Iliad in Francia accelera sulla fibra: oltre 170.000 nuove attivazioni nell’ultimo trimestre


Mentre in Italia Iliad ha già comunicato l’intenzione di diventare operatore convergente entrando nel fisso entro il 2024, in Francia il brand Free del Gruppo Iliad è il primo operatore per la tecnologia in Fibra in termini di nuove attivazioni nel secondo trimestre del 2019.

Secondo quanto riportato dal Gruppo Iliad, infatti, Free è riuscito a raggiungere 172.000 nuovi clienti in fibra nell’ultimo trimestre, grazie alla sua vasta copertura e alla tecnologia utilizzata.

In Francia, Iliad dispone infatti una copertura totale dei dipartimenti metropolitani e di una tecnologia 10G-EPON con una velocità massima teorica pari a 8Gbps in download e 600Mbps in upload, soggetta chiaramente alla compatibilità dell’offerta e del Freebox.

Anche per queste ragioni, tra le altre cose, la fibra di Free è stata considerata dalle rilevazioni di nPerf come la più veloce di tutta la Francia nella prima metà del 2019.

   

Nel suo comunicato ufficiale, il Gruppo Iliad ringrazia per il traguardo conseguito tutto il team composto da circa 3000 risorse umane e le aziende partner. Anche grazie alla fibra, conclude l’operatore, quest’anno sono stati creati 350 nuovi posti di lavoro all’interno del Gruppo.

Iliad fibra

Nel piano strategico Odyssée 2024, Iliad punta a raggiungere  4,5 milioni di utenti in fibra coprendo l’intera Francia con i suoi servizi entro i prossimi 5 anni. Per fare ciò, l’azienda aveva comunicato l’esigenza di puntare su dei validi piani di loyalty e sulla diversificazione dei canali distributivi.

Nel mobile, invece, l’operatore attuerà una politica di upscaling volta a incoraggiare il passaggio a offerte caratterizzate da una connessione più veloce e da un ARPU più elevato.

Nel segmento business, grazie all’acquisizione di Jaguar Network, Iliad punta invece a raggiungere il 4% o 5% della quota di mercato, che si rifletterebbe in circa 400 o 500 milioni di euro di ricavi.

Per finire, come sopra accennato, la strategia per l’Italia mira a raggiungere la convergenza entro il 2024 entrando anche nel segmento fisso e riducendo la dipendenza da Wind Tre grazie al costante roll-out della sua rete proprietaria.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Facebook, Instagram e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.