CoopVoce a breve Full MVNO: le nuove SIM in test spuntano fra le opzioni per la portabilità


L’operatore virtuale su rete TIM 4G, CoopVoce, come ormai noto fra qualche mese diventerà Full MVNO. Questo passaggio potrebbe essere davvero imminente dato che le nuove SIM in test cominciano a comparire fra le opzioni disponibili per le portabilità con altri operatori.

CoopVoce Full MVNO

Infatti, nelle ultime ore, l’operatore virtuale ho. Mobile, nella lista degli operatori che possono sottoscrive l’offerta Operator Attack ho. 5.99 con 70 Giga è comparsa una distinzione per i clienti CoopVoce: invece di una sola dicitura, adesso sono presenti sia la voce “Coop Voce” e anche la voce “Coop Voce (Pre 18 Novembre 2019)”.

In questo modo, sembrerebbe che dal 18 Novembre 2019 siano già cominciati i test sulle nuove SIM CoopVoce con il profilo Full MVNO, e queste sono segnate con la voce “Coop Voce”.

Invece, gli attuali clienti CoopVoce sono segnalati dalla voce “Coop Voce (Pre 18 Novembre 2019)“.

   

La stessa cosa era successa anche per Plintron e agli operatori che utilizzano la sua piattaforma, Noitel e Rabona Mobile, nelle fasi precedenti al lancio delle SIM su rete Vodafone 4G.

Anche provando ad effettuare la portabilità con Tiscali Mobile l’operatore CoopVoce è ora segnalato con due distinte diciture, in questo caso ancora più esplicite: “Coop Italia”, per le attuali SIM, e “Coop Full Mvno” per le nuove SIM.

Oltre ad ho. Mobile e Tiscali, molto probabilmente a breve anche gli altri operatori potrebbero cominciare ad inserire la doppia dicitura per distinguere le differenti tipologie di SIM CoopVoce.

Full

Per conoscere le novità degli operatori di telefonia, è possibile unirsi gratuitamente al canale Telegram di MondoMobileWeb per essere sempre informati sul mondo della telefonia mobile.

CoopVoce ha debuttato il 4 Giugno 2007 grazie ad un accordo, ancora in atto, con TIM. CoopVoce è attualmente un operatore ESP MVNO (Enhanced Service Provider Mobile Virtual Network Operator) che si occupa della gestione dei suoi clienti, della fatturazione e della commercializzazione di tariffe e servizi.

L’attuale prefisso per le nuove numerazioni CoopVoce, per chi non richiede la portabilità del proprio numero (MNP), è il 370 assegnato dal MISE per le numerazioni destinate ai clienti di MVNO sotto rete TIM (ad esempio 3703 per CoopVoce, 3701 per Tiscali Mobile).

All’inizio TIM aveva dedicato a CoopVoce il prefisso 331-1. Il seriale ICCID attuale delle SIM CoopVoce in commercio inizia con 893901.

Invece, con il passaggio alla condizione di Full MVNO, già ipotizzato a Giugno 2018 e poi confermato direttamente da Massimiliano Parini, responsabile di CoopVoce, in una recente intervista a MondoMobileWeb, l’operatore virtuale di Coop Italia potrà così gestire direttamente le sue SIM, le numerazioni, i costi di terminazione mobili.

A Settembre 2018 il MISE aveva assegnato il nuovo codice MNC (Mobile Network Code) 53, e quindi il seriale ICCID dedicato alle nuove SIM Full MVNO di Coop Italia inizierà con 893953. Invece, il nuovo prefisso sarà il 3534, e il routing number 749.

In questo modo, l’operatore virtuale potrà gestire in maniera più indipendente i suoi clienti, e se un giorno deciderà di cambiare l’operatore di rete di appoggio (attualmente TIM fino in 4G), potrà farlo senza far cambiare le SIM ai propri clienti (come succederà nei prossimi mesi con Fastweb Mobile).

In questo passaggio, invece, i già clienti CoopVoce ESP potrebbero essere costretti nei prossimi mesi al cambio della propria scheda telefonica.

La conferma ufficiale di questa evoluzione tecnologica per l’operatore virtuale di Coop Italia potrebbe arrivare con l’evento “CoopVoce, le novità e l’evoluzione di un operatore virtuale”, in programma il prossimo 4 Dicembre 2019 alle ore 10:30 a Milano, presso la Terrazza Martini. All’evento sarà presente, tra gli altri, anche Massimiliano Parini, responsabile di CoopVoce sin dalla sua nascita.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Facebook, Instagram e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.