Reti 5GWindTre

WINDTRE 5G FDD DSS o TDD: percentuali di copertura in base alle tecnologie e frequenze

Con il lancio delle nuove campagna pubblicitarie dedicate alla rete mobile, WINDTRE ha deciso di specificare in maniera più trasparente le percentuali di copertura della nuova rete 5G in base alla tecnologia impiegata, ossia il 5G FDD DSS o il 5G TDD.

Fino ad ora infatti, nella pagina dedicata alla nuova rete 5G, l’operatore inseriva soltanto una determinata percentuale complessiva di popolazione nazionale coperta, attualmente pari al 91,02% della popolazione (percentuale calcolata tenendo in considerazione la distribuzione della popolazione residente come da dati Istat), senza però specificare la tecnologia di rete con cui viene fornito il servizio di quinta generazione.

Ufficialmente, soprattutto sul suo sito, l’operatore non lo aveva mai specificato ma, secondo alcuni addetti ai lavori, la tecnologia utilizzata da WINDTRE, sin dal lancio della nuova tecnologia, avvenuto ufficialmente lo scorso 15 Novembre 2020, e per molte delle prime città coperte, è il DSS (Dynamic Spectrum Sharing), che consente di lanciare il 5G nelle frequenze già in uso per il 4G, così da evitare il passaggio da una tecnologia all’altra tramite lo svuotamento dello spettro 4G.

Tuttavia, già con il comunicato relativo all’evento di presentazione della partnership fra l’operatore e Citroën Italia del 20 Maggio 2021, WINDTRE aveva in qualche modo “anticipato” la precisazione relativa alle tecnologie di rete 5G, poi ribadita oggi, 24 Maggio 2021, anche nel comunicato del nuovo spot “Manifesto”: “WINDTRE copre il 91% della popolazione con la tecnologia 5G FDD DSS ed il 26,8% anche con il 5G TDD”.

L’aggiornamento del sito WINDTRE

Dopo questo primo assaggio nei giorni scorsi, a partire da oggi, 24 Maggio 2021, l’operatore ha ufficializzato le caratteristiche tecniche della sua rete di quinta generazione implementata in tutta Italia, aggiornando in particolare la pagina dedicata al 5G sul sito WINDTRE.

Innanzitutto, è stata inserita la seguente frase: “Copriamo il 91% della Popolazione in modalità 5G FDD DSS, e il 26,8% in modalità 5G TDD. Le coperture sono in sovrapposizione.

Inoltre, in fondo alla pagina è ora presente una nuova sezione denominata “5G e Copertura”, dove l’operatore approfondisce maggiormente gli aspetti tecnici delle tecnologie FDD DSS e TDD.

rete FDD DSS TDD

Tecnologia 5G FDD DSS

Per quanto riguarda la tecnologia 5G NR (New Radio) in modalità DSS (Dynamic Spectrum Sharing), che ha raggiunto il 91% di copertura nazionale, WINDTRE sottolinea di utilizzare le frequenze FDD (Frequency Division Duplex) a 1800 MHz e 2600 MHz (5G FDD DSS).

Secondo quanto riporta WINDTRE, la tecnologia 5G FDD DSS permette di “usare dinamicamente lo stesso spettro FDD in modalità condivisa sia per connessioni 4G che per connessioni 5G. La rete sceglie in maniera intelligente e veloce tra 4G e 5G in base al tipo di terminale e all’offerta sottoscritta dal cliente”.

Tecnologia 5G TDD

Invece, per la tecnologia 5G NR sulle frequenze TDD (Time Division Duplex), WINDTRE sfrutta la banda a 3600 MHz (5G TDD), con cui attualmente copre il 26,8% della popolazione.

Come sottolinea l’operatore, la tecnologia 5G TDD necessita dell’accensione di nuovo spettro riservato alle sole connessioni 5G. In questo senso, WINDTRE fa sapere che il roll-out della tecnologia 5G TDD è in corso, con priorità nelle zone ad alto traffico.

Le differenze in termini di velocità

Per quanto riguarda le differenze di prestazioni fra le tecnologie FDD DSS e TDD, WINDTRE specifica che, confrontando la massima velocità teorica per una portante 5G TDD di 20 MHz e una portante 5G FDD DSS di 20 MHz, si ottiene, in condizioni di singolo utente 5G e medesima ottimale copertura:

  • Un throughput in Down Link pari a circa 290 Mbps per il 5G TDD e 280 Mbps per 5G FDD DSS;
  • Un throughput in Up Link pari a circa 20 Mbps per 5G TDD e circa 70 Mbps per 5G FDD DSS.

Standard NSA e velocità massime raggiungibili

In generale, aldilà della tecnologia utilizzata, WINDTRE specifica comunque di aver finora implementato il 5G tramite lo standard NSA (Non Standalone), che significa letteralmente “non autonomo”, e in cui la velocità del canale 5G si somma alla velocità del canale 4G, attraverso una tecnica di dual connectivity, che nel caso di WINDTRE consente di ottenere una velocità massima teorica di circa 1,6 Gbps.

A questo proposito, nei documenti di trasparenza tariffaria, WINDTRE finora ha sempre sottolineato che la velocità di connessione internet massima stimata in 5G è di 1,6 Gbps in download e di 150 Mbps in upload: nello specifico, fino a 1,6 Gbps nelle regioni dove WINDTRE dispone di 40MHz di banda contigui, mentre fino a 1,3 Gbps nelle regioni dove l’operatore dispone di soli 20MHz contigui.

Per conoscere tutte le novità degli operatori di telefonia, è possibile unirsi gratuitamente al canale Telegram di MondoMobileWeb e rimanere sempre aggiornati sul mondo della telefonia mobile.

