Kena Mobile

Kena Mobile: i clienti non possono disattivare le offerte in autonomia

Con Kena Mobile, da tempo non è più possibile effettuare la disattivazione volontaria della propria offerta. Le offerte possono essere disattivate infatti solo se cessate in automatico dall’operatore dopo 90 giorni in cui non si è avuto credito sufficiente per il rinnovo.

Secondo le informazioni e le testimonianze raccolte, infatti, i clienti non possono disattivare la loro offerta autonomamente e usare il Piano Base Kena, ma è possibile solo scegliere eventualmente il cambio offerta tramite le modalità indicate dall’operatore.

Il Piano Base Kena, che interviene invece nel momento in cui il cliente Kena Mobile non dispone di credito sufficiente per il rinnovo, prevede chiamate verso tutti i numeri fissi e mobili nazionali e in Zona UE al prezzo di 35 centesimi di euro al minuto e SMS al prezzo di 25 centesimi di euro ciascuno.

Kena Mobile

Per la navigazione in Italia e nella Zona UE, è invece prevista una tariffazione di 50 centesimi di euro con scatti anticipati di 50 Megabyte. Questa tariffazione si applica sia in assenza di offerte con dati inclusi attive che in caso di esaurimento dei dati prima del rinnovo.

Come sopra riportato, i clienti non possono disattivare la loro offerta in autonomia, ma possono scegliere di cambiare offerta.

Ciò è possibile anche direttamente nell’Area MyKena: il cliente potrà scegliere l’offerta ed effettuare la prenotazione, con il cambio che sarà effettuato automaticamente alla data del rinnovo successivo.

Fino a quel momento, infatti, il cliente continuerà a utilizzare la sua offerta precedente. Per effettuare il cambio è necessario avere un’offerta attiva al momento della richiesta.

Si segnala che una volta effettuato il passaggio, non sarà possibile tornare indietro all’offerta precedente, ma il cliente potrà in seguito valutare un ulteriore cambio in base alle proposte ricevute.

Il meccanismo sopra riportato per il passaggio a un’altra offerta rispetta il punto 6.1 delle Condizioni Generali di Contratto aggiornate, che prevede:

“Sarà possibile effettuare variazioni dell’Offerta solamente una volta nell’arco di un mese solare. Nel corso del mese di vigenza di un’offerta o di un’opzione attiva su una specifica utenza Kena Mobile, è vientato al Cliente disattivare e riattivare, nel medesimo lasso temporale, sulla stessa utenza, la medesima o diversa Offerta o Opzione.”

In basso la modifica del punto 6.1 delle Condizioni di Contratto avvenuta già nel Luglio 2019.

La modifica relativa all’articolo 6.1.

Per conoscere in tempo reale tutte le novità degli operatori di telefonia mobile, è possibile unirsi gratuitamente al canale Telegram di MondoMobileWeb per essere sempre informati sul mondo della telefonia mobile.

Andando a interpretare il punto in questione, il cliente dovrà aspettare quindi il momento del rinnovo per il cambio offerta, che è possibile solo una volta nell’arco di un mese solare. Per questa ragione la richiesta del cliente costituisce invero una prenotazione di cambio offerta, che si concretizzerà al momento del rinnovo.

Al netto dell’articolo 6.1 in cui si afferma che “nel corso del mese di vigenza di un’offerta o di un’opzione attiva è vietato disattivare e riattivare nel medesimo lasso temporale la medesima o diversa offerta o opzione”, i documenti dell’operatore non fanno altro riferimento diretto all’impossibilità di disattivare la propria offerta se si ha credito positivo.

Dunque, il cliente che volesse ottenere la disattivazione dovrebbe necessariamente evitare di rinnovare l’offerta per 90 giorni, così l’operatore avvierà la cessazione della stessa e sarà in seguito possibile utilizzare il Piano Base Kena a consumo.

Si ricorda che anche il limite di 90 giorni con traffico insufficiente è stato inserito con l’aggiornamento delle condizioni di contratto e precedentemente non era presente (ndr anche se tutte le offerte prevedono questo meccanismo dal lancio di Kena Mobile).

Si potrebbe dunque dire che Kena Mobile propone le sue offerte come fossero una sorta di piano base, impossibile da disattivare in autonomia dal cliente, anche se il mancato rinnovo da parte ne comporta la disattivazione dopo 90 giorni di credito insufficiente.

Con riguardo invece alla SIM, si ricorda che in caso di mancata ricarica della stessa per 12 mesi consecutivi, questa avrà accesso limitato al servizio mobile per ulteriori trenta giorni, in cui il cliente potrà solo ricevere telefonate voce, SMS e MMS.

Scaduto il termine di trenta giorni, la SIM e la numerazione ad essa associata saranno disattivate, ma il cliente potrà richiedere la riattivazione entro undici mesi contattando il Servizio di Assistenza Clienti.

Si ringrazia Luna per la segnalazione

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Google News (cliccando sulla stellina o su Segui), Facebook, Instagram e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Tag

Continua a leggere

Back to top button
Close