Olivier Rosenfeld lascia il CdA del Gruppo Iliad: il board è adesso composto da 12 membri


Olivier Rosenfeld si è dimesso dal Consiglio di Amministrazione del Gruppo Iliad per ragioni personali, rinunciando al suo mandato di amministratore.

Attualmente, dunque, il Consiglio di Amministrazione di Iliad risulta composto da 12 membri, di cui 6 consiglieri indipendenti e un amministratore che rappresenta i dipendenti dell’azienda.

Olivier Rosenfeld è stato Chief Financial Officer di Iliad dal 2001 fino al 2008, oltre che membro del Consiglio di Amministrazione a partire dal 2013. Ha lavorato anche in Monaco Telecom e Salt Mobile, azienda del Gruppo Iliad attiva nelle telecomunicazioni in Svizzera. Tra gli altri ruoli nel mondo delle telecomunicazioni, si evidenziano quelli per Eutelsat Communication e Mattehorn Telecom.

Tuttavia, la sua carriera è iniziata nel settore finanziario, per la banca di investimenti Merrill Lynch, in cui si occupava di numerose transazioni. Successivamente, è entrato nel team di Goldman Sachs, e si occupava delle offerte pubbliche iniziali a New York e Hong Kong

   

Come riporta il comunicato ufficiale dell’azienda, Rosenfeld è stato salutato e ringraziato da Xavier Niel e dal tutto il Consiglio di Amministrazione per il suo prezioso contributo all’interno del management di Iliad in questi anni.

Il resto del Consiglio di Amministrazione della società non ha subito alcuna modifica. Maxime Lombardini resta Presidente del board, dopo essere stato CEO dal 2007 fino al 2018.

Xavier Niel, il fondatore e maggiore azionista di Iliad, è membro del CdA e Chief Strategy Officer di Iliad. Niel è un veterano delle telecomunicazioni in Francia già dagli anni ’80. Proprio a lui si deve la nascita del primo internet provider in Francia, Worldnet, nel 1993, e il lancio del progetto Freebox.

Iliad Consiglio di Amministrazione Oliver Rosenfeld

Xavier Niel, fondatore e maggiore azionista di Iliad.

Niel ha voluto spingere la sua “rivoluzione” anche in Italia: furono sue, prima ancora che di Benedetto Levi, le parole con cui si evidenziava che il consumatore italiano medio pagava, per i servizi di telecomunicazione mobili, più della controparte francese a causa di numerosi costi nascosti. E di lì a poco, Iliad sarebbe sbarcata anche in Italia, con la sua prima offerta da 5,99 euro al mese.

 Un altro grande nome di Iliad in Francia è quello di Thomas Reynaud, attuale CEO del Gruppo, dopo una lunga carriera iniziata nel 2007. Reynaud è stato Head of Business Development, poi Chief Financial Officer e successivamente Vice Presidente, nel 2010.

Cyril Poidatz è Corporate Secretary, attiva nell’azienda dal 1998, mentre Antoine Levavasseur è Deputy Chief Executive Officer, dopo una carriera iniziata nel 1999.

Il board, come anticipato, presenta anche dei membri indipendenti. Si tratta di Virginie Calmels, Marie-Christine Levet, Orla Noonan, Pierre Pringuet, Corinne Vigreux e Bertile Burel.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Facebook, Instagram e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.