Addio Veon in Italia: eliminata anche l’app su Google Play e Apple Store


Il mese scorso tutti gli utenti iscritti all’applicazione Veon sono stati informati del fatto che l’applicazione Veon e i suoi servizi, a partire dal 24 Settembre 2018, non saranno più disponibili nella versione attuale offerta da Wind Tre S.p.A.

Il messaggio ricevuto era il seguente: “Gentile Cliente ti informiamo che a partire dal 24 Settembre 2018 l’app Veon e i relativi servizi, nella versione attuale offerta da Wind Tre S.p.A., non saranno più disponibili. Per maggiori dettagli vai su www.wind.it nella sezione Wind Informa. Ci scusiamo per gli eventuali disagi.”

Da alcuni giorni l’applicazione italiana all’interno di Google Play e Apple Store non è più presente. Il sito ufficiale di Veon.it non è più aggiornato da più di sei mesi, visto che riporta Aprile 2018 e il vecchio pay off di Wind.

La chiusura dell’App nella versione gestita da Wind Tre S.p.A. arriva dopo l’addio delle quote della società di telecomunicazioni russa Veon all’interno della nuova joint venture nata dalla fusione tra Wind e 3. Le quote di Veon sono state cedute a CK Hutchison per 2,45 miliardi di euro, che ha ottenuto il controllo del 100% sull’operatore.

   

Veon ha affermato di aver venduto la sua quota con l’obiettivo di ridurre il suo debito e di cercare di acquistare gli asset di Global Telecom Holding in Pakistan e Bangladesh.

Ursula Burns, Executive Chairman di Veon, ha dichiarato:

“Siamo lieti di annunciare la chiusura dell’accordo di Wind Tre. Come già detto in precedenza, ma rafforza anche l’attenzione dei nostri mercati emergenti mentre cristallizza il valore per gli azionisti, che possono essere sicuri che il nostro la politica dei dividendi è sostenuta da un bilancio rafforzato”.

Veon, precedentemente VimpelCom, aveva annunciato nel 2017 a Barcellona di trasformarsi in un gruppo tecnologico globale con il lancio di una rivoluzionaria piattaforma di Internet mobile per centinaia di milioni di clienti.

Attualmente, Veon è disponibile per i mercati di Ucraina, Russia, Pakistan e Georgia. Non è più disponibile solo per il mercato italiano.

 

Se questo post di MondoMobileWeb ti è piaciuto, condividilo sui social network! Diventa Fan di MondoMobileWeb su Facebook, seguici su Twitter e iscriviti gratis nel nostro canale Telegram per ricevere tante informazioni e consigli utili in tempo reale. Aspettiamo sempre i vostri commenti condividendo le vostre esperienze.


 



Leggi il Regolamento prima di pubblicare un commento nella piattaforma Disqus