Connessioni a internet in Italia e in Europa: l’impatto del Coronavirus su velocità e latenza


Come già ripetuto da più fronti, il Coronavirus sta impattando anche sul sistema delle telecomunicazioni in Italia e nel resto del mondo, ad esempio in termini di velocità. Sono infatti proprio gli operatori della filiera tlc a sopportare in questi giorni il peso delle attività lavorative in smart working, e non solo.

Ookla, società che ha sviluppato il servizio Speedtest per valutare le performances di rete sul fronte della velocità di connessione, ha pubblicato un report con i risultati di alcuni test sulle reti globali in questo periodo.

L’analisi è divisa per continenti, e in quello europeo chiaramente c’è posto per l’Italia, impegnata da settimane per contrastare l’emergenza Coronavirus. Vengono di seguito riportati i dati per diverse giornate, che continueranno ad essere analizzati dall’azienda per fornire ulteriori spunti per le inferenze statistiche.

Le performances italiane ed europee nel fisso. Come è possibile notare, dai primi giorni di Marzo la velocità di connessione è crollata, contestualmente a un’impennata della latenza.

Iniziando con le rilevazioni di due settimane fa, il 13 Marzo 2020, Speedtest iniziava già a riscontrare una riduzione della velocità in Lombardia, sia sul mobile che sul fisso. Successivamente, tale rallentamento si sarebbe esteso a tutta l’Italia. Anche la latenza aveva già iniziato a incrementare dal 17 Febbraio, per poi schizzare dalla settimana successiva.

Appena pochi giorni dopo, nella rilevazione del 16 Marzo 2020, si notava un calo della velocità in tutta Italia, con una crescita della latenza soprattutto in Lombardia per il fisso, a fronte di performances leggermente migliori sul mobile.

Il giorno dopo, il 17 Marzo 2020, Speedtest rilevava un rallentamento delle velocità sul fisso anche in altri Paesi, soprattutto in Germania e Spagna. Sul mobile, invece, Francia, Germania e Spagna non presentavano particolari rallentamenti.

Il 19 Marzo 2020 venivano anche inseriti i dati di Austria, Olanda e Svizzera, non particolarmente colpite dalla crescita del traffico, e il 23 Marzo 2020, infine, è stata riscontrato un ulteriore calo delle performances di rete mobile nei principali Paesi europei, Italia inclusa.

Per conoscere le novità degli operatori di telefonia, è possibile unirsi gratuitamente al canale Telegram di MondoMobileWeb per essere sempre informati sul mondo della telefonia mobile.

velocità rete

Le performances sul mobile. Anche qui si nota una riduzione della velocità nello stesso periodo.

La tendenza è stata simile negli altri Paesi del mondo, con una riduzione delle velocità e un incremento della latenza negli ultimi giorni. In generale, a livello globale, la velocità media di download riscontrata è stata di 31,61 Mbps sul mobile e 75,41 Mbps sul fisso.

Come è possibile notare dai grafici europei, Ookla ha scelto di distinguere le performances in Lombardia da quelle italiane nel complesso. In Europa, Germania e Regno Unito mostrano fino ad ora una maggiore resilienza sia sul mobile che sul fisso.

Alcuni Paesi europei hanno inoltre registrato un’impennata delle velocità sul fisso nel corso del mese, diversamente da quanto accaduto in Italia.

Si ricorda che l’AGCOM ha comunque già pubblicato delle misure attuative del decreto Cura Italia per incrementare la capacità di banda per ogni cliente di rete fissa e per tentare di offrire a tutti i cittadini la possibilità di utilizzare una connessione per proseguire le attività scolastiche, lavorative o ricreative.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Google News (cliccando sulla stellina o su Segui), Facebook, Instagram e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.