ServiziLexFonia

Blocco servizi VAS: AGCOM proroga i termini per l’attivazione automatica a tutti i clienti

L’AGCOM ha prorogato i termini per l’entrata in vigore del blocco automatico e di default per i servizi VAS, inizialmente fissato a 45 giorni per tutti gli operatori, dalla data di pubblicazione della delibera 10/21/CONS sui servizi a sovrapprezzo.

Con tale delibera, l’Autorità aveva stabilito nuove misure a tutela dei clienti per i servizi a sovrapprezzo detti anche “premium” o “a contenuto”. Si tratta di servizi a pagamento offerti da terze parti tramite SMS e connessione dati, che offrono ad esempio oroscopi, giochi, video e musica in streaming, notizie, previsioni meteo, suonerie o altri servizi tramite pagamento una tantum o con un abbonamento periodico.

Le regole fissate dalla delibera di Febbraio 2021

Le nuove regole prevedono appunto il blocco automatico dei servizi premium in abbonamento sia per le nuove SIM che per tutte quelle già attive, per tutti i servizi che prevedono l’erogazione di contenuti digitali forniti sia tramite SMS ed MMS (su decade 4) che tramite connessione dati su reti mobili, con alcune eccezioni.

Risultano infatti esclusi dal cosiddetto barring determinati servizi, ovvero quelli di televoto, quelli per le donazioni solidali e ai partiti politici, i servizi bancari, quelli di mobile ticketing per trasporto pubblico e parcheggi, i servizi postali privati e rientranti nel servizio universale postale, servizi elettronici di recapito certificato e servizi di posta elettronica certificata.

Inoltre, è stato stabilito l’impiego di un sistema di One Time Password (OTP) di almeno cinque cifre, che il cliente dovrà inserire manualmente nella landing page per dare prova del suo consenso esplicito. Questa soluzione è stata presa per garantire l’effettiva volontarietà dell’acquisto del cliente.

La delibera era entrata in vigore dopo la consultazione pubblica, a cui hanno partecipato anche gli operatori TIM, Vodafone, WindTreIliadFastweb e altri operatori Full MVNO, oltre alle associazioni dei consumatori e service providers.

Per conoscere in tempo reale tutte le novità degli operatori, è possibile unirsi gratuitamente al canale Telegram di MondoMobileWeb per essere sempre informati sul mondo della telefonia mobile.

mobile ITQF Iliad telefonia qualità prezzo

Prorogati i termini per l’entrata in vigore del blocco automatico per i servizi VAS

Per il procedimento di attivazione con OTP, visti i tempi tecnici richiesti, era previsto un adeguamento da parte di tutti gli operatori entro 120 giorni, mentre per l’attivazione del blocco per tutti i clienti i termini erano di 45 giorni.

Adesso, con delibera 104/21/CONS pubblicata oggi 13 Aprile 2021, l’AGCOM ha stabilito appunto la proroga dei termini per l’entrata in vigore del blocco dei servizi VAS, che passa dagli iniziali 45 giorni a 120 giorni.

La nuova delibera ha tenuto conto delle difficoltà tecniche comunicate da alcuni operatori, che non hanno integralmente implementato le misure, pur lasciando al cliente la possibilità di richiedere l’attivazione del blocco.

Per questa ragione, l’AGCOM ha ritenuto necessario concedere agli operatori un lasso di tempo maggiore per il rilascio delle funzionalità e dunque prorogare il termine inizialmente previsto allineandolo a quello stabilito per l’integrazione del processo di attivazione sicura tramite One Time Password.

Come si sono adeguati i principali operatori di rete

Chiaramente, la proroga dei termini permette agli operatori di avere ancora del tempo per adeguarsi senza incorrere nelle sanzioni previste dalla delibera, ma non è escluso che alcuni operatori riescano prima delle nuove scadenze.

Ad oggi, TIM ha iniziato a informare i clienti del blocco dei servizi VAS entro il mese di Maggio 2021, anche tramite una campagna SMS apposita; la campagna informativa riguarda i soli clienti che non hanno già attivo il blocco e a tal proposito si ricorda che TIM si era infatti impegnata per il barring dei servizi VAS per tutte le SIM attivate dal 25 Novembre 2020.

Vodafone si è invece adeguato comunicando (dopo alcuni aggiornamenti) il blocco di default a partire dal 30 Aprile 2021 ed entro il 31 Maggio 2021.

Anche WindTre aveva comunicato tramite informativa ufficiale l’attivazione automatica del blocco a partire dal 18 Aprile 2021, con apposita comunicazione ai clienti prima dell’attivazione. L’operatore aveva inizialmente fornito una data antecedente, poi modificata come accaduto anche per Vodafone.

Iliad prevede invece già il blocco di default per tutti i clienti, eventualmente disattivabile dal proprio profilo.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram.

Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Continua a leggere

Back to top button