In arrivo il Blue Monday: il 20 Gennaio 2020 sarà la “giornata più triste dell’anno”


La giornata di oggi, Venerdì 17 Gennaio 2020, potrebbe non essere la più temuta del mese: Lunedì prossimo, il 20 Gennaio 2020, sarà infatti considerato da molti come il giorno più triste dell’anno. Si tratta chiaramente di un giudizio non supportato da alcuna evidenza scientifica, ma che nel corso degli ultimi anni ha creato il mito del Blue Monday.

Il giorno più triste dell’anno (Blue Monday appunto in inglese) coincide spesso con il terzo lunedì del mese di Gennaio e a distanza di quindici anni dalla sua “invenzione” viene ancora utilizzato per scopi pubblicitari, soprattutto nel social media marketing, tramite i più comuni strumenti per la generazione di trend.

La sua origine va fatta risalire ad alcuni studi dello psicologo Cliff Arnall, che aveva tentato di analizzare le tendenze dei clienti delle compagnie di viaggio per scoprire sotto quali condizioni psicologiche si palesasse la necessità di prenotare un viaggio per staccare la spina.

Stando all’opinione di Arnall, mai confermata da studi scientifici, i principali fattori di incidenza sono rappresentati dalle condizioni meteorologiche, dal tempo trascorso dal Natale, dal fallimento dei primi propositi prefissati con l’inizio del nuovo anno e dai bassi livelli di motivazione generale. Tutti questi elementi si concentrerebbero statisticamente nella giornata del Blue Monday nel mese di Gennaio.

Blue Monday

A supporto delle sue teorie, Arnall diffuse due equazioni che coinvolgevano diversi parametri temporali senza unità di misura definite e che, secondo le dichiarazioni di molti studiosi, risultavano profondamente carenti di fondamento matematico.

Al giorno più triste dell’anno si affianca poi il giorno più felice dell’anno, sempre “scoperto” da Arnall, che tenderebbe a ricadere vicino al solstizio d’estate nell’emisfero boreale.

Anche in questo caso, i parametri utilizzati per il calcolo sono stati quantomeno singolari: si passa dal tempo trascorso all’aperto fino alla temperatura e al livello di attesa delle vacanze, passando per il grado di interazioni sociali e il peso dei ricordi delle estati precedenti.

Nonostante non sia assolutamente supportato da nessuna evidenza scientifica, il Blue Monday resta comunque una giornata che genera dei trend sui Social network.

Da questo punto di vista, molte pagine social, di qualsiasi tipo di entità, compresi anche gli operatori telefonici, questo Lunedì potrebbero quindi sfruttare il trend per creare dei post dedicati.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Facebook, Instagram e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.