Open FiberReti e Frequenze

Open Fiber a Crotone: partiti i lavori per la copertura in FTTH di 18.000 unità immobiliari

Oggi, 19 Ottobre 2022, Open Fiber ha annunciato di aver già avviato, da qualche giorno, i lavori per la realizzazione di una nuova infrastruttura a banda ultra larga interamente in fibra ottica FTTH (Fiber To The Home) a Crotone, in Calabria.

I cittadini del capoluogo crotonese, dunque, potranno usufruire di una velocità di connessione fino a 10 Gigabit al secondo, come indicato dall’operatore nei suoi comunicati, oltre che dei vari servizi digitali correlati, come la Telemedicina, lo Smart Working e le applicazioni Smart City.

Si ricorda, in ogni caso, che Open Fiber è un operatore wholesale only, quindi non vende servizi direttamente al cliente finale, ma è attivo esclusivamente nel mercato all’ingrosso, fornendo l’accesso alla sua infrastruttura a tutti gli operatori interessati.

I lavori di Open Fiber a Crotone sono cominciati nell’area dell’Ospedale San Giovanni di Dio e nel Parco Pignera e a breve proseguiranno nella zona compresa tra il Tribunale e il Municipio, per poi interessare anche gli altri quartieri.

Per l’intervento nella città calabrese, Open Fiber ha intenzione di investire circa 6 milioni di euro di fondi privati, destinati al cablaggio in modalità FTTH di 18 mila unità immobiliari, tra case, negozi e uffici.

L’infrastruttura si svilupperà per quasi 110 chilometri, riutilizzando in parte reti già esistenti e includendo la posa di 10 mila chilometri di fibra ottica.

Le metodologie di realizzazione degli interventi vengono disciplinate dal cosiddetto Decreto Scavi che prevede, da parte della società, delle garanzie riguardo le operazioni di scavo e di ripristino del manto stradale, da svolgere con gli uffici tecnici comunali di competenza.

A questo proposito, Open Fiber assicura che le sue modalità di scavo risultano in un impatto ambientale limitato, prevedendo la costruzione dei tracciati attraverso la tecnica della minitrincea, ovvero la realizzazione di uno scavo di dimensioni tra i 5 ei 20 centimetri, dal quale le polveri generate dai lavori vengono aspirate, per evitarne la dispersione nell’atmosfera.

L’investimento che la società guidata da Mario Rossetti ha stanziato anche su Crotone rientra nel piano di Open Fiber per la trasformazione digitale e il rilancio socioeconomico e infrastrutturale del Paese, che coinvolge in totale 270 città italiane.

Editing Mattia Castro

Unisciti gratis al canale @mondomobileweb di Telegram per rimanere aggiornato sulle ultime novità della telefonia.

Seguici anche su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Condividi le tue opinioni o esperienze nei commenti.

Ti potrebbe interessare

Back to top button