Rimodulazioni TariffarieLexFoniaFastweb

Fastweb, stop a rimodulazioni nei primi 6 mesi e claim “per sempre”: ecco tutti gli impegni

In seguito all’atto di accertamento e contestazione dell’AGCOM contro Fastweb per la violazione del Codice in merito alle modifiche contrattuali del costo delle offerte, l’operatore ha presentato alcuni impegni che l’Autorità ha ritenuto ammissibili.

L’accertamento sopra menzionato risale al 12 Marzo 2020 ed è stato notificato per le modifiche unilaterali con aumento del costo mensile delle offerte di rete fissa e mobile avvenute nei mesi di Agosto, Ottobre e Dicembre 2019.

Come previsto dal Regolamento, l’AGCOM ha adesso pubblicato, con determina numero 91/20/DTC, la proposta di impegni dell’operatore, ricordando che i soggetti interessati hanno la facoltà di inviare le proprie osservazioni in merito.

Gli impegni di Fastweb sono molteplici e mirano prevalentemente a garantire una maggiore trasparenza nell’informativa.

In primo luogo, l’operatore si è impegnato a non applicare eventuali future modifiche contrattuali unilaterali ai clienti residenziali di rete fissa o mobile che abbiano aderito alle offerte nei sei mesi antecedenti all’attuazione della modifica.

Come secondo impegno, in caso di modifiche unilaterali del costo delle offerte, Fastweb si impegna a fornire adeguata informativa all’Autorità, che sarà inviata con qualche giorno di anticipo o contestualmente rispetto all’invio delle comunicazioni ai clienti impattati.

Lo scopo è quello di permettere all’Autorità di avere immediatamente evidenza delle modifiche messe in atto, agevolando di fatto la sua attività di verifica e controllo.

Come terzo impegno, Fastweb ha proposto di pubblicare la comunicazione sulla modifica contrattuale nella prima pagina del documento di fatturazione, sia esso in formato cartaceo o digitale, con avviso separato e con dicitura in grassetto: “ATTENZIONE: modifica delle condizioni contrattuali. Per maggiori dettagli, prendere visione dell’avviso allegato.”

Fastweb Mobile

Sempre con lo scopo di facilitare la consultazione delle informative da parte del cliente finale, il quarto impegno prevede la pubblicazione nella home page di un collegamento ipertestuale diretto alla sezione del sito chiamata Fastweb Informa, in cui sono sempre pubblicate le comunicazioni per gli utenti, incluse le modifiche unilaterali.

Il quinto impegno riguarda invece la modifica del testo dell’informativa, a vantaggio della trasparenza e chiarezza della comunicazione. Fastweb si impegna infatti a riportare come primo elemento dell’informativa il contenuto della modifica e, a seguire, i motivi che la giustificano, la data di entrata in vigore e l’indicazione in merito al diritto di recedere dal contratto senza costi né penali.

A questo impegno è strettamente collegato il sesto che prevede la formulazione di un testo standard da utilizzare per le informative sul sito ufficiale. Il testo per le rimodulazioni di rete fissa e mobile sarà dunque replicato in tutte le modifiche contrattuali per rendere la modifica più trasparente anche nei casi in cui le rimodulazioni riguardino una singola offerta.

Infine, con il settimo impegno Fastweb si impegna a eliminare dalle proprie comunicazioni commerciali la dicitura “per sempre” e a garantirne l’effettiva applicazione nelle offerte commercializzate in passato con tale claim.

L’ottavo e ultimo punto riguarda invece il monitoraggio degli impegni precedenti, che verrà effettuato da una struttura indipendente incaricata di fornire un resoconto semestrale all’Autorità per un periodo di un anno dall’approvazione.

Tale struttura di vigilanza, come proposto da Fastweb, sarebbe costituita da un funzionario designato dall’Autorità, un esponente delle associazioni dei consumatori designato da Fastweb e un esponente di una società di revisione e consulenza designato di comune intesa tra l’operatore e l’Autorità.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram.

Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Continua a leggere

Back to top button