’operatore, per cui si sono riscontrati problemi dal GSM fino al 4G. Se per alcuni il problema è ritornato alla normalità, per altri ancora persiste.

Per altri, invece, come già raccontato, il problema dell’assenza di segnale sembra essere intermittente, con alcuni momenti in cui la SIM rimane disponibile solo per le chiamate d’emergenza e altri momenti in cui la SIM ritorna a ricevere il segnale.

Per conoscere le novità degli operatori di telefonia, è possibile unirsi gratuitamente al canale Telegram di MondoMobileWeb e rimanere sempre aggiornati sul mondo della telefonia mobile.

PosteMobile down

Secondo Assoconfam, l’associazione Consumatori e Famiglie asp con sede a Roma, l’isolamento della linea telefonica di PosteMobile è causato dal passaggio di rete tra Wind Tre a Vodafone.

Da alcuni mesi si è scoperto che PosteMobile sta per cambiare nuovamente rete di appoggio, che attualmente è WindTre: l’operatore virtuale di PostePay (gruppo Poste Italiane) ritornerà infatti ad utilizzare la rete mobile di Vodafone, la quale si è aggiudicata un nuovo contratto di fornitura per le nuove attivazioni e per i già clienti Full (i già clienti con SIM ESP erano invece rimasti sotto rete Vodafone).

L’eventuale passaggio, di cui non si conosce ufficialmente una data, non comporterebbe il cambio delle SIM per i già clienti in quanto operatore virtuale di tipo Full MVNO.

Ecco il testo del post pubblicato su Facebook da Assoconfam: “Aggiornamento isolamento linea telefonica Poste Mobile. Le poste ci riferiscono che non c’è un guasto nella linea ma il disservizio è causato dal passaggio tra Wind-Tre a Vodafone. In pratica poste sino a ieri, non avendo linee proprie si avvaleva di windtre da oggi usufruirà delle linee vodafone. Ci auspichiamo che entro domani sia tutto risolto“.

Sarà veramente così? Intanto chi riesce adesso a riutilizzare il servizio, continua ad utilizzare la rete WINDTRE. Altre voci parlano di un problema dell’infrastruttura tecnica di PosteMobile Full.

Poste Italiane non ha rilasciato fino adesso (ndr 29 settembre 2020 alle 07:26 del mattino) alcuna nota ufficiale su quale sia stata la causa di questo grave caso tecnico che ha creato e che sta continuando a creare disagi ai consumatori colpiti, che non possono utilizzare le proprie offerte tariffarie in molti casi con costi mensili già anticipati.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram.

Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Continua a leggere

Back to top button