TelecomunicazioniIliad Fibra

Iliad presente nella lista operatori di rete fissa per il bonus 500 euro internet

Iliad Italia figura nella lista di Infratel per il voucher fase I, tra gli operatori accreditati per la fornitura di servizi di rete fissa ad almeno 30 Mbps con il bonus 500 euro. Si tratta di un altro chiaro indizio del fatto che il lancio sul fisso è oramai imminente.

La data di lancio di Iliad nel segmento fisso in Italia non è stata ancora svelata: vertici del Gruppo hanno più volte fatto riferimento alla deadline rappresentata dall’estate del 2021, indicando che Iliad Italia raggiungerà il mercato di rete fissa su rete Open Fiber “entro l’estate del 2021″ (o talvolta “prima dell’estate 2021”).

L’informazione ricavata dalla nuova lista di Infratel Italia conferma l’imminenza del lancio di Iliad nel fisso e indica la volontà dell’operatore di aderire al piano voucher.

Iliad nella lista degli operatori accreditati per il bonus 500 euro

Infatti, la lista degli operatori accreditati per il bonus 500 euro presenta anche Iliad Italia, insieme agli oltre 160 operatori partecipanti. Il nome di Iliad Italia non appare invece, chiaramente, nella lista degli operatori accreditati con offerte approvate, dal momento che l’azienda non ha ancora una proposta commerciale.

Non sono fornite ulteriori informazioni, in quanto la lista attualmente aggiornata al 23 Aprile 2021, come anche le precedenti, si limita a fornire il nome e la partita IVA di tutti gli operatori accreditati. Tuttavia, se Iliad parteciperà al Bonus 500 euro, allora dovrà offrire uno sconto per la sua offerta di rete fissa e un dispositivo (tra tablet e laptop) abbinato.

Infatti, il bonus non può essere sfruttato in maniera disgiunta, nel senso che il beneficiario non può decidere di utilizzare il bonus 500 euro solo per l’acquisto di una connessione o di un terminale offerto.

La somma totale di 500 euro è infatti suddivisa tra contributo per la connessione e quota per l’acquisto di un tablet o PC secondo alcuni parametri. Nello specifico, la quota massima che ogni operatore può dedicare allo sconto sulla connettività non può essere inferiore a 200 euro e superiore a 400 euro, mentre per l’acquisto del tablet o PC il contributo può variare tra i 100 e i 300 euro, per un totale sempre di 500 euro massimo.

Non avendo ancora alcun riferimento sull’offerta di lancio di Iliad su rete Open Fiber, non si può nemmeno conoscere la suddivisione dell’importo e l’elenco di terminali offerti dall’operatore a prezzo scontato quando i servizi di rete fissa saranno finalmente commercializzati.

Inoltre, il passaggio successivo per gli operatori accreditati consiste nel presentare un’offerta che possa soddisfare tutti i requisiti tecnici previsti, sia sul fronte della connettività che dei device offerti. Per il primo aspetto, dal momento che Iliad offrirà servizi a banda ultralarga su rete Open Fiber, il rispetto del limite minimo di 30 Mbps sarà certamente garantito. Per i dispositivi offerti, invece, andranno rispettate tutte le specifiche tecniche in termini di processore, RAM, spazio di archiviazione, webcam e altro.

Per conoscere le novità degli operatori di telefonia, è possibile unirsi gratuitamente al canale Telegram di MondoMobileWeb e rimanere sempre aggiornati sul mondo della telefonia mobile.

Le ipotesi sul lancio di Iliad nella fibra

Per quanto concerne invece il terminale utilizzato, Iliad potrebbe sbarcare sul mercato fisso tramite la Freebox Pop di Free, il brand francese di Iliad Group, come accennato dal CEO francese Thomas Reynaud.

Benedetto Levi, AD di Iliad Italia, ha invece aperto alla possibilità di accordi commerciali con altre aziende per fornire servizi accessori alla connettività su rete Open Fiber.

Inoltre, anche Unieuro potrebbe avere un suo ruolo nella strategia di distribuzione di Iliad, anche per il lancio dell’offerta in fibra, dopo la recente acquisizione del 12% del suo capitale sociale proprio da parte di Iliad.

Quanto fin qui esposto rappresenta, ancora una volta, solo una serie di ipotesi sul lancio di Iliad Italia nel segmento fisso, che potrà eventualmente trovare riscontro prossimamente, dal momento che l’azienda ha deciso di non anticipare dettagli per preservare il cosiddetto launch-impact, come confermato dai vertici del Gruppo nell’ultima conference call.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram.

Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Continua a leggere

Back to top button