Reti 5GTech 5G e IoTTelecomunicazioni

5G: il punto sull’asta per le frequenze 5G ed i casi d’uso della nuova rete

In questi giorni, a causa dell’asta per le frequenze 5G, si sta sentendo molto parlare di questa nuova rete che permetterà di vivere in un mondo in cui tutto sarà connesso, dalle persone agli oggetti di uso quotidiano.

5G

Nel 2017, il Ministero dello sviluppo economico (MiSE) ha attivato cinque progetti sperimentali per lo sviluppo del 5G nelle città di Milano, Prato, L’Aquila, Bari e Materascelte per la loro posizione strategica a livello geografico e tecnologico.

L’8 Maggio 2018, il MiSE ha lanciato il bando per l’assegnazione delle frequenze 5G sul territorio nazionale, in cui sono stati messi in gara 1275 MHz di spettro nelle bande guida per la nuova rete.

Le società ammesse alla gara per l’assegnazione di diritti d’uso delle frequenze nelle bande 5G sono 7:  Vodafone, Tim, Wind Tre, Iliad, Fastweb, Linkem e Open Fiber, anche se le ultime due aziende non hanno presentato alcuna offerta, quindi i partecipanti sono 5.

Dopo una ventina di giorni dall’inizio della gara, l’ammontare totale delle offerte ha superato di gran lunga (pari al doppio) l’introito minimo fissato dalla Legge di Bilancio, con una cifra che supera i 5 miliardi di euro.

Vodafone e Tim si sono già accaparrati due lotti ciascuno relativi alla banda 700 FDD, mentre Iliad si è aggiudicato il lotto dedicato ai nuovi entranti. Si ricorda che le frequenze dei 700 MHz saranno occupate dalle emittenti televisive fino al 1° Gennaio 2022. 

Discorso a parte per le frequenze del blocco 3700 MHz, disponibili sin da subito e ottime per il mobile. Ecco il motivo per cui gli operatori telefonici si stanno letteralmente dando battaglia per ottenerle, in quanto rinunciare ad esse vuol dire rimanere indietro durante la commercializzazione dei primi dispositivi 5G. L’azienda Wind Tre, dopo essersi lasciata sfuggire la 700 MHz, sta puntando moltissimo sulla banda 3700 MHz, ma nessun altro operatore sembra cedere dati i continui rilanci che hanno raggiunto oggi, 26 Settembre 2018, quota 122.

Risulta ancora da assegnare il lotto relativo alla banda 26 GHz, per il quale ha già presentato offerte Wind Tre, Vodafone, Tim, Iliad e Fastweb, aspettando la fase dei rilanci.

5G

settori di applicazione in cui la nuova rete sarà in grado di apportare significativi passi in avanti sono molteplici.

Il concetto di casa smart sarà sempre più concreto tramite dei dispositivi IoT che, sfruttando la connessione 5G, permetteranno di controllare la propria abitazione e i device connessi da remoto in modo del tutto intuitivo.

Lo sviluppo del 5G renderà possibile l’interazione tra i veicoli e la strada, permettendo di comunicare tra loro in caso di pericoli e ostacoli durante il cammino, ed, inoltre, le macchine senza pilota non faranno più parte di un futuro molto lontano grazie alla velocità e alla potenza della nuova rete.

Il settore sanitario sarà del tutto stravolto con ambulanze connesse direttamente all’ospedale, in modo tale da poter gestire tempestivamente situazioni critiche di emergenza anche durante il trasporto con immagini ad alta risoluzione in tempo reale. Inoltre, il 5G permetterà ai medici di monitorare i propri pazienti anche da remoto grazie a dei dispositivi in grado di comunicare i valori in qualsiasi momento e di consegnare i farmaci tramite droni. Questi ultimi saranno utilizzati anche per sorvegliare aree della città dall’alto, equipaggiati con telecamere ad alta risoluzione.

5G

Le industrie del futuro saranno fortemente modificate dalla nuova rete, con la digitalizzazione di tutti i processi a supporto della produzione e della logistica. Di conseguenza, le industrie saranno sempre più automatizzate ed in grado di individuare autonomamente possibili guasti prima che essi vengano manifestati.

Anche il turismo e l’agricoltura saranno smart grazie rispettivamente alla Realtà Aumentata, che permetterà di fornire nuove prospettiva al turista con guide virtuali, e all’Agricoltura di Precisione, grazie alla quale verranno risparmiate le sempre più carenti risorse ambientali.

Molti studiosi sostengono, però, che il 5G porterà ad un periodo buio per il mondo del lavoro, in quanto, secondo le loro previsioni, la manodopera umana sarà sostituita dai robot o dai dispositivi completamente automatizzati. Mentre, coloro che sono a favore dello sviluppo della nuova rete, affermano che la tecnologia porterà nuovi posti di lavoro, dati gli innumerevoli miglioramenti che apporterà il 5G.

La nuova connessione, quindi, permetterà la coesistenza di device connessi fino a 100mila per cella con soluzioni sempre più innovative per la robotica, la sanità, l’ambiente, la mobilità, e l’industria. La nuova rete, inoltre, consentirà di realizzare sensori e dispositivi alimentati con batteria che durano più di 10 anni.

Per rimanere aggiornato sulle novità della telefonia unisciti al canale @mondomobileweb di Telegram. Seguici anche su Google News, Facebook, X e Instagram. Condividi le tue opinioni o esperienze nei commenti.

Ti potrebbe interessare

Pulsante per tornare all'inizio
Chiudi

Adblock rilevato

Caro Lettore, grazie per essere qui. Ti informo che con un blocco degli annunci attivo chi ci sostiene non riesce a mantenere i costi di questo servizio gratuito. La politica è di non adottare banner invasivi. Aggiungi mondomobileweb.it tra le esclusioni del tuo Adblock per garantire questo servizio nel tempo.