Tim, nuove rimodulazioni: dal 25 Febbraio 2019 molte offerte ricaricabili aumenteranno


A partire dal primo rinnovo del 25 Febbraio 2019 alcuni già clienti TIM saranno coinvolti dalle nuove rimodulazioni dedicate alle proprie offerte ricaricabili non più in commercializzazione. In particolare alcune offerte tariffarie aumenteranno di 0,99 euro al mese in più, altre invece di 1,99 euro al mese in più.

I clienti TIM che saranno coinvolti dall’aumento mensile della propria opzione tariffaria saranno informati con una campagna comunicazionale mirata tramite SMS, con invii effettuati da oggi 21 Gennaio 2019. In alternativa è possibile chiamare il numero gratuito 409168 dalla propria sim TIM, visitare la propria area clienti o chiamare il Servizio Clienti 119.

I clienti TIM che avranno l’aumento di 1,99 euro in più al mese, potranno entro il 24 Febbraio 2019, solo su richiesta, attivare una delle seguenti promozioni: minuti illimitati a tempo indeterminato o 20 Giga al mese per 1 anno. Per attivare la promozione “caring“, il cliente TIM dovrà visitare la propria area clienti MyTIM Mobile o l’app MyTIM nella sezione “Offerte Per Te” oppure chiamare il numero gratuito 409168 dalla propria SIM.

Invece i clienti TIM che saranno coinvolti all’aumento di 0,99 euro al mese potranno attivare minuti illimitati gratis per 1 mese o 5 giga gratis per 1 mese.

   

Tutti i clienti privati mobili TIM, ricaricabili e con abbonamento, possono richiedere gratuitamente quattro voucher cinema 2×1: quattro ingressi al cinema al costo di un solo biglietto, validi dal lunedì al venerdì (esclusi i giorni festivi e pre-festivi) nei cinema aderenti (più di 900 sale in tutta Italia). L’iniziativa era rivolta solo ai clienti iscritti al programma gratuito Tim Party (due ingressi al cinema), ma adesso è stata estesa anche ai clienti TIM coinvolti dalle nuove rimodulazioni tariffarie con il doppio degli ingressi disponibili. L’iniziativa sarà valida fino al 28 Febbraio 2019, salvo proroghe.

In base l’articolo 70, comma 4, del Codice delle Comunicazioni elettroniche, approvato con decreto legislativo n. 259/2003 e di recente modificato dal decreto legislativo n. 70/2012, consente ai gestore di procedere ad una modifica unilaterale delle condizioni tariffarie, facendogli tuttavia obbligo di comunicare con congruo preavviso, non inferiore ad un mese, le modifiche intervenute e di informare contestualmente gli utenti della possibilità di recedere dal contratto senza penali qualora non trovassero convenienza nelle nuove condizioni.

Il cliente Tim che non accettasse le modifiche proposte ha la facoltà di recedere senza penali entro il 24 Febbraio 2019 anche tramite passaggio con portabilità ad altro gestore. Per richiedere il recesso dal contratto, che comporta la cessazione della linea mobile e, ove non sia richiesto il passaggio ad altro operatore, la perdita del numero telefonico in tuo possesso, è possibile compilare un modulo online all’interno del sito ufficiale di TIM. Nel caso in cui sulla linea sia presente un Prodotto in rateizzazione in corso di vigenza contrattuale (24 o 30 mesi in funzione del prodotto scelto), sarà addebitato il saldo delle rate residue a scadere e il prodotto resterà di proprietà del consumatore.

Ecco le note ufficiali dell’operatore per disattivare l’offerta tariffaria o esercitare il diritto di recesso:

Qualora i clienti interessati non intendessero accettare le modifiche delle condizioni sopra descritte, ai sensi dell’art. 70, comma 4 del Codice delle Comunicazioni Elettroniche, è possibile recedere dal contratto o passare ad altro operatore, senza penali né costi di disattivazione, dandone comunicazione entro il 24 febbraio 2019, secondo le modalità di seguito indicate. E’ inoltre sempre possibile disattivare l’offerta oggetto di variazione contrattuale mantenendo la linea mobile con TIM. In tal caso, ricordiamo che si applicherà la tariffa prevista dal profilo base attivo sulla linea mobile o quella di eventuali altre offerte già attive sulla linea. Il Cliente potrà eventualmente sempre attivare una delle nuove offerte TIM in commercializzazione accedendo all’area personale MyTIM Mobile (area autenticata) del sito tim.it o chiamando il 40916.

Qualora il cliente intenda esercitare il recesso, ai sensi dell’art. 70, comma 4 del Codice delle Comunicazioni Elettroniche, cessando la linea mobile, potrà compilare direttamente on line il “Modulo di richiesta cessazione ed autocertificazione di possesso linea”. In alternativa, è possibile scaricare, stampare e compilare lo stesso modulo, ed inviarlo all’indirizzo indicato nello stesso o tramite PEC all’indirizzo disattivazioni_clienti privati@pec.telecomitalia.it, allegando copia della documentazione richiesta, oppure recarsi presso i Negozi TIM (per trovare il negozio TIM più vicino a te, vai su tim.it/negozi-tim) o chiama il 119. Il suddetto modulo può aiutare il cliente a gestire la richiesta di recesso, ma è sempre possibile inviare, in alternativa, una comunicazione scritta in forma libera, che dovrà, tuttavia, contenere i medesimi dati, essendo gli stessi necessari all’espletamento della richiesta. Si ricorda che, in caso il cliente scelga di cessare la linea mobile, perderà definitivamente il relativo numero di telefono.

Qualora sulla linea mobile sia associato un contratto per l’acquisto di un prodotto con pagamento rateizzato (ad esempio telefono, tablet, etc.) o un’offerta con promozione legata alla permanenza del numero in TIM, prima di effettuare la richiesta di disattivazione dell’offerta o di cessazione della linea o di passaggio ad altro operatore, il cliente dovrà compilare online il ”Modulo di richiesta di esercizio diritto di recesso” oppure contattare il Servizio Clienti 119, affinché non gli siano addebitati eventuali penali e costi di disattivazione contrattualmente previsti in caso di cessazione anticipata dall’offerta. Compilando il medesimo modulo è possibile, inoltre, decidere se mantenere attiva la rateizzazione del prodotto o pagare le rate residue in un’unica soluzione.

Il Servizio Clienti 119 è sempre a disposizione per fornire tutte le informazioni necessarie sulle modalità di esercizio del diritto di recesso e per aiutare i clienti nella compilazione della relativa comunicazione.

TIM giustifica tale rimodulazione con la classica motivazione “per esigenze legate all’evoluzione del mercato“. Le nuove rimodulazioni di TIM, come già ha fatto alcuni mesi fa Vodafone, fanno pensare che l’arrivo del nuovo operatore iliad non fa per niente paura.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Facebook, Instagram e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.