Vigilanza dell’AGCOM sui call center: obbligatorio fornire la collocazione geografica degli operatori


L’AGCOM ha pubblicato un documento relativo alla vigilanza sulle attività dei call center, come disciplinato dall’articolo 24 bis del decreto legge 22 Giugno 2012, con particolare riferimento al problema della collocazione geografica degli operatori.

L’AGCOM ricorda che tutti gli operatori esercenti attività di call center su numerazioni nazionali, tenuti ad iscriversi al Registro degli Operatori di Comunicazione (ROC), sono ormai obbligati a rispettare le prescrizioni stabilite dai commi 5 e 6 dell’articolo 24 bis sopra citato.

Nello specifico, nel comma 5 si legge che quando un soggetto effettua una chiamata a un call center, deve essere informato preliminarmente sul Paese in cui si trova l’operatore. Inoltre, nell’ipotesi di localizzazione dell’operatore in un Paese che non è membro dell’Unione europea, si deve essere informati della possibilità di richiedere che il servizio sia reso tramite un operatore collocato nel territorio nazionale o di un Paese membro dell’Unione, di cui deve essere garantita l’immediata disponibilità nell’ambito della medesima chiamata. Il comma 6 riprende le stesse direttive, applicate però se si riceve una chiamata da un call center.

call center collocazione

   

In particolare, l’Autorità torna a ribadire l’importanza di fornire sin da subito informazioni circa la collocazione geografica da cui un operatore chiama o risponde, sia nel caso di conversazioni sul suolo nazionale che internazionale o anche Extra-UE. A tal proposito, si rende noto che il Ministero dello Sviluppo Economico sta continuando a svolgere verifiche e controlli periodici a campione.

Si ricorda che l’impegno dell’Autorità nella piena regolamentazione dell’attività di telemarketing esercitata presso i call center si è consolidato recentemente con un importante traguardo, rappresentato da uno strumento in grado di identificare la provenienza della chiamata.

Infatti, inserendo una numerazione nazionale nello spazio apposito nel sito dell’Autorità, è ormai possibile risalire all’anagrafica della società esercente l’attività di call center sulla base delle informazioni dichiarate al Registro degli Operatori di Comunicazione.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale Telegram di MondoMobileWeb. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Facebook e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.