iliad: cosa succede se non si ricarica dopo alcuni giorni dal rinnovo dell’offerta tariffaria?


Le offerte tariffarie di iliad si rinnovano ogni mese effettivo come prevede la legge sulla fatturazione mensile nata quest’anno. Anche se non ci fosse stata questa legge, il nuovo operatore ha sempre dichiarato che avrebbe utilizzato questa tipologia di fatturazione, difatto è sempre stata contraria, come è stato comunicato alla conferenza stampa di presentazione, alle offerte degli altri operatori che si rinnovano ogni 4 settimane.

L’addebito del rinnovo è anticipato rispetto al giorno del rinnovo stesso, poiché l’operatore prova ad addebitare il suo costo nelle 24 o 48 ore precedenti la data di effettivo rinnovo. Il bundle si rinnova comunque ogni mese effettivo.

In caso di credito insufficiente nella data di effettivo rinnovo, il cliente Iliad potrà generare traffico in uscita con il piano tariffario base a consumo che prevede un costo di 28 centesimi di euro per ogni minuto di conversazione sia verso rete fissa che rete mobile, 28 centesimi di euro per ogni SMS e 90 centesimi di euro ogni 100 Megabyte di internet, che corrispondono a 9 euro per ogni Giga utilizzato.

Nel momento in cui il cliente Iliad ricarica dell’importo sufficiente, è necessario aspettare un sms informativo che conferma la riattivazione della propria offerta tariffaria.

   

Se il cliente iliad decide di ricaricare dopo alcuni giorni o mesi, l’offerta si attiverà e posticiperà la data certa di rinnovo di un mese effettivo. Questo comporta la possibilità di non pagare giorni “a vuoto” dell’offerta tariffaria scelta.

Il rinnovo del bundle dei contatori di minuti, sms e giga si rinnoveranno comunque ogni mese effettivo dalla data di attivazione della sim ricaricabile.

Esempio: il cliente ha attivato la sim il 5 Agosto 2018, ma non ha ricaricato il 5 Settembre 2018. Se decide di ricaricare il 15 Settembre 2018 avrà il prossimo rinnovo il 15 Ottobre 2018 e il bundle dei contatori si rinnoverà il 5 Ottobre 2018.

In caso di mancato utilizzo o di mancata ricarica del credito sulla SIM Iliad per 12 mesi consecutivi, essa verrà disattivata. In tale eventualità, il numero telefonico resterà a disposizione del cliente iliad per l’eventuale riattivazione del servizio sul medesimo numero nei 12 mesi successivi (fino a 24 mesi dall’ultima ricarica). Allo scadere di tale termine, la SIM non potrà più essere riattivata e Iliad potrà riassegnare il numero ad un altro utente.

Teto, noto youtuber, ha postato un video dove ha spiegato bene come funziona il meccanismo:

In caso di superamento della soglia dati, previo consenso dell’utente, si applica la tariffa base senza rallentamento della velocità di internet. Nella sezione “Le mie opzioni” della propria area clienti Iliad (iliad.it/account), è presente una voce denominata “Sblocco connessione dati oltre il traffico incluso nel forfait”  impostata su “Non attivo” di default.

Questo significa che una volta terminati i Giga inclusi nella propria offerta, la connessione verrà automaticamente bloccata senza la tariffazione a consumo.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Facebook, Instagram e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.