TIM perderebbe 60 milioni di euro l’anno a causa dell’accordo tra Fastweb e Wind Tre


Il 25 Giugno 2019, Fastweb e Wind Tre hanno annunciato di aver raggiunto un accordo strategico che, tra le altre cose, vedrà l’operatore Fastweb Mobile passare alla rete Wind Tre in roaming nazionale, al posto di quella di TIM, per la rete mobile 4G e le tecnologie precedenti.

FastWeb

Secondo quanto affermato nell’inserto Affari e Finanza di oggi, 15 Luglio 2019, del quotidiano cartaceo “La Repubblica“, questo potrebbe avere delle conseguenze dirette sull’EBITDA (margine operativo lordo) di TIM, dato che l’accordo sottoscritto da Fastweb con Wind Tre porterà via le 1,5 milioni di SIM dell’operatore virtuale attualmente sotto rete TIM.

Secondo il quotidiano, la perdita che potrebbe generare nelle casse di TIM ammonterebbe a circa 60 milioni di euro all’anno, cioè quanto finora generato dalla partnership con Fastweb, soldi che sono sostanzialmente privi di costi. Adesso, questi 60 milioni di euro l’anno andranno progressivamente ad aumentare i ricavi di Wind Tre.

Infatti, come già raccontato, dato che Fastweb Mobile è un operatore di rete mobile virtuale FULL MVNO, questo passerà progressivamente, senza bisogno di far cambiare le SIM ai clienti, dalla rete mobile di TIM a quella di Wind Tre.

   

Inoltre, l’accordo consentirà principalmente anche di sviluppare una rete 5G condivisa tra i due operatori, con l’obiettivo di coprire il 90% della popolazione entro il 2026. Wind Tre gestirà la rete 5G, mentre Fastweb permetterà a Wind Tre di accedere alla rete wholesale in FTTC e FTTH. Le due aziende rimarranno completamente indipendenti, sia per gli aspetti commerciali che operativi, nell’utilizzo della nuova infrastruttura condivisa.

Questo accordo è ancora soggetto all’approvazione delle autorità competenti, e in caso di esito positivo avrebbe una durata iniziale di 10 anni.

Come ricorda anche l’articolo di “Affari e Finanza”, la partnership tra Wind Tre e Fastweb si inserisce in un periodo in cui tutte le società di telecomunicazioni sono in cerca di accordi per rendere maggiormente sostenibili i costi e gli investimenti.

Non fa eccezione TIM, che già qualche mese fa aveva annunciato un potenziale accordo con Vodafone per lo sviluppo della rete 5G e non solo.

A questo proposito, nonostante la perdita che TIM avrebbe dal passaggio dei clienti Fastweb Mobile sulla rete Wind Tre, lo stesso Amministratore Delegato di TIM Luigi Gubitosi aveva accolto positivamente questo accordo, affermando che “va nella direzione dell’accordo che noi abbiamo siglato con Vodafone. È normale che, dati i costi di sviluppo ci siano delle condivisioni tra operatori, per cui, vedremo altri accordi”.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Facebook, Instagram e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.