Iliad in Italia raggiunge 2,8 milioni di clienti con ricavi di 125 milioni di euro


Iliad ha presentato i risultati finanziari del 2018, un anno chiave per il Gruppo di Xavier Niel, che è riuscito a internazionalizzarsi e a puntare maggiormente sugli investimenti. Le performances di Iliad in Italia aiutano a sostenere i ricavi.

Nel suo documento ufficiale, il Gruppo Iliad fa riferimento al nuovo Freebox, al raggiungimento di un milione di utenti FTTH e all’aumento di 722.000 clienti mobili per il piano Free Unlimited 4G. Queste tre pietre miliari, insieme a una trasformazione interna che ha toccato il management, hanno spinto i ricavi a 4,9 miliardi di euro.

Tuttavia, a trainare i risultati finanziari di Iliad, visto il calo di ricavi in Francia (pari all’1,1%), è proprio il mercato italiano: Iliad ha raggiunto 2,8 milioni di utenti in Italia, con ricavi complessivi di 125 milioni di euro.

   

Per quanto concerne i risultati in Italia, Iliad riserva una sezione a parte del suo documento ufficiale. Ancora una volta, viene sottolineato il fatto che quello in Italia è stato “il secondo lancio di maggior successo in Europa nel segmento mobile, dopo Free Mobile in Francia”.

Attualmente, la brand awareness, vale a dire la notorietà del marchio, in Italia, sfiora il 90% secondo le stime del Gruppo. Nove persone su dieci conoscerebbero il brand Iliad e le sue caratteristiche di “semplicità, innovazione e fiducia”.

Per il Gruppo, a sostenere la crescita in Italia contribuirebbe anche il sistema distributivo: sono attualmente presenti 11 negozi, 140 corner circa e oltre 500 Simbox. Per quanto concerne la distribuzione online, il know-how francese è stato utilizzato anche per il settore Italiano, sebbene manchi un’app dedicata.

In Italia, l’EBITDA è a quota -52 milioni di euro, essenzialmente per via delle spese di marketing e per gli affitti. Nel 2018, Iliad ha inoltre pagato 342 milioni di euro a Wind Tre e allo Stato per le frequenze, e altri 261 milioni di euro per la sua rete.

I risultati di Iliad in Italia nel 2018.

In una sezione dedicata del documento si fa riferimento alla rete mobile di Iliad in Italia. L’operatore ha intenzione, come ormai noto, di costruire un proprio network per mantenere l’indipendenza di lungo periodo da Wind Tre. Attualmente, sono presenti 2500 siti, di cui 1500 già equipaggiati. Sono stati siglati degli accordi con Cellnex e Inwit e il rollout è attualmente concentrato nelle città più popolate.

Per quanto concerne il 5G, si ricorda che le frequenze acquisite durante l’asta del MISE, in qualità di nuovo entrante, sono le seguenti:

  • 2 blocchi da 10 MHz nella banda 700MHz;
  • 20 MHz nella banda 3.6-3.8GHz;
  • 200MHz nella banda 26.5-27.5GHz.

Tornando ai risultati in Francia,  Iliad punta adesso su una rinnovata distribuzione e su un pricing più segmentato, volto ad intercettare diversi profili di clientela.

La segmentazione rivolta al mercato mobile francese ha portato alla creazione di un pacchetto intermedio da 8,99 euro per i primi dodici mesi e a delle strategie di migrazione dal pacchetto di 2 euro.

Nonostante tali sforzi, a livello di Gruppo è stata registrata una perdita di 347.000 utenti, principalmente nelle offerte a basso ARPU. Ma secondo il management, nel primo trimestre del 2019 si attende una nuova impennata nei ricavi in Francia.

Nel mercato fisso, infatti, Iliad starebbe puntando a rafforzare la sua posizione nella connettività FTTH, che ha visto un incremento pari a 50.000 clienti al mese nell’ultimo quarto del 2018. Nel complesso, la base clienti per il fisso in Francia è raddoppiata nel 2018, anche grazie ai dati presentati da nPerf, che ha valutato Free come il miglior operatore in FTTH.

Nel Mobile, invece, il Gruppo Iliad in Francia ha intenzione di puntare ancor di più nel suo piano Unlimited 4G. Come accennato, le performances nel mobile sono state frenate dalla maggior concorrenza nel settore, che ha causato una perdita di 254.000 clienti.

Per il 2019, il Gruppo affronterà anche nuove sfide nel mercato B2B: Iliad ha infatti acquisito alcuni asset che le permetteranno di accedere a un mercato del valore compreso tra 9 e 12 miliardi di euro, grazie anche a Jaguar Network, un noto operatore B2B in Francia, con oltre 7000 km di fibra proprietaria.

iliad utenti ricavi

Riassumendo, a livello di Gruppo, dunque, il business in Italia sostiene i ricavi ma pesa sull’EBITDA, che resta comunque parzialmente bilanciato da risultati positivi (+30 milioni) in Francia.

Il debito resta comunque, secondo il board, ben bilanciato: nel 2018 Iliad ha emesso obbligazioni per un valore di 1,150 milioni di euro, rinegoziando un prestito di 500 milioni di euro, con un costo medio dell’1,6%.

Tra gli obiettivi di medio periodo, si attende di far crescere la base clienti in Francia di 500.000 clienti l’anno nel fisso, raggiungendo invece una quota del 25% nel mercato mobile. Per la fine del 2019, in Italia, Iliad punta ad avere circa 3500 siti proprietari equipaggiati e raggiungere il noto break-even con una quota di mercato inferiore al 10%.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Facebook, Instagram e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.