Il Gruppo Iliad torna a crescere: ricavi ed EBITDA in salita con il Piano Odissea 2024


Il Gruppo Iliad ha presentato i suoi risultati finanziari aggiornati al 30 Giugno 2019, che mostrano una nuova crescita dell’operatore in Francia, dopo le incerte performances dei trimestri precedenti.

Dopo il piano di trasformazione di Iliad, lanciato nella metà del 2018, i ricavi in Francia riescono adesso a salire dell’1,5%, trainati dalle performances nel segmento mobile e dalle nuove utenze in fibra.

Nello specifico, i ricavi in Francia raggiungono quota 2,432 milioni di euro, con un calo dell’1,5% nel fisso che viene bilanciato dal segmento mobile e dalla vendita di dispositivi (in crescita del 19%, a quota 126 milioni di euro).

L’EBITDA Francese è anch’esso in sensibile aumento, dell’1,8%, a quota 910 milioni di euro.

   

In Francia, Iliad dispone nel complesso di 19,710,000 milioni di clienti tra rete fissa e rete mobile, ancora in calo di 92.000 unità rispetto al periodo precedente, anche a causa della maggiore concorrenza nel mercato.

Secondo quanto dichiarato dal Gruppo Iliad, adesso l’operatore presenta un miglior mix di utenze, con più clienti in fibra e un minore tasso di abbandono. Con la nuova strategia di Iliad, come già annunciato, termina infatti la politica volta a incoraggiare le promozioni aggressive. L’operatore tenterà adesso di concentrarsi sulla fedeltà dei nuovi utenti e sui canali di distribuzione, per intercettare anche nuove fasce di clientela.

Come noto, per Iliad i prossimi trimestri saranno caratterizzati da molte novità. Oltre allo sviluppo della rete in Italia, il piano strategico prevede in Francia un maggiore focus sul fisso, sul mobile e sul segmento business.

Per quanto concerne il fisso, Iliad ha accelerato il rollout e ha aggiornato le sue offerte, contribuendo ad accrescere il successo del Freebox Delta. Come comunicato recentemente con una nota ufficiale, Iliad ha raggiunto 170.000 nuovi clienti nell’ultimo trimestre, sfruttando la sua vasta copertura e le caratteristiche della sua rete, valutata da nPerf come la veloce di tutta la Francia.

Sempre con riferimento alla fibra, Iliad ha annunciato oggi una partnership con InfraVia per accelerare lo sviluppo della fibra in Francia, cofinanziando la creazione di nuovi sockets  in tutto il Paese.

Sul mobile, il nuovo approccio mira a trasferire i concetti di qualità della connessione. A riguardo, viene citato l’ultimo accordo con Nokia per il rollout della rete 5G. Su questo fronte, Iliad è stato considerato da nPerf il secondo operatore per velocità di download, che nel 4G raggiunge valori medi di 45 Mbps.

Il terzo aspetto riguarda invece il segmento Business: Iliad conferma l’ingresso nel segmento B2B nel 2020, per “spezzare l’oligopolio nel B2B” e raggiungere nuovi clienti grazie alla rete di Jaguar Network.

Xavier Niel, il fondatore di Iliad

Per finire, il quarto punto riguarda il mercato italiano, che ha raggiunto i 4 milioni di utenti e continua a puntare sulla sua rete.

A riguardo, le slides del Gruppo mostrano come tale soglia equivalga a circa il 5% della quota di mercato. Per quanto concerne invece il roll-out della rete, esso è in linea con la guidance, in quanto a Giugno 2019 sono stati ultimati 2400 siti, di cui 400 attivi, che permettono a Iliad di iniziare a reggere una piccola porzione del suo traffico.

Con riferimento al mercato italiano, inoltre, viene reso noto dai documenti di Iliad Group che Fastweb ha ritirato il ricorso alla Corte di Giustizia Europea sulla fusione tra Wind Tre e il conseguente ingresso di Iliad.

Nel complesso, dunque, il Gruppo Iliad in Francia ritorna in carreggiata con l’obiettivo e la promessa di riuscire a generare flusso di cassa a partire dal 2020 e migliorare la crescita dell’EBITDA, che dovrà supportare, a livello di Gruppo, anche lo sviluppo della rete in Italia.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Facebook, Instagram e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.