TelecomunicazioniReti 5GVodafoneiliad

Iliad e Vodafone commentano l’acquisizione delle frequenze 5G nelle bande 700 MHz, 3700 MHz e 26 GHz

Anche Iliad, in seguito alla chiusura dell’asta 5G in Italia, ha commentato i risultati ottenuti, vale a dire l’acquisizione di alcuni lotti nelle frequenze 700 MHz, 3700 MHz e 26 GHz.

Il comunicato stampa, in lingua francese, è stato diffuso dal gruppo Iliad questa mattina, 3 Ottobre 2018. Nello specifico, si ricorda che a Iliad sono andati 10 MHz appartenenti al blocco riservato nella banda 700MHz, 20 MHz nella banda 3700 MHz e 200 MHz nella banda 26 GHz

Così facendo, annuncia il comunicato stampa, Iliad Italia sarà in grado di rinforzare il suo portafoglio di frequenze al fine di continuare a perseguire le sue dinamiche di innovazione, contestualmente al rapido sviluppo di un’offerta 5G.

Di seguito, la tabella relativa alla giornata di chiusura dei miglioramenti competitivi per l’asta delle frequenze 5G, conclusasi ieri, 2 Ottobre 2018, nel pomeriggio.

Anche Vodafone ha reso noto di aver acquisito le frequenze necessarie ad accelerare lo sviluppo della tecnologia 5G, al termine dell’asta delle frequenze, che ha raggiunto un totale delle offerte superiore ai 6,5 miliardi di euro.

L’investimento complessivo di Vodafone ammonta a circa 2.4 miliardi di euro, e ha permesso alla società di acquisire due lotti nella banda 700 MHz per un ammontare di 683 milioni di euro, disponibili dal 1 Luglio 2022 con una lucenza della durata di 15 anni e 6 mesi. Sono stati inoltre aggiudicati 80 MHz della banda 3700 MHz, per un ammontare da 1,685 miliardi di euro. Tali frequenze saranno disponibili dal 1 Gennaio 2019 e le licenze avranno una durata di 19 anni.

Per finire, i 200 MHz della banda 26 GHz sono disponibili dal 1 Gennaio 2019 e avranno anch’esse licenza della durata di 19 anni.

Aldo Bisio, amministratore delegato di Vodafone Italia, ha così commentato:

“Ci siamo aggiudicati frequenze in tutte le bande offerte.Questo investimento, insieme all’attuale dotazione di frequenze, consente a Vodafone di consolidare la leadership nella qualità della rete, porsi all’avanguardia nella realizzazione della infrastruttura e dei servizi 5G ed accelerare lo sviluppo della propria strategia digitale. Riteniamo, comunque, che sia sempre necessario trovare un punto di equilibrio tra il costo delle licenze derivante dall’asta competitiva, il capitale che dovrà essere investito per la realizzazione della nuova infrastruttura, e i più ampi benefici che il 5G porterà ai consumatori, all’industria e alla società. Sarà essenziale l’adozione di tutte le misure, a partire dalla semplificazione delle procedure autorizzative, volte a garantire la sostenibilità di tali investimenti”.

Vodafone ha ricordato, per finire, di essere già attiva nella sperimentazione della tecnologia 5G, principalmente a Milano, con l’obiettivo dichiarato di renderla capitale 5G d’Europa.

 

Per ricevere notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram.

Seguite MondoMobileWeb su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

MondoMobile.News

Back to top button