Telco ItaliaTiscali

Tiscali, risultati: 256.200 clienti nel mobile. Nel fisso servizi ultrabroadband in crescita

Tiscali ha rilasciato quest’oggi, 17 Maggio 2021, il bilancio consolidato del Gruppo, approvando anche il nuovo piano industriale 2021-2023. L’operatore presenta clienti in crescita sia nel mobile che nel segmento fisso.

Il 2020 di Tiscali, nonostante l’impatto della pandemia di Covid-19 in Italia, ha presentato ricavi per 144 milioni di euro, in aumento del +1% rispetto al 2019, e un EBITDA in crescita di +3,6 milioni di euro, a 29,1 milioni (+14%) grazie alle azioni di risparmio sui costi operativi implementate nel corso dell’ultimo anno.

Il risultato netto è pari a -22,2 milioni di euro, mentre l’indebitamento finanziario netto si mostra in crescita di 5,2 milioni di euro, a fronte di una riduzione dei debiti tributari e commerciali.

I dati sui clienti di Tiscali nel mobile e nel fisso

Passando invece ai dati sul portafoglio clienti, si nota innanzitutto come nel 31 Dicembre 2020 la customer base attiva totale di Tiscali sia composta da 672.700 clienti, in rialzo di circa 5000 unità rispetto all’anno precedente.

Nello specifico, i clienti mobili sono 256.200 contro i 244.700 del 2019, mentre i clienti broadband fisso sono 376.700 di cui 223.200 in fibra (in crescita del +36%).

Infine, i clienti broadband wireless sono 39.900, in lieve calo rispetto all’anno precedente.

I ricavi di accesso broadband sono cresciuti per 1,5 milioni di euro (+1,4%) grazie essenzialmente ai ricavi da broadband fisso trainati da un incremento dell’ARPU, vale a dire dei ricavi medi mensili per singolo cliente attivo.

A crescere sensibilmente è stata anche la componente di ricavi mobili, per 2,5 milioni di euro (+19,2%), mentre si sono contratti i ricavi da servizi alle imprese e wholesale e i ricavi broadband Fixed Wireless.

La strategia di Tiscali e il nuovo piano industriale 2021-2023

Tiscali ha ricordato che la strategia nel 2020 si è focalizzata sullo sviluppo del mercato in fibra e sullo sviluppo di offerte mobile 4G con velocità fino a 100 Mbps. Da ciò discende la crescita dei clienti ultrabroadband, pari al +36% rispetto all’anno precedente.

Tiscali è al momento in accordi con Open Fiber per portare la fibra nelle aree C e D nel Paese e, anche se non è stato fatto esplicito riferimento nei documenti pubblicato oggi, l’operatore sardo ha anche sottoscritto contratti esecutivi dell’intesa per l’accordo di coinvestimento con Fibercop tramite partecipazione commerciale al progetto. Inoltre, è stata recentemente lanciata una nuova offerta FWA su rete Linkem fino a 100 Mbps.

Nell’ultimo anno, Tiscali ha anche proseguito la sua azione di riduzione dei costi fissi e di miglioramento della marginalità industriale, nonché di ottimizzazione degli investimenti appunto tramite la condivisione delle reti.

Il nuovo piano industriale 2021-2023 approvato dal CdA mira a raggiungere l’utile di bilancio nel 2023, confermando la focalizzazione del Gruppo sul core business, ovvero la vendita di servizi ultrabroadband.

A ciò, si affianca la diversificazione delle attività del portale e l’implementazione degli accordi di fornitura con gli operatori wholesale, che prevede l’incremento del bacino di utenti raggiungibili in fibra e la riduzione dei costi fissi e dei costi di gestione del traffico, oltre agli investimenti di rete.

Per conoscere tutte le novità degli operatori di telefonia, è possibile unirsi gratuitamente al canale Telegram di MondoMobileWeb e rimanere sempre aggiornati sul mondo della telefonia mobile.

Tiscali UltraInternet Voucher bonus 500 euro

Nuovo prestito obbligazionario e nuovo Amministratore nel CdA

Infine, Tiscali ha reso noto di aver approvato il 14 Maggio 2021 un accordo con l’investitore professionale Nice & Green S.A. per l’emissione di un prestito obbligazionario convertibile, da esercitarsi in più tranche, fin a 21 milioni di euro.

Con questo nuovo prestito obbligazionario, Tiscali potrà reperire le risorse da destinare al soddisfacimento delle sue esigenze di liquidità per sostenere il piano industriale.

Nei prossimi mesi, grazie all’implementazione del piano industriale, Tiscali prevede di poter proseguire la crescita della sua base clienti, prevalentemente tramite l’acquisizione di nuovi clienti in Fibra, LTE e Mobile. Inoltre, l’operatore si concentrerà sul rilancio della Business Unit B2B e sul miglioramento della marginalità dei servizi.

Intanto, è stato nominato all’interno del CdA il nuovo Amministratore Paolo Fundarò in seguito alle dimissioni del consigliere Manilo Marocco. Fundarò sarà anche membro del Comitato Controllo e Rischi di Tiscali e non risulta detenere azioni della società.

Unisciti gratis al canale @mondomobileweb di Telegram per rimanere aggiornato sulle ultime novità della telefonia.

Seguici anche su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Condividi le tue opinioni o esperienze nei commenti.

Ti potrebbe interessare

Back to top button