Vodafone avvisa i suoi clienti del nuovo costo per chi ricarica in ritardo


Vodafone Italia continua ad avvisare i suoi clienti privati ricaricabile sulla nuova modifica condizioni contrattuali in partenza dal 15 Aprile 2019. In queste ultime ore alcuni clienti Vodafone hanno ricevuto un sms informativo, come era già successo alcune settimane ad altri clienti, dove viene spiegata la nuova modifica in caso di credito negativo.

In caso di esaurimento del proprio credito residuo il cliente Vodafone avrà la possibilità di chiamare e navigare senza limiti sul territorio nazionale per 48 ore, nel rispetto delle condizioni di uso corretto e lecito. Tutto questo costerà al cliente Vodafone 99 centesimi di euro che pagherà alla prima ricarica utile effettuata.

Questa nuova modifica delle condizioni contrattuali dei servizi riguarderà esclusivamente i clienti Vodafone che hanno attivo l’addebito dell’offerta su credito residuo. In caso di addebito dell’offerta su conto corrente o carta di credito, invece, non è previsto alcun costo. Al termine delle 48 ore, in caso di mancata ricarica la SIM rimarrà attiva per ricevere chiamate o SMS e per effettuare chiamate di emergenza.

Vodafone Sms

Ecco il messaggio inviato ai clienti Vodafone coinvolti: “Modifica contrattuale: dal 15 Aprile 2019 se il tuo credito si esaurisce il servizio non verrà più bloccato, assicurandoti così continuità di servizio. Potrai utilizzare la tua SIM e parlare e navigare senza limiti per 48 ore, al costo di 0,99 euro. Se invece hai attivato l’addebito della tua offerta su carta di credito o conto corrente non e’ previsto alcun costo. Entro il 14 Aprile 2019 puoi passare ad altro operatore o recedere dai servizi Vodafone senza penali su variazioni.vodafone.it, con raccomandata A/R, via PEC, nei negozi Vodafone o chiamando il 42590, con causale “modifica condizioni contrattuali”. Per info chiama il 42590 o vai su voda.it/info

   

Per evitare tutto ciò, il cliente dovrà necessariamente effettuare una ricarica prima del rinnovo o mantenere un minimo di credito nella SIM.

Ecco un esempio: se il cliente possiede un’offerta tariffaria di 8 euro al mese e un credito principale di 4 euro. Al momento del rinnovo si ritroverà a -4 euro. Nel momento in cui ricaricherà pagherà 0,99 euro in più, quindi 8,99 euro anzichè 8 euro. Quindi, per evitare tutto ciò, il cliente Vodafone deve ricaricare prima della scadenza o avere semplicemente un credito residuo sufficiente a pagare almeno due mensilità.

Nei rivenditori Vodafone autorizzati è presente anche un volantino dedicato in tante lingue diverse tra cui italiano, inglese, spagnolo, cinese, albanese, romeno, urdu, bengalese, ucraino e cinese per avvisare il cliente che in caso di esaurimento del credito, con Vodafone si potrà chiamare e navigare senza limiti per 48 ore in cambio di 0,99 euro. Per precisare, il volantino è stato creato per le offerte Vodafone C’All dedicate ai clienti non nati in Italia.

Ecco la nota: “Se il tuo credito si esaurisce, il servizio ti sarà comunque fornito senza alcun blocco. Sarà possibile utilizzare la SIM per parlare e navigare su internet senza limiti all’interno del paese per 48 ore e una tariffa di 0,99 euro. Se invece la tua sim ha la ricarica automatica su carta di credito o su conto corrente il servizio non comporterà alcun costo. Offerte soggette a condizioni di uso equo e legale“.

Questa nuova condizione contrattuale dei servizi per i clienti privati ricaricabili in partenza dal 15 Aprile 2019 comporta comunque una modifica contrattuale, quindi, come prevede la normativa, tutti i clienti Vodafone interessati potranno recedere dal contratto o passare ad altro operatore senza costi aggiuntivi fino al giorno prima della variazione contrattuale, specificando come causale di recesso “Modifica delle Condizioni Contrattuali“.

In caso di recesso, come riporta ufficialmente Vodafone, i clienti che hanno un’offerta che include telefono, tablet, Mobile Wi-Fi, o prevede un contributo di attivazione a rate, potranno continuare a pagare, a seconda dell’offerta, le eventuali rate residue addebitate con la stessa cadenza e con lo stesso metodo di pagamento prescelto. Il diritto di recesso può essere esercitato gratuitamente, eventualmente mantenendo attiva un’offerta che include un device e continuando a pagare le rate residue con la stessa cadenza e metodo di pagamento su: variazioni.vodafone.it o inviando una raccomandata con ricevuta di ritorno a: Servizio Clienti Vodafone, casella postale 190 – 10.0.15 Ivrea, Torino, o via PEC all’indirizzo disdette@vodafone.pec.it, chiamando il Servizio Clienti Vodafone al 190 o compilando l’apposito modulo nei negozi Vodafone, esplicitando la causale sopraindicata.

Il servizio che permette di chiamare e navigare senza limiti si potrà utilizzare in tutto il territorio italiano. L’operatore dichiara che il servizio potrà essere utilizzato anche nei Paesi dell’Unione Europea, ma nel rispetto delle condizioni di uso corretto e lecito. Come previsto dalla normativa europea, i Giga totali che si possono utilizzare in tali Paesi sono calcolati in base alla propria spesa per il rinnovo di offerte ed eventuali opzioni attive.

Questo nuovo meccanismo è una novità nella telefonia mobile in Italia, non è escluso che anche altri operatori di telefonia mobile decideranno di adeguarsi a Vodafone Italia.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Facebook, Instagram e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.