Problemi e DisserviziRabona Mobile

Rabona Mobile nei social: “dobbiamo smascherare chi ha creato questa situazione”

L’azienda Rabona SRL, nonostante i disservizi sulle sim nazionali Rabona Mobile, ha deciso di continuare nel mondo delle telecomunicazioni, con la promessa di lanciarsi dal 2024 come operatore internazionale attraverso l’installazione delle eSIM globali.

Se nel frattempo la situazione tra Rabona Mobile, l’aggregatore tecnico Plintron e l’aggregatore di rete Vodafone Italia è in attesa di un giudizio del Tribunale di Milano, l’azienda Rabona che possiede anche delle quote della società calcistica Ascoli Calcio 1898 FC, ha deciso di non rimanere ferma.

Si ricorda che non è la prima volta che quest’azienda di telecomunicazioni trova altre soluzioni. In passato era con Nòverca come reseller, poi con NoiTel sempre come reseller, poi è diventata MVNO ESP grazie a Nòverca e dal 17 Aprile 2019 con Plintron come MVNO ESP.

Una caratteristica di Rabona Mobile per i suoi clienti, in questi ultimi anni, erano le promo ricariche telefoniche. Infatti, ogni volta che c’era un evento come ad esempio Capodanno, Epifania, San Valentino, la Festa della Donna, la Festa del Papà, Pasqua, la Festa della Repubblica Italiana, Halloween, Natale l’operatore virtuale lanciava delle promo dedicate.

Rabona ha deciso di comunicare il debutto di Rabona Connect anche nella sua pagina Facebook ufficiale. Non sono mancati critiche e commenti di alcuni utenti.

Fonte: Facebook

Un utente ha scritto: “Siete semplicemente ridicoli, cambiate ragione sociale se siete imprenditori veri e che dicono di essere stati danneggiati, perché quel marchio oramai vale zero sul mercato,la serietà si vede nella costanza nell’ informare gli utenti cosa che voi non avete fatto dal primo momento“.

Qualcuno di Rabona ha deciso di rispondere così:

“Ciao, appunto perché siamo persone serie e siamo al lavoro ogni giorno non abbiamo cambiato e non cambieremo nome o ragione sociale. Siamo sempre noi e siamo sempre nella stessa sede di proprietà.

Abbiamo subito senza lamentarci troppo, ma ora dobbiamo smascherare chi ha creato questa situazione. Al momento giusto saranno resi noti anche i nomi delle singole persone. Figurati se scappiamo! Grazie”.

Sono passati più di 9 mesi da quando i clienti dell’operatore virtuale Rabona Mobile hanno cominciato a subire dei disservizi, senza alcun avviso, con cui è stata negata dal 15 marzo 2023 la possibilità di inviare SMS, dal 12 aprile 2023 di utilizzare la connessione dati e dal 7 giugno 2023 di effettuare chiamate in uscita, il tutto a causa di un contenzioso sorto con il fornitore di rete e il suo aggregatore, ossia Vodafone Italia e Plintron.

Questo perché il fornitore ufficiale della rete mobile di questo operatore virtuale ha deciso di sospendere gradualmente i servizi a seguito di pregresse divergenze contrattuali. La sospensione graduale è avvenuta tramite l’aggregatore tecnico Plintron.

Come già raccontato più volte la vicenda è poi finita al Tribunale di Milano, in quanto Rabona Mobile ha presentato un ricorso cautelare contro il cronoprogramma di distacco unilaterale dei servizi, operato da Plintron Italy per conto di Vodafone Italia.

Il Tribunale di Milano, per evitare che i clienti Rabona restassero senza servizi attivi, ha emesso un provvedimento cautelare che ha bloccato temporaneamente il distacco definitivo che era previsto come data il 4 luglio 2023.

Anche nell’annuncio di ieri 22 dicembre 2023 Rabona ha ribadito che quello che è successo è stato un abuso.

Intanto, in queste storie di controversie, chi ci rimette è sempre il consumatore che ignaro di tutto si è ritrovato a cambiare operatore se voleva continuare a chiamare, a navigare e inviare SMS, servizi fondamentali nella telefonia.

A proposito di cambio operatore, qualche cliente Rabona Mobile, si è lamentato di non essere riuscito a portare avanti la sua pratica di portabilità verso un altro operatore nazionale, quindi è stato costretto a cambiare numero di telefono.

L’azienda ha risposto così: “il numero non è perso. Quindi puoi risottoporre la portabilità verso altei operatori. Stiamo denunciando da tempo questa procedura scorretta da parte del fornitore che sta mettendo i bastoni tra le ruote di Rabona da tempo“.

Leggi anche: è possibile che un operatore telefonico incompleto venda SIM?

Seguici su Telegram

Per rimanere aggiornato sulle novità della telefonia unisciti al canale @mondomobileweb di Telegram.

Seguici anche su Google News, Facebook, X e Instagram. Condividi le tue opinioni o esperienze nei commenti.

Ti potrebbe interessare

Pulsante per tornare all'inizio
Chiudi

Adblock rilevato

Caro Lettore, grazie per essere qui. Ti informo che con un blocco degli annunci attivo chi ci sostiene non riesce a mantenere i costi di questo servizio gratuito. La politica è di non adottare banner invasivi. Aggiungi mondomobileweb.it tra le esclusioni del tuo Adblock per garantire questo servizio nel tempo.