ServiziLexFoniaTim

TIM annuncia il blocco dei servizi VAS per tutti i clienti entro Maggio 2021

TIM ha iniziato a mandare alcuni SMS informativi a parte della sua base clienti per informarla dell’entrata in vigore del blocco gratuito e automatico dei servizi a sovrapprezzo (VAS) entro la fine del mese di Maggio 2021.

Dopo l’informativa di Vodafone per l’attuazione delle disposizioni della nuova delibera AGCOM in materia, anche TIM ha lanciato una campagna SMS per informare dell’entrata in vigore della nuova funzionalità gratuita di blocco automatico dei servizi premium, come stabilito dall’Autorità.

I destinatari di questa campagna SMS sono tutti i clienti consumer di rete mobile che non abbiano già attivato il blocco dei servizi premium tramite uno dei canali messi a disposizione da TIM. A tal proposito, si evidenzia che il blocco può essere richiesto tramite servizio clienti al numero 119, tramite l’assistente virtuale e per mezzo dell’App MyTIM o dell’area clienti MyTIM sul sito ufficiale.

Con “servizi a sovrapprezzo” si intendono tutti quei servizi, attivabili tramite SMS e connessione dati, che offrono oroscopi, giochi, video e musica in streaming, notizie, previsioni meteo, suonerie o altro attraverso un pagamento una tantum o un abbonamento periodico.

Per conoscere tutte le novità degli operatori di telefonia, è possibile unirsi gratuitamente al canale Telegram di MondoMobileWeb e rimanere sempre aggiornati sul mondo della telefonia mobile.

TIM annuncia il blocco automatico dei servizi VAS per tutti i suoi clienti

Entro il mese di Maggio 2021, TIM provvederà quindi ad attivare il blocco automatico e gratuito con cui sarà di fatto inibito l’addebito su credito residuo o conto telefonico dei cosiddetti servizi a sovrapprezzo. Come previsto dalla delibera in materia, il blocco lascerà possibile l’accesso a servizi di Mobile Ticketing, servizi informativi bancari, servizi di televoto, donazioni, servizi postali privati e quelli rientranti nel servizio universale postale, servizi elettronici di recapito certificato e servizi di posta elettronica certificata.

Nel caso specifico, sono esclusi dal blocco anche tutti i servizi del brand TIM come TIM Vision, TIM Music o TIM Games e i servizi di terzi come Google Play e Apple Store e più in generale tutti quei contenuti la cui fruizione prevede una fase di registrazione e accesso tramite nome utente e password.

Le comunicazioni arriveranno in questi giorni in maniera scaglionata e in ognuna sarà indicato che il blocco verrà abilitato entro 30 giorni. Di seguito l’SMS inviato da TIM:

“Gentile Cliente, TIM è sempre attenta alla tua sicurezza e, per proteggerti da addebiti per servizi premium indesiderati, abiliterà tra 30 giorni gratuitamente sulla tua linea il blocco automatico di questi servizi, in attuazione a quanto previsto dalla delibera AGCOM n. 10/21/con. Il blocco impedirà l’attivazione dei servizi Premium e quelli già attivi verranno disattivati automaticamente. Se non vuoi che venga abilitato il blocco rispondi a questo SMS scrivendo “NON ACCONSENTO”. Per info, vai su https://www.tim.it/assistenza/costi-e-pagamenti/servizi-premium”.

Come evidenzia l’SMS, il cliente potrà decidere di evitare il blocco automatico semplicemente rispondendo con “NON ACCONSENTO”.

In ogni caso, il cliente potrà attivare o disattivare automaticamente il blocco dei servizi in qualsiasi momento tramite il servizio clienti o l’area MyTIM.

Altri dettagli sulle politiche applicate per i servizi premium

Inoltre, la comunicazione invita i clienti a visionare le politiche attuali per i servizi premium. In questa pagina, vengono evidenziati i dettagli sulla fruizione e sul blocco dei servizi. Da TIM viene ricordato che anche in caso di attivazione è possibile comunque esercitare il diritto di ripensamento entro 6 ore dall’attivazione del servizio, rispondendo “ANNULLA” all’SMS di Welcome per ottenere la disattivazione e il riaccredito di quanto addebitato. Tale riaccredito avverrà entro 24 ore dalla richiesta o sarà stornato nella prima fattura utile, in caso di linee postpagate.

Si ricorda che, in seguito al procedimento sanzionatorio avviato dall’AGCOM, TIM aveva implementato già alcune misure volte a ridurre i rischi per gli utenti nei casi di attivazione di servizi VAS non richiesti.

TIM si era infatti impegnata per il barring dei servizi VAS per tutte le SIM attivate dal 25 Novembre 2020. Inoltre, per l’autorizzazione degli addebiti è stato previsto l’inserimento di una OTP inviata al momento dell’acquisto.

La comunicazione di oggi che annuncia il blocco entro Maggio 2021 è quindi relativa alle linee attivate precedente in cui il cliente non abbia chiesto, di sua spontanea volontà, il blocco dei servizi VAS.

Si ringrazia A. per la segnalazione.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram.

Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Continua a leggere

Back to top button