Rimodulazioni TariffarieVodafone Fisso

Vodafone Fisso rimodulazione: aumenti di 1,99 euro al mese per alcuni dal 15 novembre 2022

A partire dal 15 novembre 2022 alcuni già clienti Vodafone di rete fissa subiranno un aumento della loro spesa mensile perchè il costo di alcune offerte di rete fissa aumenterà di 1,99 euro al mese.

Non si conosce la lista delle offerte coinvolte. I clienti Vodafone interessati da questa nuova rimodulazione tariffaria saranno informati con una specifica comunicazione personalizzata presente in fattura a partire dal 15 settembre 2022.

E’ la stessa modifica unilaterale che ha colpito altri già clienti Vodafone di rete fissa, che hanno subito l’aumento a partire da oggi 15 settembre 2022 e hanno ricevuto comunicazione in fattura il 14 luglio 2022.

Chi è stato coinvolto dall’aumento del 15 settembre 2022, non subirà un ulteriore aumento a partire dal 15 novembre 2022.

L’operatore giustifica queste modifiche unilaterali spiegando che sono utili per continuare a investire sulla rete, per offrire ai suoi clienti la massima qualità dei servizi.

Ecco la comunicazione ufficiale da parte di Vodafone con oggetto “Modifica delle condizioni dei servizi per i clienti privati con linea fissa dal 15 novembre 2022“:

A partire dal 15 novembre 2022, il costo di alcune offerte di rete fissa aumenterà di 1,99 euro al mese, consentendoci di continuare a investire sulla rete per offrire ai nostri clienti la massima qualità dei nostri servizi.

A partire dal 15 settembre 2022, i clienti interessati dalla modifica saranno informati con una specifica comunicazione personalizzata presente in fattura. Se i clienti non volessero accettare le modifiche contrattuali in questione, ai sensi dell’art. 98 septies decies, comma 5 del Decreto legislativo 1° agosto 2003 n. 259, della Delibera 519/15/CONS e delle Condizioni Generali di Contratto, potranno recedere dal contratto o passare ad altro operatore mantenendo il loro numero senza penali né costi di disattivazione fino al giorno indicato nella stessa comunicazione, cioè entro 70 giorni dalla data di emissione della fattura, specificando come causale del recesso “modifica delle condizioni contrattuali”.

Ad ogni cliente, sarà inviata una comunicazione in fattura specificando la data entro cui poter recedere, sulla base del proprio ciclo di fatturazione, ma pur sempre garantendo un periodo minimo di recesso di 60 giorni.

Potranno esercitare il diritto di recesso, senza costi aggiuntivi diversi da quelli eventualmente legati al metodo scelto, su voda.it/disdettalineafissa, nei negozi Vodafone, inviando una raccomandata A/R a Servizio Clienti Vodafone, casella postale 190 – 10015 Ivrea (TO), scrivendo via PEC a disdette@vodafone.pec.it, specificando la causale sopraindicata.

Le eventuali rate residue del costo di attivazione e/o del/i dispositivo/i associato/i a tale offerta verranno pagate con la stessa cadenza e con lo stesso metodo di pagamento precedentemente indicati, in alternativa, comunicandolo nella richiesta di recesso, potranno richiedere il pagamento in un’unica soluzione.

Ogni volta che c’è una modifica unilaterale in negativo per il consumatore, questi ultimi coinvolti possono esercitare il diritto di recesso come previsto dal Codice delle Comunicazioni Elettroniche.

Vodafone

Vodafone permette di esercitare il diritto di recesso per modifica delle condizioni contrattuali entro 70 giorni dalla data di emissione della fattura, specificando come causale del recesso “modifica delle condizioni contrattuali“.

Ad ogni modo, l’operatore specifica, che sarà inviata una comunicazione in fattura specificando la data entro cui poter recedere (senza penali nè costi di disattivazione), sulla base del proprio ciclo di fatturazione, ma pur sempre garantendo un periodo minimo di recesso di 60 giorni come previsto dalla nuova normativa vigente.

Il recesso gratuito, in caso di disdetta e/o passaggio ad un altro operatore, andrà effettuato via PEC all’indirizzo disdette@vodafone.pec.it, con raccomandata A/R a Servizio Clienti Vodafone, casella postale 190 10015 Ivrea, Torino, oppure chiamando il Servizio Clienti Vodafone al 190 o compilando il modulo dedicato nei negozi Vodafone o tramite la pagina dedicata del sito ufficiale dell’operatore come indicato in fattura.

Nel caso in cui il cliente Vodafone coinvolto non sia soddisfatto delle nuove rimodulazioni tariffarie, l’operatore del Servizio Clienti, in alcuni casi, può richiedere di farlo contattare per ricevere un’altra eventuale promozione di caring per non perdere il cliente.

Nel caso in cui sia inclusa nell’offerta la rateizzazione di un device e/o dei costi di attivazione, il cliente potrà continuare a pagare le rate residue con la stessa cadenza e con lo stesso metodo di pagamento scelto, oppure si potrà indicare nel modulo di recesso il pagamento delle rate in un’unica soluzione.

Unisciti gratis al canale @mondomobileweb di Telegram per rimanere aggiornato sulle ultime novità della telefonia.

Seguici anche su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Condividi le tue opinioni o esperienze nei commenti.

Ti potrebbe interessare

Back to top button