WINDTRE 5G

Le attuali zone raggiunte da WINDTRE

Per quanto riguarda la copertura dei territori, si ricorda che da Aprile 2021 WINDTRE dichiara che la sua rete 5G tocca complessivamente tutte le regioni italiane.

Infatti, nella pagina dedicata WINDTRE riporta attualmente la lista di tutte e 20 le regioni italiane, facendo intendere che in tutte le regioni ci sono delle aree coperte dal 5G. In ogni caso, il fatto che siano presenti tutte le regioni non vuol dire che la copertura sia stata completata in tutte le zone di tutte le province (potrebbero esserci aree sparse non ancora del tutto raggiunte).

Di seguito invece la lista completa dei capoluoghi e territori provinciali dove è attualmente disponibile il 5G di WINDTRE: Agrigento, Alessandria, Ancona, Aosta, Arezzo, Ascoli Piceno, Asti, Avellino, Bari, Belluno, Benevento, Bergamo, Bologna, Bolzano, Brescia, Brindisi, Cagliari, Caltanissetta, Campobasso, Caserta, Catania, Catanzaro, Chieti, Como, Cosenza, Cremona, Crotone, Cuneo, Fermo, Ferrara, Firenze, Foggia, Forlì-Cesena, Frosinone, Genova, Gorizia, Grosseto, Imperia, Isernia, La Spezia, L’Aquila, Latina, Lecco, Lucca, Macerata, Mantova, Massa-Carrara, Matera, Messina, Milano, Modena, Napoli, Novara, Nuoro, Oristano, Padova, Palermo, Parma, Pavia, Perugia, Pesaro e Urbino, Pescara, Piacenza, Pisa, Pistoia, Pordenone, Potenza, Prato, Ragusa, Ravenna, Reggio Calabria, Reggio Emilia, Rieti, Rimini, Roma, Rovigo, Salerno, Sassari, Savona, Siena, Siracusa, Sondrio, Sud Sardegna, Taranto, Teramo, Terni, Torino, Trapani, Trento, Treviso, Trieste, Udine, Varese, Venezia, Verbano-Cusio-Ossola, Vercelli, Verona, Vibo Valentia, Vicenza.

La lista attualmente riportata sul sito di WINDTRE riporta un totale di 99 capoluoghi e territori provinciali coperti con la nuova rete. L’operatore ha quindi raggiunto quasi tutti i territori provinciali italiani (in totale 107).

Attualmente WINDTRE copre anche 4 città capoluogo di provincia, ossia Andria, Barletta, Lecce e Trani.

Come verificare la copertura 5G

Le aree raggiunte dalla rete di nuova generazione si possono verificare anche visivamente tramite la mappa interattiva presente nella pagina unica dedicata alla copertura della rete mobile di WINDTRE, selezionando il tasto dedicato alla rete 5G che farà comparire le zone coperte da questa tecnologia, contraddistinte in questo caso dal colore viola.

WINDTRE ricorda sempre che la mappa si riferisce ad una copertura di tipo outdoor: localmente si potrebbero riscontrare problemi di ricezione del segnale, in particolare in ambienti indoor.

In fondo alla sezione del sito di WINDTRE dedicata alla nuova rete di quinta generazione sono sempre riportate poi le domande frequenti (FAQ), che specificano che per navigare in 5G con l’operatore arancione è necessario avere attiva un’offerta tariffaria mobile “5G” (come le offerte con il marchio Di Più) o “5G Ready”, uno smartphone abilitato con firmware aggiornato ed essere in un’area coperta.

smartphone 5G

Gli smartphone compatibili con WINDTRE

Oltre a trovarsi in una delle aree coperte dalla nuova rete di WINDTRE, è necessario anche utilizzare uno degli smartphone compatibili con il 5G dell’operatore.

Di seguito quindi la lista completa attualmente presente sul sito ufficiale di WINDTRE: Apple iPhone 12, Apple iPhone 12 Mini, Apple iPhone 12 Pro, Apple iPhone 12 Pro Max, Oppo A54 5G, Oppo Find X3 Neo, Oppo Find X3 Pro, Oppo Reno4 Pro, Samsung Galaxy A32 5G, Samsung Galaxy Note20 5G, Samsung Galaxy Note20 Ultra 5G, Samsung Galaxy S21 5G, Samsung Galaxy S21 Ultra 5G, Samsung Galaxy S21+ 5G, Samsung Galaxy Z Fold2 5G, Xiaomi Mi 10T, Xiaomi Mi 10T Lite, Xiaomi Mi 10T Pro, Xiaomi Mi 11 5G, Xiaomi Mi 11 Lite 5G.

Non è escluso che altri dispositivi abilitati alla rete di ultima generazione, anche se non presenti nell’elenco ufficiale presente sul sito WINDTRE, possano funzionare comunque.

A questo proposito, si segnala che rispetto alla lista presente in precedenza sul sito WINDTRE non vengono più indicati tutti gli smartphone Huawei (Mate 40 Pro, P40 Pro+, P40 Pro, P40), alcuni smartphone Xiaomi (Mi 10 e Mi 10 Lite), Oppo Reno 4Z, Oppo Find X2 Neo, Motorola Razr 5G, Samsung Galaxy S20 5G, Samsung Galaxy S20+ 5G e Samsung Galaxy S20 Ultra 5G.

Potrebbe trattarsi di un semplice refuso in quanto, se abilitati in precedenza, dovrebbero continuare a funzionare per l’utilizzo della nuova rete di WINDTRE.

 

Per ricevere notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram.

Seguite MondoMobileWeb su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Continua a leggere

Back to top button