Giga Network 4.5G: tutti i dettagli della nuova rete di Vodafone presentata nella conferenza stampa del 18 Ottobre 2018


Vodafone ha presentato ieri, 18 Ottobre 2018, in una conferenza stampa, la sua Giga Network 4.5G, la nuova rete in grado di anticipare il 5G e superare la velocità di 1 Gigabit al secondo.

Ad aprire la conferenza è stato Andrea Rossini, Direttore Business Unit Consumer di Vodafone Italia dall’Aprile del 2018, dopo anni di esperienza nel medesimo ruolo per Vodafone Romania.

Giga Network conferenza Vodafone

Andrea Rossini, Direttore Business Unit Consumer di Vodafone Italia.

Rossini inizia introducendo i trend del grande cambiamento che la rete italiana sta osservando negli ultimi mesi: i clienti utilizzano internet in materia diversa, rivolgendo le loro preferenze alla visione di contenuti multimediali sulle principali piattaforme. A prova di ciò, le ultime statistiche circa il traffico della rete mobile, che nel 2017 ha superato per la prima volta quello di rete fissa.

   

I dati di Vodafone riportano infatti un’esplosione in termini di ore di video consumate, che sono incrementate sensibilmente negli ultimi 3 mesi. Discorso simile anche per i social network, anch’essi contagiati dal trend dei contenuti multimediali, come nel caso di Instagram.

Rossini sostiene che tali dati siano specchio di un’evoluzione tecnologica che punta a migliorare la connettività dei devices, commercializzando prodotti in grado di raggiungere velocità fino a 1 Gigabit al secondo, come nel caso dei recenti Samsung Note 9, iPhone XS e Mate 20 Pro. Di pari passo va anche la potenza del dispositivo, mentre lo schermo tende ad ingrandirsi, proprio per agevolare la fruizione di contenuti ad alta risoluzione.

Si tratta di un Effetto Video, come lo definisce il Direttore Business Unit Consumer, che comporta un’evoluzione accelerata del traffico sulla rete dell’operatore Vodafone.

Questa osservazione apre la strada all’intervento di Fabrizio Rocchio, Direttore Technology di Vodafone Italia.

Fabrizio Rocchio, Direttore Technology di Vodafone Italia.

Il suo discorso comincia con una riflessione sugli attuali bundle di dati maggiormente diffusi in Italia. Si tratta di quantitativi di traffico parecchio generosi, che hanno cambiato il modo di approcciarsi al consumo di dati, con una maggior libertà di utilizzo e conseguentemente maggiori possibilità: streaming, musica e videogiochi non impensieriscono più come fino a pochi mesi fa.

Maggiori consumi, dunque, ma anche maggiori esigenze. E Vodafone, sottolinea Fabrizio Rocchio, interviene proprio in questo contesto con la sua nuova visione: anticipare le esigenze dei clienti con una rete in grado di anticipare il 5G, ormai “dietro l’angolo”.

Si evince quindi che l’idea di Vodafone, espressa nel corso dell’intera conferenza, è quella di puntare su un messaggio di qualità e copertura della propria rete, frutto di una serie di tecnologie di ultima generazione.

Da qui, Rocchio inizia presentando le funzionalità necessarie per la Giga Network 4.5G di Vodafone e per l’ormai imminente 5G (in tal senso, il parere del Direttore Technology di Vodafone Italia è che la nuova rete di quinta generazione possa arrivare ancor prima della fine del 2019).

La prima caratteristica della rete è la tecnologia VoLTE, che migliora la qualità della fonia e permette un’installazione di chiamata molto più veloce. Tale tecnologia consente di effettuare chiamate di elevata qualità continuando a navigare, nel frattempo, in 4G o 4.5G, senza alcun rallentamento. Inoltre, è garantito un ottimo livello di noise suppression, vale a dire la soppressione del rumore esterno nel corso della conversazione telefonica.

La seconda caratteristica è rappresentata dal MIMO (Multiple Input Multiple Output). Come la denominazione completa suggerisce, si tratta di una tecnologia in grado di introdurre flussi paralleli che incrementano sensibilmente la velocità. Un MIMO 2X2 introduce due flussi paralleli migliorando le performances, ma Vodafone, sottolinea Rocchio, è riuscita a introdurre il MIMO 4X4, che garantisce ottime performances con il 4G.

In altri termini, con la tecnologia MIMO i segnali vengono trasmessi dalla rete e ricevuti dai terminali su 4 antenne, permettendo di raddoppiare la capacità e la velocità di trasmissione.

