Rimodulazioni TariffarieVodafone Rete Fissa

Vodafone fisso: aumento di 1,99 euro al mese dal 22 Marzo 2023 per nuovo scaglione di clienti

Alcuni già clienti Vodafone di rete fissa hanno ricevuto una comunicazione da parte dell’operatore che li informa di una rimodulazione con aumento del costo mensile che entrerà in vigore da Marzo 2023, che dovrebbe essere un nuovo scaglione di altre modifiche comunicate nei mesi scorsi.

In questi giorni, con l’arrivo della fattura di Gennaio 2023, all’interno della sezione “comunicazioni importanti” per alcuni clienti Vodafone è presente l’informativa relativa ad una modifica unilaterale del contratto.

In particolare, per questi clienti a partire dal 22 Marzo 2023 il costo mensile della loro offerta di rete fissa aumenterà di 1,99 euro al mese.

Si riporta di seguito la nota presente nella fattura di Gennaio 2023 per i clienti di rete fissa Vodafone che saranno coinvolti dal 22 Marzo 2023:

COMUNICAZIONE IMPORTANTE: MODIFICA DELLE CONDIZIONI DEL CONTRATTO

A seguito di un aumento generale e sostanziale dei costi complessivi e per continuare a investire sulla rete e rispondere al meglio alle nuove esigenze di traffico, ti informiamo che le tue condizioni contrattuali cambieranno.

A partire dal 22 Marzo 2023 il costo della tua offerta di rete fissa aumenterà di 1,99 euro al mese. Per maggiori dettagli vai su voda.it/info.

Secondo le giustificazioni dell’operatore presenti nell’informativa, la modifica contrattuale arriva a causa di un “aumento generale e sostanziale dei costi complessivi” e con l’obiettivo di “continuare a investire sulla rete e rispondere al meglio alle nuove esigenze di traffico”.

Non si conosce la lista delle offerte coinvolte e al momento non è stata pubblicata alcuna nuova comunicazione dedicata sul sito dell’operatore nella sezione Vodafone Informa.

In questo caso, dovrebbe trattarsi di un nuovo scaglione della rimodulazione comunicata dal 15 Settembre 2022 ed entrata in vigore a partire dal 15 Novembre 2022 (o dal 28 Novembre 2022 per altri clienti), che prevedeva sempre un aumento del costo mensile di 1,99 euro.

Come già raccontato, un ulteriore scaglione di clienti Vodafone era stato coinvolto dal 7 Dicembre 2022, con comunicazione ad Ottobre 2022.

Si ricorda inoltre che un aumento di 1,99 euro al mese aveva colpito altri già clienti Vodafone di rete fissa, che hanno subito l’aumento a partire dal 15 Settembre 2022 e hanno ricevuto comunicazione in fattura dal 14 Luglio 2022.

Chi è stato coinvolto dall’aumento con i precedenti scaglioni comunicati nei mesi scorsi, entrati in vigore dal 15 Settembre 2022, dal 15 o dal 28 Novembre 2022 o dal 7 Dicembre 2022, non subirà un ulteriore aumento a partire dal 22 Marzo 2023.

Come succede anche nella telefonia mobile, l’operatore coinvolge più clienti a scaglioni. Si consiglia quindi sempre di controllare le comunicazioni in fattura.

rimodulazione Vodafone costi disattivazione linea fissa

Come esercitare il diritto di recesso senza costi con Vodafone

I clienti di rete fissa Vodafone impattati dall’aumento che non intendano accettare la rimodulazione, avranno la possibilità di esercitare il diritto di recesso per modifica delle condizioni contrattuali, recedendo dal contratto o passando ad altro operatore mantenendo il loro numero, senza penali né costi di disattivazione, fino al giorno indicato nella stessa comunicazione, cioè entro 70 giorni dalla data di emissione della fattura, specificando come causale del recesso modifica delle condizioni contrattuali.

Ad ogni modo, l’operatore specifica che sarà inviata una comunicazione in fattura specificando la data entro cui poter recedere, sulla base del proprio ciclo di fatturazione, ma pur sempre garantendo un periodo minimo di recesso di 60 giorni come previsto dalla nuova normativa vigente.

Il recesso gratuito, in caso di disdetta e/o passaggio ad un altro operatore, andrà effettuato via PEC all’indirizzo disdette@vodafone.pec.it, con raccomandata A/R a Servizio Clienti Vodafone, casella postale 190 10015 Ivrea, Torino, oppure chiamando il Servizio Clienti Vodafone al 190 o compilando il modulo dedicato nei negozi Vodafone o tramite la pagina dedicata del sito ufficiale dell’operatore come indicato in fattura.

Nel caso in cui sia inclusa nell’offerta la rateizzazione di un device e/o dei costi di attivazione, il cliente potrà continuare a pagare le rate residue con la stessa cadenza e con lo stesso metodo di pagamento scelto, oppure si potrà indicare nel modulo di recesso il pagamento delle rate in un’unica soluzione.

Nel caso in cui il cliente Vodafone coinvolto non sia soddisfatto delle nuove rimodulazioni tariffarie, l’operatore del Servizio Clienti, in alcuni casi, può richiedere di farlo contattare per ricevere un’altra eventuale promozione di caring per non perdere il cliente.

Si ringrazia Vito per la segnalazione.

Unisciti gratis al canale @mondomobileweb di Telegram per rimanere aggiornato sulle ultime novità della telefonia.

Seguici anche su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Condividi le tue opinioni o esperienze nei commenti.

Ti potrebbe interessare

Back to top button