Vodafone Informa: prodotti e costi di attivazione con pagamento a rate anche dopo il recesso


Vodafone ha voluto informare i propri clienti, sia di rete fissa che di rete mobile, che in ottemperanza alla delibera AGCOM 487/18/CONS, in caso di disattivazione o recesso anticipato dal contratto, sarà possibile richiedere di continuare a pagare a rate eventuali prodotti o costi di attivazione.

Lo ha reso noto l’operatore con una breve nota apparsa nei giorni scorsi sul suo sito ufficiale, nella sezione “Vodafone Informa”, dedicata alle comunicazioni per i clienti.

Ecco il testo della comunicazione presente sul sito ufficiale dell’operatore rosso:

Vodafone informa i clienti privati e tutti i clienti business titolari di un contratto per adesione che, secondo quanto previsto dalla legge 4 agosto 2017, n. 124 “Legge annuale per il mercato e la concorrenza”, come integrato e modificato dalla Delibera 487/18/CONS (“Linee Guida sulle modalità di dismissione e trasferimento dell’utenza nei contratti per adesione”), in caso di disattivazione o recesso anticipato da un’offerta con dispositivo (telefono, tablet ecc.) o contributo di attivazione a rate è possibile richiedere la rateizzazione delle eventuali rate residue compilando in sede di recesso il form presente in variazioni.vodafone.it).

La delibera AGCOM n. 487/18/CONS pubblicata nel mese di Ottobre 2018 , denominata “Linee Guida sulle modalità di dismissione e trasferimento dell’utenza nei contratti per adesione”, prevede, tra le altre cose, che gli operatori permettano di far scegliere al cliente che recede anticipatamente dal contratto se continuare a pagare a rate eventuali servizi o prodotti acquistati con questa modalità.

   

La delibera è la stessa che ha permesso di regolamentare anche le spese previste in caso di disattivazione o dismissione della linea fissa, che come raccontato da MondoMobileWeb ha portato i principali operatori nazionali di rete fissa, tra cui Vodafone, ad adeguarsi nel corso dei primi mesi del 2019.

Per quanto riguarda invece i prodotti (come smartphone, tablet o altro) o i costi di attivazione acquistati con la formula della rateizzazione, solitamente, in caso di recesso anticipato, gli operatori trasformavano la rateizzazione in un pagamento in un’unica soluzione, la cui somma doveva essere equivalente al totale delle rate residue.

Negozio Vodafone

Grazie a questa delibera, l’operatore deve sempre permettere agli utenti di decidere se pagare le rate restanti in un’unica soluzione o meno, in modo tale da non limitare il diritto di recesso dell’utente.

Con Vodafone, come indicato nella comunicazione, al momento del recesso anticipato sarà possibile richiedere la rateizzazione delle eventuali rate residue di prodotti o costi di attivazione compilando un apposito form presente nella pagina variazioni.vodafone.it.

In questo modo, sarà possibile ottenere una fatturazione dedicata che consentirà di continuare a pagare a rate, e non in un’unica soluzione, quanto rimane dell’importo dovuto del prodotto o servizio acquistato, “alleggerendo” quindi i costi previsti per il recesso anticipato.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale Telegram di MondoMobileWeb. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Facebook e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.