Reti 5GTech 5G e IoT

Ericsson ConsumerLab sul 5G in Italia: in aumento la soddisfazione dei consumatori

L’Ericsson ConsumerLab ha pubblicato un nuovo report che analizza, a livello globale, la fidelizzazione dei consumatori nei confronti del 5G, oltre che le opportunità di business legate alla quinta generazione di reti mobili. Per quanto riguarda l’Italia, in particolare, dalla ricerca emerge un aumento della soddisfazione dei consumatori, che chiedono comunque più qualità, copertura indoor e applicazioni evolute per il 5G.

Il rapporto, intitolato 5G Value: Turning Performance into Loyalty (ecco il documento completo), fa parte della serie di ricerche effettuate dal ConsumerLab della multinazionale svedese, che dal 2019 segue l’evoluzione del mercato del 5G.

Nel realizzare la ricerca, ha fatto sapere Ericsson, sono stati intervistati online circa 37.000 consumatori, tra cui 10.000 utenti 5G attivi in 28 mercati, nei mesi di Maggio e Giugno 2023. In Italia, nello specifico, sono stati intervistati 1220 consumatori, di cui 460 utenti 5G attivi nel Paese.

La portata dell’indagine, dunque, è rappresentativa delle opinioni di circa 1,5 miliardi di consumatori e 650 milioni di utenti 5G nel mondo, con il campione italiano che è rappresentativo delle opinioni di circa 33 milioni di consumatori e 9 milioni di utenti 5G.

In particolare, secondo quanto emerso dai dati raccolti in Italia (ecco il documento completo), il rapporto di Ericsson rivela come il livello di soddisfazione dei consumatori italiani verso 5G sia aumentato del 14% rispetto al 2022.

Per il report, stando a quanto dichiarato dagli intervistati, stanno cambiando anche gli stessi fattori che influenzano il livello di soddisfazione in questione, che sono passati da considerazioni sulla copertura geografica a metriche basate più sull’esperienza, come la qualità dello streaming video e la disponibilità del 5G dentro le mura domestiche.

Proprio in relazione a quest’ultimo punto, la nuova ricerca dell’Ericsson ConsumerLab evidenzia come esperienze di connettività 5G insoddisfacenti, principalmente in luoghi come stadi, arene di intrattenimento e aeroporti, possono rendere i clienti fino a due volte più propensi a cambiare operatore.

Il 29% degli italiani intervistati, infatti, ha affermato di aver cambiato il proprio operatore di rete da quando è avvenuto il lancio commerciale del 5G nel Paese. Tra questi, il 39% degli utenti ha dichiarato di averlo fatto a causa dei problemi riscontrati nelle prestazioni, relativamente alla copertura outdoor e indoor, alla stabilità della connessione e alla velocità della rete.

Secondo il rapporto, dunque, è sempre più importante, per mantenere la fiducia della clientela, avere un servizio capace di garantire prestazioni adeguate ovunque, specialmente in ambienti indoor. A questo, si aggiunge anche il fatto che, sempre stando a quanto emerso dall’indagine, circa un utente su sei, in possesso di uno smartphone abilitato al 5G, ha affermato di essere disposto a pagare di più in cambio di maggiori prestazioni di rete o di offerte basate sulla qualità del servizio.

Nel dettaglio, un’analisi condotta da Ericsson sull’offerta 5G di 105 operatori attivi in 30 diversi mercati, ha svelato che circa il 13% di essi ha già iniziato a proporre offerte incentrate su un determinato tipo di servizio.

Ad esempio, ha spiegato l’azienda, l’offerta 5G Stock Pro di 3 Hong Kong alloca maggiori risorse e l’utilizzo prioritario della rete per migliorare l’esperienza di un’applicazione di trading azionario, mentre l’offerta di China Unicom Super Live Streaming offre priorità sull’uplink e il servizio di Ooredoo Kuwait ProPing offre un piano premium con bassa latenza per il mobile gaming su rete 5G.

Per Ericsson, gli operatori che stanno cavalcando questa tendenza sono principalmente quelli che hanno già lanciato il 5G Standalone (SA), che consente loro di utilizzare più facilmente il network slicing e di fornire API agli sviluppatori al fine di realizzare le cosiddette applicazioni “quality on demand”.

La disponibilità di pacchetti di servizi innovativi, secondo il report, ha inoltre un ruolo fondamentale nell’incentivare l’adozione di applicazioni video avanzate, in particolare nei mercati in cui questi servizi sono facilmente disponibili, in modo da soddisfare le esigenze dei consumatori e creare nuove opportunità di monetizzazione del 5G.

Di seguito, le parole di Riccardo Mascolo, Direttore Strategia di Ericsson in Italia, che ha dichiarato:

È interessante notare come circa un utente di smartphone 5G su sei, abbia espresso una chiara preferenza di voler accedere a una connettività con qualità differenziata.

Piuttosto che accontentarsi di prestazioni 5G generiche, questi utenti sono attivamente alla ricerca di prestazioni di rete elevate e costanti, in particolare per determinate applicazioni molto esigenti, come il cloud gaming o le video conferenze, o per connettersi in alcuni luoghi specifici. La ricerca mostra che sarebbero disposti a pagare un premio dell’8% qualora l’operatore mobile dovesse offrire loro questa possibilità.

Lo studio sottolinea infatti che il 56% di utenti 5G italiani con accesso a questo tipo di bundle, dichiara di destinare quasi il 60% del suo tempo allo streaming di contenuti video avanzati, in particolare applicazioni di Realtà Aumentata (AR). Al contrario, gli utenti che non dispongono di pacchetti di servizi di questo tipo dedicano meno della metà del loro tempo ai contenuti immersivi.

Secondo l’ultimo rapporto dell’Ericsson ConsumerLab, dunque, una volta diffuso il 5G per gli operatori sarà necessario considerare alcuni aspetti chiave per aumentare la fedeltà degli utenti, tra cui dare priorità al miglioramento delle prestazioni e alla copertura indoor, al fine di ridurre i tassi di abbandono.

Per sbloccare il potenziale del 5G, la ricerca della società svedese ha anche suggerito di esplorare nuove strategie di monetizzazione, basate in particolare su velocità massime, pacchetti di contenuti e prezzi basati sulla qualità del servizio, sfruttando le funzionalità del 5G Standalone e la segmentazione mirata, allo scopo di ottimizzare la rete per soddisfare streaming video e cloud gaming, nonché la crescente domanda di nuovi formati video e di applicazioni di Realtà Aumentata.

Seguici su Telegram

Per rimanere aggiornato sulle novità della telefonia unisciti al canale @mondomobileweb di Telegram.

Seguici anche su Google News, Facebook, X e Instagram. Condividi le tue opinioni o esperienze nei commenti.

Ti potrebbe interessare

Pulsante per tornare all'inizio
Chiudi

Adblock rilevato

Caro Lettore, grazie per essere qui. Ti informo che con un blocco degli annunci attivo chi ci sostiene non riesce a mantenere i costi di questo servizio gratuito. La politica è di non adottare banner invasivi. Aggiungi mondomobileweb.it tra le esclusioni del tuo Adblock per garantire questo servizio nel tempo.