Reti 5GWindTre

WindTre ufficializza le prime città e province con la rete 5G. Ecco la mappa

L’operatore di telefonia mobile Wind Tre ha ufficializzato oggi 15 novembre 2020 nella pagina dedicata alla copertura mobile all’interno del sito ufficiale del nuovo brand unico WindTre l’avvio della rete 5G in alcune città.

Dopo la prima fase sperimentale di quest’estate 2020, arriva ufficialmente in alcuni capoluoghi e territori provinciali la prima copertura 5G annunciata più volte anche da Jeffrey Hedberg, CEO dell’operatore arancione.

Ecco i primi capoluoghi e territori provinciali ufficialmente coperti: Arezzo, Avellino, Belluno, Benevento, Bolzano, Brescia, Campobasso, Catania, Chieti, Firenze, Foggia, Frosinone, Genova, Isernia, Lecco, Matera, Nuoro, Palermo, Perugia, Pesaro Urbino, Pordenone, Potenza, Sassari, Savona, Siena, Sondrio, Taranto, Torino, Trento, Treviso, Verona e Vicenza.

La rete 5G è presente anche nelle città di Ancona, Forlì, Gorizia, Latina, Ravenna e Trapani.

L’operatore specifica che è in corso il piano di espansione nazionale della copertura e della capacità 5G, focalizzato sulle aree a maggior traffico.

WindTre 5G

Le informazioni dell’attuale mappa sono relative alla copertura all’esterno degli edifici ed ha carattere indicativo.

Secondo alcuni addetti ai lavori, la tecnologia utilizzata da WINDTRE, per adesso e per molte delle prime città 5G, è il DSS (Dynamic Spectrum Sharing), che permette agli operatori di lanciare il 5G nelle frequenze già in uso per il 4G, così da evitare il passaggio da una tecnologia all’altra tramite lo svuotamento dello spettro 4G.

Per usufruire del servizio di quinta generazione è necessario aver attiva un’offerta tariffaria mobile “5G” o “5G Ready” (come ad esempio WindTre Unlimited), uno smartphone 5G con firmware aggiornato ed essere in un’area con copertura 5G.

L’operatore specifica che le performance dipendono, a titolo esemplificativo ma non esaustivo, dalle condizioni della rete, come la tecnologia impiegata, la copertura e l’intensità di traffico e dalle caratteristiche del dispositivo utilizzato.

Per conoscere le novità degli operatori di telefonia, è possibile unirsi gratuitamente al canale Telegram di MondoMobileWeb per essere sempre informati sul mondo della telefonia mobile.

WINDTRE 5G

WindTre pubblica anche una lista dei primi dispositivi 5G compatibili: iPhone 12 mini, iPhone 12, iPhone 12 Pro, iPhone 12 Pro Max, Huawei Mate 40 Pro, Huawei P40 Pro+, Huawei P40 Pro, Huawei P40, Xiaomi Mi 10T Pro, Xiaomi Mi 10T, Xiaomi Mi 10T Lite, Xiaomi Mi 10, Xiaomi Mi 10 Lite, Oppo Reno 4 Pro, Oppo Reno 4Z, Oppo Find X2 Neo e Motorola razr 5G.

Molto probabilmente si tratta di un esempio perchè anche altri smartphone non presenti nella lista riescono a navigare in 5G se la copertura è abilitata.

All’interno della pagina dedicata alla copertura 5G di WindTre sono presenti alcune domande e risposte. Come ad esempio: il 5G ha un impatto ambientale? l’operatore risponde così:

“L’implementazione del 5G avviene rispettando tutte le norme, estremamente restrittive, definite dalla legge italiana in termini di limiti di emissioni elettromagnetiche. L’evoluzione della tecnologia 5G consente di ridurre la potenza irradiata pur incrementando capacità e prestazioni; questo vale sia per il segnale trasmesso dal telefono sia per il segnale emesso dalle antenne sui tetti. Per saperne di più sul tema è sempre importante riferirsi ad enti professionali come l’ISS (Istituto superiore di Sanità) che periodicamente effettua analisi ed emette rapporti”.

Nei giorni scorsi Roberto Basso, Direttore, Direttore External Affairs & Sustainability di WINDTRE, ha dichiarato alla presentazione del “Il 5G per rilanciare l’Italia in sicurezza” dell’Istituto per la Competitivita’ (I-Com):

“Per migliorare la competitività del sistema manifatturiero italiano, occorre allineare i limiti delle emissioni elettromagnetiche a quelli europei. Se non si procederà in questa direzione, le imprese italiane dovranno fare i conti con uno svantaggio occulto nei confronti delle aziende concorrenti di altri paesi. Il 5G è una tecnologia abilitante e contribuisce alla competitività del Paese. L’Italia è la seconda nazione manifatturiera d’Europa e quinta nel mondo, nonostante una situazione sfavorevole sul piano di alcuni costi, come l’approvvigionamento energetico. La sicurezza delle reti di quinta generazione va garantita nell’ambito di un quadro coerente con l’Unione Europea, e grazie al confronto aperto tra gli operatori ed il legislatore, da svolgere in modo leale e diretto”.

WindTre consiglia al cliente di verificare periodicamente la disponibilità di nuovi aggiornamenti SW tramite il menù Impostazioni del proprio device e se il 5G è incluso nella propria offerta tariffaria la presenza del 5G sarà segnalata dall’icona sul proprio dispositivo.

Si ricorda che il servizio 5G è abilitato solo per chi ha un’offerta WindTre 5G Ready o 5G. La nuova rete WindTre di quinta generazione è in fase di sviluppo e potenziamento in tutta Italia.

Da oggi 15 novembre 2020 è presente in televisione anche uno spot con il testimonial Fiorello dove si parla anche della rete 5G.

La colonna sonora è sempre la versione modificata di “Essere umani” cantata da Marco Mengoni per il brand unico WindTre.

Aggiornamento. Si ringraziano Alberto, Davide, Gioser e Simone per le prime segnalazioni.

 

Vuoi ricevere notizie e consigli utili in tempo reale sul mondo della telefonia? Iscriviti gratis al canale mondomobileweb di Telegram.

Segui MondoMobileWeb su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Condividi le tue opinioni o esperienze nei commenti.

MondoMobile.News

Back to top button