LexFoniaTim

TIM cita MondoMobileWeb di fronte l’AGCOM: multa da oltre 1 milione di euro per il mancato cambio gratuito della tariffa base

L’AGCOM, Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, nella seduta del 24 Aprile 2018 ha deciso di sanzionare TIM di oltre 1 milione di euro per via della mancata trasparenza dei costi del piano base TIM One Prime Go e per la mancata gratuità del passaggio ad un piano base senza costi fissi come prescritto dalle normative.

La delibera dell’Autorità coinvolge anche MondoMobileWeb, che è stata citata da TIM per difendersi dalle accuse di poca trasparenza riguardo il cambio piano gratuito a “Tim a Secondi” previsto dalla normativa AGCOM 326/10/CONS (Misure di tutela degli utenti dei servizi di comunicazione mobili e personali).

Come è possibile leggere nella delibera, TIM sostiene che nonostante non sia possibile venire a conoscenza dell’esistenza e della modalità di passaggio alla tariffa base gratuita dal sito ufficiale dell’operatore, è possibile farlo però dal sito MondoMobileWeb nel post dedicato alla vicenda (nonostante il link sia trascritto in maniera errata nella delibera: mondomobile.it anzichè mondomobileweb.it).

MondoMobileWeb ringrazia TIM per il ruolo informativo riconosciuto al sito interattivo dei consumatori italiani sulla telefonia, ma come fa giustamente notare l’AGCOM la presenza del post dedicato non giustifica l’assenza di comunicazioni sul sito ufficiale dell’azienda:

Appare, infatti, emblematico che la Società, essa stessa incapace di produrre il prospetto informativo del piano “TIM a secondi” dismesso solo lo scorso giugno (e che, viceversa, doveva ancora risultare presente nella sezione “Trasparenza tariffaria” tra i piani non più sottoscrivibili), riconosca la funzione informativa di un forum su internet – anche solo per apprendere che era possibile passare gratuitamente a detto piano – quasi a voler ammettere che gli utenti debbano rivolgersi ad altre fonti piuttosto che a quelle istituzionalmente previste.

In seguito al post di MondoMobileWeb citato da TIM e alla seguente inchiesta del programma televisivo Striscia La Notizia, la vicenda si era poi risolta a partire dal 3 Novembre 2017 quando è stato finalmente reso possibile il passaggio gratuito alla tariffa base TIM Base New.

Per questo motivo e per la mancata segnalazione del costo ricorrente della tariffa base TIM One Prime Go (0,49 centesimi di euro a settimana) nella sezione Trasparenza Tariffaria del sito ufficiale dell’operatore, AGCOM ha multato l’operatore di 1.160.000 euro da versare entro 30 giorni dalla notifica del provvedimento e la diffida dal reiterare i comportamenti contestati. TIM dal canto suo avrà la possibilità di ricorrere al TAR del Lazio entro 60 giorni.

Il profilo tariffario base è la tariffa di riferimento della propria TIM Card ricaricabile, si applica se non ci sono altre offerte eventualmente attive sulla linea (esempio: TIM Special, Young, etc.) o quando si esaurisce la quantità di Minuti, Sms o Giga prevista dalle proprie offerte. Il piano Tim One Prime Go non è più attivabile. Dall’8 Marzo 2018 quando si attiva una nuova sim ricaricabile, in automatico, si attiva il nuovo profilo tariffario “Tim Base e Chat“. Per i nuovi clienti il primo mese è gratuito, poi 2 euro al mese se non si possiedono offerte tariffarie standard attive. In alternativa sono disponibili i profili tariffari “Tim Base New” e “Tim Semplice” senza costi fissi.

Secondo le testimonianze di tanti consumatori ancora oggi è possibile richiedere il cambio piano gratuito verso “Tim a Secondi” chiamando il Servizio Clienti 119. Il piano Tim a Secondi prevede in Italia chiamate nazionali a 29 centesimi di euro al minuto senza scatto alla risposta e 7,32 centesimi di euro per ogni SMS nazionale inviato. La tariffazione è calcolata sugli effettivi secondi di conversazione e le frazioni vengono arrotondate per eccesso al secondo successivo.

Si ringrazia DomWho per la segnalazione e tutta la comunità di MondoMobileWeb.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Google News (cliccando sulla stellina o su Segui), Facebook, Instagram e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Tag

Continua a leggere

Back to top button
Close