iliadReti e Frequenze

Rete Iliad: nuove istanze per costruire in tutta Italia, Piacenza ordina lo stop dei lavori

Anche in questi giorni di emergenza nazionale, alcuni comuni italiani stanno continuando a pubblicare aggiornamenti sulle richieste di installazione delle reti di Iliad, che continua a lavorare per la costruzione della sua infrastruttura proprietaria.

Una prima notizia è l’ordinanza del Comune di Piacenza pubblicata il 31 Marzo 2020, con cui è stata ordinata l’interruzione immediata dell’attività di installazione su una stazione radio base esistente, avviata il 21 Febbraio 2020 da Iliad presso un immobile sito in Via Manfredi.

Con l’ordinanza in questione, cessano quindi gli effetti del titolo autorizzatorio. La decisione è stata giustificata con il parere sfavorevole dell’ARPAE Emilia Romagna, giunto il 30 Marzo 2020.

Per questa ragione, il Comune di Piacenza ha imposto la cessazione dell’attività di installazione e di tutti gli effetti autorizzatori connessi.

Per conoscere tutte le novità degli operatori di telefonia, è possibile unirsi gratuitamente al canale Telegram di MondoMobileWeb e rimanere sempre aggiornati sul mondo della telefonia mobile.

iliad

Nello stesso periodo, per la precisione il 30 Marzo 2020, è stata invece depositata un’istanza di autorizzazione da parte di Iliad per l’installazione di un impianto nel Comune di Novi Ligure, nel dettaglio in Via delle Vetrerie.

In questo caso, la comunicazione del Comune riguarda dunque il semplice deposito dell’istanza ed è volta a permettere a chiunque di ricorrere contro la stessa, qualora sia in contrasto con le disposizioni di legge o il regolamento in materia.

Il comune di Bologna ha invece protocollato il 30 Marzo 2020 una comunicazione di deposito del progetto per la realizzazione di un impianto di telefonia mobile da parte di Iliad, in via Cesare Boldrini.

Alle documentazioni fin qui riportate se ne aggiungono diverse altre, pubblicate dai Comuni nel corso di mese di Marzo 2020, in cui Iliad ha dunque continuato a inviare le sue segnalazioni certificate di inizio attività.

È il caso, ad esempio, dei comuni di Casalecchio di Reno (Bologna), Palau (Sassari), Tortona (Alessandria), Mottola (Taranto) in cui è stato comunicato il programma di installazione per il 2020 e Cento (Ferrara).

Chiaramente, l’epidemia di Coronavirus non sarà priva di conseguenze per lo sviluppo della rete di Iliad. Come già anticipato dal management nell’ultima conferenza del Gruppo per la presentazione dei risultati finanziari, infatti, Iliad potrebbe dover fronteggiare un rallentamento nelle dinamiche di sviluppo e copertura per la sua rete proprietaria.

Nonostante ciò, il CEO Thomas Reynaud ha ricordato che la strategia di lungo periodo resta immutata e che, al 2019, Iliad ha superato i suoi obiettivi di copertura in Italia, con oltre 4000 antenne in tutta la Penisola.

Unisciti gratis al canale @mondomobileweb di Telegram per rimanere aggiornato sulle ultime novità della telefonia.

Seguici anche su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Condividi le tue opinioni o esperienze nei commenti.

Ti potrebbe interessare

Back to top button