La Carrier Aggregation permette invece agli apparati di rete di combinare più frequenze all’interno di una stessa connessione, offrendo conseguentemente velocità più elevate, mentre la tecnologia Narrowband IoT, disponibile da questo mese, permetterà a Vodafone di raddoppiare la copertura europea entro il 2019, garantendo anche una maggiore efficienza energetica.

Le tecnologie fin qui presentate si combinano con applicazioni di analisi di Big Data e di Intelligenza Artificiale.

Il direttore Technology di Vodafone presenta infatti delle statistiche in grado di mostrare l’affluenza degli utenti di Milano e Roma in zone particolarmente turistiche. Dal grafico mostrato, si nota come in certi mesi dell’anno una discreta percentuale di cittadini milanesi e romani si sposta verso altre regioni per le vacanze. Così, alcuni comuni di montagna o certe località balneari diventano particolarmente frequentati, nonostante il resto dell’anno il traffico dati consumato sia particolarmente basso.

Il grafico introduce quindi l’idea di un sistema in grado di monitorare il traffico in una determinata rete al fine di supportare le connessioni dell’utenza in periodi, relativamente brevi, di elevata affluenza. Il Self Optimizing Network funziona proprio come una sorta di ottimizzazione automatica, continua e parametrica della rete.

In altri termini, la rete si ottimizza automaticamente per migliorare le sue prestazioni, anche in mobilità. L’Intelligent Traffic Balancing permette invece di reagire a situazioni caratterizzate da particolare congestione, spostando automaticamente il traffico degli utenti tra più celle.

Per finire, un ampio utilizzo di Big Data e Cloud garantiscono maggiore scalabilità e potenza dove necessario.

Presentate quindi le caratteristiche della rete, Fabrizio Rocchi mostra ciò che, a parer suo, differenzia Vodafone rispetto alla concorrenza. Vodafone si basa su 4 centri di eccellenza, a Milano, Londra, Madrid e Dusseldorf, e su un team internazionale in oltre 22 Paesi. Il risultato, continua il Direttore Technology, è un operatore internazionale che punta sulla qualità della rete rispetto agli altri concorrenti.

E da questo momento prende nuovamente la parola Andrea Rossini, che presenta ufficialmente la nuova generazione di rete, testata fino a maggio e attivata in anticipo rispetto alla scadenza prefissata: Vodafone lancia sul territorio italiano Giga Network 4.5G, presentata come l’unica rete in grado di superare 1 Gigabit al secondo con una latenza ridotta del 60%, da 30ms a 12 ms.

Al termine della conferenza, in cui MondoMobileWeb è presente per l’intera durata, ha inizio la fase relativa alle domande. Si scopre così che le due città in cui la rete 4.5G a oltre 1 Gigabit al secondo sarà disponibile già da Novembre 2018 saranno, come intuibile, Milano e Roma.

Inoltre, Vodafone afferma che nonostante l’offerta Fully Unlimited presentata, la rete fissa e la connessione in fibra ottica devono continuare ad essere supportate: mobile e fisso restano quindi, per Rossini, due contesti totalmente paralleli, sebbene l’arrivo del 5G possa permettere delle notevoli sinergie. In tal senso, Rossini spera che, anche grazie a Open Fiber, la copertura sul territorio italiano possa continuare a migliorare rapidamente.

Con riferimento proprio all’offerta Fully Unlimited di Vodafone, chiamata Unlimited Red+, si ricorda che essa offre minuti, messaggi e Giga illimitati per tutti i clienti Vodafone.

Inoltre, sono inclusi 1000 minuti mensili di chiamate internazionali e 5 Giga dedicati al roaming al di fuori dell’Unione Europea. Il tutto al prezzo di 59,99 euro al mese con addebito su credito residuo e 39,99 su carta di credito conto corrente. Sono previsti costi di attivazione.

Rossini ha sottolineato che i Giga sono realmente illimitati, senza alcuna forma di rallentamento. Tuttavia, anche Unlimited Red+, come ogni offerta di Vodafone, sarà soggetta a controlli in termini di fair use.

Per finire, Rossini ha dichiarato a MondoMobileWeb che i clienti Vodafone che hanno attivato Vodafone Unlimited Red+ , versione precedente con 50GB o 100GB mensili, saranno “rimodulati” in positivo con la nuova versione. La modifica sarà effettuata automaticamente e verrà comunicata al cliente tramite sms informativo, garantendo un risparmio di dieci euro mensili rispetto a prima.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Facebook, Instagram e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.