Tim Facile, la tariffa alternativa per non pagare circa 2 euro al mese. Sms a 7,32 centesimi di euro


A partire dal 27 Febbraio 2020, come già raccontato, molte tariffe TIM a consumo saranno rimodulate con l’introduzione di un costo di 1,99 euro al mese se non ci sono offerte attive. I clienti Tim coinvolti, che non possiedono alcuna offerta con Minuti e/o Giga attiva, se non vogliono pagare alcun costo mensile potranno decidere di cambiare piano in Tim Facile attivabile fino a nuova comunicazione.

Il nuovo piano tariffario è ufficialmente in commercio dal 27 Gennaio 2020 anche se già da Ottobre 2019 era stato scoperto, quando è stato attivabile per alcuni giorni prima che venisse temporaneamente rimosso.

Da giorni sono stati risolti i problemi dell’IVR 40916 e del cambio piano base in autonomia per i clienti che già possiedono TIM Facile.

Tim Facile è il piano base attualmente in commercio nato per rispettare la delibera AGCOM 326/10/CONS denominata “misure di tutela degli utenti dei servizi di comunicazione mobili e personali”. In precedenza c’era Tim a Secondi. E’ la stessa normativa utilizzata per il piano della SIM a consumo Vodafone Senza Scatto New.

TIM Facile prevede le chiamate tariffate ad effettivi secondi di conversazione e senza scatto alla risposta al costo di 49 centesimi di euro al minuto, mentre gli SMS hanno un costo di 7,32 centesimi di euro ciascuno. Non sono attualmente previsti costi mensili aggiuntivi per questo piano tariffario. Il cambio piano deve essere gratuito.

Per questo motivo tutti i clienti TIM possono cambiare gratuitamente in autonomia a Tim Facile tramite l’area clienti MyTIM dal sito dell’operatore oppure chiamando l’IVR gratuito 409162 o 40916 o 119.

Se ci sono difficoltà, il cliente Tim potrà chiedere il cambio piano gratuito verso Tim Facile direttamente all’operatore del Servizio Clienti 119 (o in chat all’interno dell’area clienti MyTIM) senza pagare i 3,99 euro (una tantum) come già succede con la richiesta di cambio piano verso Tim Base New o la disattivazione di alcuni servizi preattivati.

Se il cliente non riesce a cambiare verso Tim Facile tra le opzioni disponibili per il cambio della propria tariffa base nella sezione dedicata del sito ufficiale dell’operatore, può passare prima al piano Tim Base New (anche questo gratuito), e poi, successivamente, provare ad effettuare un nuovo cambio piano: in questo caso dovrebbe comparire TIM Facile fra le opzioni disponibili.

I già clienti TIM coinvolti dall’ultima rimodulazione tariffaria in partenza questo mese, se possiedono un’offerta con minuti e giga attiva, non sono obbligati a cambiare piano base perchè il costo aggiuntivo di 2 euro al mese non dovranno pagarlo fino a quando manteranno la propria offerta base attiva.

Tim Facile è consigliato anche per chi non ha un bundle di SMS incluso con la propria offerta principale ed ha bisogno di una tariffa con SMS al costo di circa 7 centesimi di euro, come già avveniva con la tariffa TIM a Secondi non più sottoscrivibile.

Per conoscere in tempo reale tutte le novità degli operatori di telefonia mobile, è possibile unirsi gratuitamente al canale Telegram di MondoMobileWeb per essere sempre informati sul mondo della telefonia mobile.

Tim

Attualmente in commercio c’è anche il piano Tim Base New, anche se alcuni clienti sostengono di aver ricevuto sms di modifica unilaterale nonostante la comunicazione ufficiale comunica: “TIM adegua le condizioni economiche di alcuni piani base, non più in commercializzazione, che a partire dal 27 Febbraio 2020 avranno un costo mensile di 1,99 euro (IVA inclusa). Tale costo sarà applicato solo in assenza di un’offerta con minuti o giga attiva sulla linea del Cliente”.

Tim Base New prevede una tariffa voce a consumo di 23 centesimi di euro al minuto con lo scatto alla risposta di 20 centesimi. Tariffazione a scatti anticipati di 60 secondi. Sms a 16 centesimi di euro.

Quando si attiva una nuova sim ricaricabile TIM, in automatico si attiva il profilo tariffario Tim Base e Chat che prevede un costo anticipato di 2 euro al mese. Per i nuovi clienti il primo mese è completamente gratuito. Il canone fisso si applica anche in presenza di qualsiasi offerta tariffaria attiva. Anche i nuovi clienti TIM possono quindi cambiare piano in Tim Facile per evitare di pagare 2 euro al mese.

In molte offerte standard e in alcune offerte operator attack e/o winback è previsto lo sconto del 100% del costo fisso di 2 euro al mese del piano Tim Base e Chat. In questo caso, non è necessario cambiare piano tariffario, se non c’è necessità di inviare SMS a consumo a 7,32 centesimi di euro.

Tim Base e Chat prevede una tariffa voce a consumo di 19 centesimi di euro al minuto con lo scatto alla risposta di 20 centesimi. Tariffazione a scatti anticipati di 60 secondi. Sms a 29 centesimi di euro.

In caso di presenza di un’offerta dati attiva, la tariffa include anche la possibilità di chattare con tutti sulle piattaforme chat più popolari (come ad esempio Whatsapp, Snapchat, iMessage, Imo, Skype Viber, WeChat) senza consumare i Giga della propria offerta dati attiva. L’utilizzo delle chat senza limiti è consentito solo sul territorio italiano e l’offerta deve avere traffico dati disponibile.

A prescindere dal piano tariffario attivo, l’attuale costo per l’invio degli MMS è di 1,30 euro ciascuno. La tariffa base per la navigazione Internet da cellulare, applicata in assenza di specifiche offerte dati attive, è di 4 euro al giorno. L’importo è addebitato solo nei giorni di effettivo utilizzo (al raggiungimento di 500MB al giorno la velocità di navigazione si riduce a 32 Kbps).

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Facebook, Instagram e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.