LexFonia

Serie A in streaming: impegno dell’Antitrust a garantire condizioni eque e non discriminatorie

Nel corso di un’audizione alla Commissione Trasporti della Camera dei Deputati sui mercati digitali, il Segretario Generale dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, Filippo Arena, ha commentato la vicenda della Serie A in streaming e dei dubbi sollevati sulla tenuta delle reti.

Filippo Arena, in risposta alla domanda sollevata da un Onorevole in merito alla tenuta delle reti nel corso degli eventi in streaming, ha voluto innanzitutto evidenziare che l’attribuzione dei diritti calcistici è stata svolta anche quest’anno sulla base del modello previsto dalla Legge Melandri e ha visto la vittoria di DAZN, sebbene a valle vi siano stati “tutta un’altra serie di accordi e di iniziative”.

Il Segretario Generale di AGCM conferma che l‘Autorità è al corrente dei timori dell’impatto anche sulla tenuta delle reti in relazione al momento dell’inizio del campionato, di cui si sta occupando il soggetto competente, l’AGCOM.

Quanto invece al punto di vista dell’Antitrust, anche l’Autorità sta seguendo la vicenda ma Filippo Arena ha reso noto di non poter fornire ulteriori dettagli:

“E’ una questione che l’Autorità ha ben presente e in tempi idonei rispetto all’avvio del campionato di calcio, se riterrà necessario, adotterà le iniziative finalizzate a che il campionato, che rappresenta un patrimonio per tutta la popolazione italiana, possa essere goduto secondo condizioni eque e non discriminatorie e non vessatorie per chiunque sia.”

Dunque, se la tenuta delle reti sarà prevalentemente di competenza dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, l’Antitrust valuterà invece il rispetto dei principi di non discriminazione e di equità per la fruizione del campionato di Serie A interamente in streaming.

Per conoscere le novità degli operatori di telefonia, è possibile unirsi gratuitamente al canale Telegram di MondoMobileWeb e rimanere sempre aggiornati sul mondo della telefonia mobile.

Filippo Arena, Segretario Generale Antitrust

Arena ha poi ricordato anche i pareri resi in passato dall’Antitrust al Ministero dello Sviluppo Economico e finalizzati a identificare modalità che non si traducessero nel beneficio esclusivo per i player più grandi del settore, assicurando invece una ripartizione dei fondi per garantire pluralismo e livello di concorrenza adeguato.

Si ricorda che DAZN ha già reso noti questo mese i costi del suo abbonamento unico con inclusa anche la Serie A, mentre sono state svelate anche le offerte di TIM, suo partner tecnologico, con alcune combinazioni anche con altri pacchetti di intrattenimento.

Unisciti gratis al canale @mondomobileweb di Telegram per rimanere aggiornato sulle ultime novità della telefonia.

Seguici anche su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Condividi le tue opinioni o esperienze nei commenti.

Ti potrebbe interessare

Back to top button