Frequenze 5G Tiscali: raggiunto un nuovo accordo con Fastweb per 198 milioni di euro


Tiscali ha annunciato l’aggiornamento dell’accordo con Fastweb per la modifica del corrispettivo per la cessione del ramo d’azienda Fixed Wireless Access e dello spettro 3,5 Ghz di Tiscali, di cui tanto si era discusso negli ultimi giorni per via della cifra estremamente ridotta rispetto al capitale posto sul tavolo del MISE.

Con un comunicato stampa di oggi, 12 Novembre 2018, l’operatore afferma di aver raggiunto un accordo che prevede un rilancio delle condizioni economiche della cessione a Fastweb dei diritti d’uso per 40 Mhz nella banda 3.5 Ghz e del ramo d’azienda FWA (Fixed Wireless Access). Tiscali avrà in cambio il pieno accesso all’infrastruttura di rete di Fastweb, così da poter continuare a offrire i suoi servizi LTE FWA, anche in aree di digital divide.

Il valore della cessione è adesso di 198 milioni di euro, articolati come segue: 130 milioni di euro cash, di cui 50 milioni nel 2018 e 80 milioni nel 2019; 55 milioni di euro a fronte di un accordo wholesale da 4 a 5 anni; 13 milioni di euro di debiti verso fornitori.

Frequenze Tiscali Fastweb

   

Il closing sarà chiaramente subordinato alla conclusione di una procedura di asseverazione del piano di ristrutturazione, prevista già per le prossime settimane.

Nel corso della scorsa settimana, per la precisione il 7 Novembre 2018, Tiscali aveva smentito le indiscrezioni della stampa su un ipotetico rilancio di Fastweb per l’acquisizione delle frequenze per il 5G. Si riteneva, infatti, che Fastweb avesse rilanciato con un’offerta di circa 30 o 40 milioni superiore rispetto a quella iniziale, di 150 milioni di euro.

Una cifra che, come noto, si scontra con i capitali miliardari posti sul tavolo del MISE nel corso dell’asta per il 5G. Sembrerebbe che le frequenze in possesso di Tiscali non abbiano ricevuto la medesima attenzione di quelle oggetto d’asta, in quanto il termine di scadenza delle licenze era stato esteso al 2029, con la possibilità di commercializzarle.

Così facendo, Fastweb ha avuto la possibilità di entrare in trattativa con Tiscali, che si trova attualmente in bilico per via di un debito di 175 milioni di euro con gli istituti di credito.

Si attende ancora la mossa del Governo, che potrebbe intervenire sulla cessione, considerato il possibile danno erariale subito.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale Telegram di MondoMobileWeb. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Facebook e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.