Benedetto Levi a Class Cnbc: “Riceviamo feedback positivi. Confermo che i prezzi di Iliad rimarranno gli stessi per sempre”


Il canale televisivo di economia e finanza Class Cnbc ha intervistato l’amministratore delegato di Iliad a circa quattro mesi di distanza dal debutto del nuovo operatore di rete mobile.

Durante la trasmissione il giovane CEO ha espresso soddisfazione per i riscontri positivi ricevuti per come il nuovo gestore sta agendo nel mercato della telefonia in Italia. Il nuovo approccio targato #RivoluzioneIliad, aggressivo nei confronti dei prezzi delle tariffe telefoniche, come ha ricordato Levi, è stato premiato da due milioni di nuovi clienti, dai loro giudizi positivi e dal passaparola che hanno innescato.

Benedetto Levi, Ceo di Iliad Italia

Sin da prima del suo debutto Iliad ha colto la delusione degli utenti per la scarsa trasparenza mostrata in passato dagli altri operatori, a detta dello stesso Levi.

Come è stato ricordato durante l’intervista, la nuova formula Iliad, basata su una campagna di onestà e accompagnata da tariffe a basso costo, è stata giudicata insostenibile nel lungo periodo dall’amministratore delegato di Tim Amos Genish, che ha dato per scontato come il mercato recupererà prima o poi la sua razionalità. Benedetto Levi ha però replicato:

   

Sicuramente siamo un’impresa e quindi abbiamo obiettivi economici di lungo termine, e questo è fuori discussione. Noi crediamo che razionale nel nostro caso sia avere offerte convenienti e semplici e che questo ci permetterà nel lungo periodo di essere un’impresa sostenibile sulla durata. Il successo dei primi mesi ci conforta in queste convinzioni.

Se la sostenibilità va a braccetto con i ricavi, e se questi ultimi sono determinati soprattutto dal livello dei prezzi, su un eventuale aumento delle tariffe Levi ha precisato:

Le tariffe future le sveleremo a tempo debito, ma quello che possiamo dire è che rimarranno sempre convenienti, semplici e trasparenti. Questo è un altro DNA. Se si può credere a quando promettiamo che un prezzo rimarrà uguale per sempre? Assolutamente sì, dal nostro lancio abbiamo detto che i clienti che avrebbero sottoscritto un’offerta avrebbero avuto quel prezzo per sempre, senza rimodulazioni. Questo assolutamente lo confermo.

Sul 5G il CEO ha dichiarato:

Il 5G sarà una rivoluzione della tecnologia. Come attori di primo piano insieme ad altri potremo partecipare a questa tecnologia che cambierà nel giro di 5,10, 20 anni il modo in cui utilizziamo lo smartphone e che aprirà il mondo a nuovi utilizzi, alcuni dei quali neanche immaginiamo. Con questo impegno confermiamo la nostra volontà di investire in Italia in questo progetto ambizioso.

Ci siamo aggiudicati vari tipi di frequenze. Alcune permettono una migliore copertura indoor, all’interno degli edifici, altre una velocità di picco di download più elevata, quindi il nostro portfolio è variegato.

Quanto allo sviluppo della rete Benedetto Levi ha affermato che è un processo in continuo svolgimento. Attualmente, continua il CEO, il segnale telefonico è garantito su tutta la penisola grazie agli accordi che Iliad ha sottoscritto con altri operatori di rete, ma la maggior parte dei 12 uffici che la società ha sparso per l’Italia si occupa dello sviluppo locale dell’infrastruttura di rete di proprietà di Iliad. Quanto alla qualità della rete:

Siamo convinti della qualità della nostra rete e 2 milioni di utenti dimostrano che la copertura c’è e che è paragonabile a quella degli altri operatori

La strategia dal punto di vista commerciale invece nel medio termine è ben chiara:

Le nostre prospettive nel medio termine sono quelle di continuare a fare  le cose come le abbiamo fatte finora, senza diversificare l’offerta con mille nuovi tipi di business o con offerte molto segmentate. Continueremo nel futuro ad avere poche offerte, chiare e semplici. Vedremo poi quello che ci offrirà il 5G. Il nostro obiettivo è di continuare sulla telefonia mobile.

Alla domanda sui rapporti con la casa madre di Parigi, Benedetto Levi ha però ha lasciato intendere l’esistenza di una situazione di indipendenza:

Come ho spiegato a Xavier Niel cosa sta accadendo? Credo che abbia visto con i suoi occhi ciò che abbiamo realizzato. Dal nostro punto di vista quello che continuiamo a fare è proseguire indipendentemente da quello che succede all’esterno, che si tratti dei concorrenti o della situazione globale. Le situazioni esterne non hanno un impatto su quello che noi facciamo.

Sebbene la convinzione che il modello che sta vincendo non cambierà nel breve e nel medio termine, l’esordio di Iliad è capitato in un periodo di prospettive di cambiamento generale, con lo sviluppo del 5G, e sul territorio. Anche per questo lo stesso Levi ha assicurato che l’azienda sarà disponibile a contribuire ad accelerare lo sviluppo dei servizi digitali nel Paese e nella pubblica amministrazione.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Facebook, Instagram e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.