Rimodulazioni Tim: da oggi scattano gli aumenti su alcune offerte di rete mobile


E’ oggi, Lunedì 25 Febbraio 2019, il fatidico giorno dal quale scattano ufficialmente le rimodulazioni, annunciate dal gestore telefonico lo scorso mese, per alcuni già clienti TIM possessori di certe offerte ricaricabili non più in commercializzazione.

Nel dettaglio, gli aumenti scattano al primo rinnovo utile delle offerte coinvolte a partire da oggi, e prevedono un rincaro di 0,99 euro al mese in più per alcune opzioni tariffarie e di 1,99 euro al mese in più per altre.

La notizia, già trattata da MondoMobileWeb lo scorso 21 Gennaio 2019, non è sicuramente bella per i tanti clienti coinvolti che nell’ultimo periodo si sono visti recapitare, da Tim, la comunicazione dell’imminente aumento mensile della propria offerta, attraverso una campagna SMS creata ad-hoc per l’occasione, partita proprio dal 21 Gennaio 2019.

L’SMS inviato da TIM per comunicare le rimodulazioni ai propri clienti coinvolti, è stato il seguente:

   

Modifica contrattuale: Per esigenze legate all’evoluzione del mercato, dal 25/2/19 la tua offerta costerà 1,99 Euro in più al mese. Solo per te, da oggi minuti illimitati gratis verso tutti, attivabili su MyTIM Mobile. Entro il 24/2/19, puoi recedere o cambiare operatore, senza penali né costi di disattivazione e mantenere attiva la rateizzazione del prodotto, compilando su tim.it i moduli di “diritto di recesso” e “cessazione linea” o inviandoli via PEC a disattivazioni_clienti privati@pec.telecomitalia.it o andando nei negozi TIM. Info su tim.it/info o chiama il 409168

In alternativa, per venire a conoscenza degli aumenti, i clienti potevano pure chiamare il numero gratuito 409168 dalla propria SIM TIM, visitare la propria area clienti o contattare il Servizio Clienti 119.

Nello specifico, secondo le testimonianze della community di MondoMobileWeb, alcune delle offerte coinvolte sarebbero le seguenti: aumento di 1,99 euro al mese per IperGiga Go, Gold Go, Galaxy Go, Young&Music Full Digital, Music Limited Edition, 60+ CB, Special +Voce, Special 400, Special Full Medium, Special Start e Special+ Start; aumento di 0,99 euro al mese per Young&Music Full Plus CB New, Young XL, Premium Go, Five Go (ndr da non confondere con Five IperGo a 5 euro), Special Medium CB, Special Voce (al/mnp), Special S CRM, Special +Voce Start, Special x Te 1000 e International 1000 New.

A fronte dell’aumento in arrivo di 1,99 euro in più al mese, TIM ha permesso (ai propri clienti coinvolti) fino a ieri, 24 Febbraio 2019, di richiedere l’attivazione di una promozione tra minuti illimitati a tempo indeterminato e 20 Giga al mese per 1 anno. Discorso simile, ma con promo differenti per i clienti coinvolti dall’aumento di 0,99 euro al mese, per questi infatti è stato possibile attivare minuti illimitati gratis per 1 mese o 5 giga gratis per 1 mese.

Dopo Vodafone quindi, anche TIM ha deciso di rimodulare molte delle proprie offerte, e ha giustificato il tutto con la classica motivazione relativa a delle esigenze legate all’evoluzione del mercato. Si tratta della dimostrazione del fatto che ad oggi, il nuovo quarto operatore mobile Iliad, non incute alcuna paura.

Rimodulazione TIM

I clienti dell’operatore telefonico hanno comunque avuto tutto il tempo necessario per decidere se accettare le nuove condizioni economiche post-rimodulazione, o recedere senza alcuna penale entro il 24 Febbraio 2019, anche mediante passaggio con portabilità ad altro gestore.

La richiesta di recesso, comportante la cessazione della linea mobile e, ove non richiesto il passaggio ad altro operatore, la perdita del numero telefonico in possesso del cliente, era eseguibile compilando un apposito modulo online disponibile all’interno del sito ufficiale di TIM. Ai clienti che sulla linea oggetto di recesso, avevano abbinato un prodotto in rateizzazione in corso di vigenza contrattuale (24 o 30 mesi in funzione del prodotto scelto), gli è stato o gli sarà addebitato il saldo delle rate residue a scadere, cosi che il prodotto possa rimanere di proprietà del consumatore.

Gli operatori (cosi come stabilito dall’articolo 70, comma 4, del Codice delle Comunicazioni elettroniche, approvato con decreto legislativo n. 259/2003 e di recente modificato dal decreto legislativo n. 70/2012), possono procedere all’attuazione di modifiche unilaterali delle condizioni tariffarie, ma sono obbligati a comunicarle con congruo preavviso, non inferiore ad un mese, e ad informare contestualmente gli utenti della possibilità di recedere dal contratto senza penali qualora non trovassero convenienza nelle nuove condizioni.

Per attenzionare le note ufficiali dell’operatore sulla disattivazione dell’offerta tariffaria o sul diritto di recesso, si rimanda alla lettura dell’approfondimento dedicato.

Si ricorda infine, che fino al 28 Febbraio 2019, salvo proroghe, TIM offre la possibilità a tutti i clienti privati mobili ricaricabili e con abbonamento, di richiedere gratuitamente quattro voucher cinema 2×1: ovvero quattro ingressi al cinema al costo di un solo biglietto, validi dal lunedì al venerdì (esclusi i giorni festivi e pre-festivi) nei cinema aderenti (più di 900 sale in tutta Italia).

Si tratta di un’iniziativa precedentemente dedicata ai soli clienti iscritti al programma gratuito Tim Party (due ingressi al cinema) e adesso estesa a tutti i clienti TIM mobili, compresi ovviamente quelli coinvolti dalle nuove rimodulazioni, con il doppio degli ingressi disponibili.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Facebook, Instagram e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.